Passa ai contenuti principali

"Emma" di Francesca Pace

Buon pomeriggio amici lettori!
Eccomi di nuovo qui! Mentre mi riguardo per la centesima volta Northanger Abbey (stupendo!), ho pensato di mettermi a scrivere e di proporvi una nuova recensione. Il romanzo in questione mi è stato inviato dalla sua autrice ed è...Emma di Francesca Pace.


Emma 
di Francesca Pace 
ed. ilmiolibro.it 
pp. 440 
 €23,00 (cartaceo) € 5,99 (ebook)
TRAMA
Emma é una ragazza semplice dall'inconsapevole fascino magnetico. Rimasta orfana giovanissima, vive la sua esistenza con affianco la sua migliore amica Serena, una ragazza solare ed estroversa che la supporta e la aiuta nelle difficoltá e gode con lei dei successi. Nulla é come sembra in realtá e con il dipanarsi dell'intreccio Serena svelerá la sua vera natura quella di potente strega affiancata alla ragazza per difenderla. La vita di Emma, tranquilla, al confine dell'invisibilità, verrà sconvolta da un cambiamento radicale ed improvviso che la catapulterà nel complesso e violento mondo di streghe e vampiri. Un'inaspettata e travagliata transizione ne muterà in modo definitivo la natura e l'essenza trasformandola in un essere sovrannaturale mai esistito prima. In Emma prenderanno vita le due nature che la compongono e caratterizzano che, tenute sopite per anni sgomiteranno tra loro fino a trovare un equilibrio. La ragazza scoprirá di essere un ibrido, per metá strega e per metá vampiro. In questo cambiamento, che accompagnerà anche una maturazione caratteriale, Emma capirà, anche, che la sua vita era destinata a questo mondo fantastico e che i suoi più cari amici ne facevano parte da sempre. Quando la straordinaria ragazza, accompagnata dai suoi amici di sempre e da un nuovo e viscerale amore, si troverà ad affrontare con coraggio la sua nuova vita imparando ad amarla e ad amare se stessa come mai prima, scoprirà di possedere uno sconfinato ed incontrastabile potere. È, questa, una appassionante ed intensa storia di amicizia, fratellanza e amore.

RECENSIONE
Con Emma rientriamo nel genere paranormal fantasy. Francesca Pace ci presenta infatti un mondo di streghe, magia e vampiri. Protagonista della storia è Emma una ragazza, dall'apparenza normale, ma che in realtà è molto speciale. Emma vive a Zurigo e la sua vita è fatta di studio, lavoro come cameriera e dei suoi amici Serena, Martha e Dimitri. Emma ha però continui sogni, che lasciano in lei sempre il ricordo di un nome: Gabriel. Tutto sembra inizialmente così normale, tuttavia un viaggio a Praga mostrerà ad Emma la sua vera natura e le farà conoscere Gabriel ma anche un'acerrima nemica.

Emma è una bella storia, piena di colpi di scena, di amore, di lotte e di magia. L'autrice ha saputo usare il genere a suo piacimento, unendo tanti elementi insieme per creare qualcosa di diverso. Echi di altri romanzi o telefilm ci sono, cosa per altro oramai difficile da evitare vista la portata del genere negli ultimi anni, tuttavia non sono così marcati come la lettura di una breve sinossi potrebbe suggerire. La narrazione è piacevole e soprattutto coinvolgente, visto l'analisi profonda che si fa dei personaggi. Ho trovato la prima metà un po' lenta rispetto alla seconda: ci sono molte descrizioni e il racconto della trasformazione di Emma mi è sembrato un po' troppo lungo rispetto al resto. Nella seconda metà, invece, la storia prende velocità, grazie soprattutto alle molte scene di azione, ben descritte.

La narrazione è in terza persona, cosa che a volte mi disturba un po' perché rende più difficile un reale coinvolgimento del lettore. Qui questo non avviene, o meglio non del tutto, grazie ai continui cambi di punti di vista che ci fanno conoscere i vari personaggi guardandoli sempre con occhi diversi. Ad esempio Gabriel ci viene mostrato prima attraverso i sogni di Emma, poi attraverso i suoi occhi e il suo cuore, ma anche tramite quelli degli amici e dei nemici.

La cosa che più mi ha lasciata perplessa è lo stile, che in alcuni punti mi è sembrato un po' troppo artificioso, con l'uso di molti aggettivi, soprattutto in relazione ai personaggi (un es. la bella vampira, ecc.): usati ogni tanto non dispiacciono, ma ripetuti spesso rendono poco "reale" il racconto.

In generale mi è piaciuta molto la storia, che ho trovato coinvolgente, avventurosa, divertente (i battibecchi e le frecciatine di Emma sono esilaranti!) ma anche intima grazie all'analisi profonda dei personaggi. Avrei preferito però qualche descrizione in meno e un racconto più breve e diretto.

Voto...





Alla prossima
Eliza

Commenti

  1. Ciao Eliza sono stata un po' assente in questi giorni di festa quindi ti faccio adesso gli auguri ;-) La trama sembra interessante... me lo segno ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jerry!
      Tanti auguri anche ate! Eh, le festività hanno assorbito un po' tutti!!^^ e c'è ancora Capodanno!^^

      Elimina
  2. Grazie Eliza...della bella recensione e dei suggerimenti che coglierò con piacere e metterò in uso nel.secondo libro..bacissimiiiii...

    RispondiElimina
  3. Mi attira un sacco questo libro, appena posso lo prendo!!!
    Bella recensione!

    RispondiElimina
  4. Coda scopre Emma sulla sua famiglia durante il viaggio.ritrova i suoi familiari?

    RispondiElimina
  5. Non ho capito perché Emma è un ibrido.cosa trova durante il viaggio.chi vede nei suoi sogni.

    RispondiElimina
  6. Sono Lucas .perche ibrido. Come lo è diventata? E i suoi dove sono.

    RispondiElimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

Recensione: La stanza delle mele - Matteo Righetto

Buongiorno lettori,  il libro di cui vi parlerò oggi è uno di quelli su cui devo sempre riflettere un po' perché mi è piaciuto, e molto, ma soprattutto mi ha lasciato... non so bene neanche io cosa ma è una sensazione particolare, un brivido, un magone, insomma qualcosa che me lo ha fatto sfogliare di nuovo terminata la lettura, mi ha fatto rileggere le parti sottolineate. Grazie alla Feltrinelli (anche per la copertina, bellissima e... opaca!) ho potuto leggere in anteprima il nuovo libro di Matteo Righetto , La stanza delle mele , in uscita proprio oggi in tutte le librerie. Spoiler: tenete conto che oggi dovete fermarvi in libreria. 

Recensione: Le mogli hanno sempre ragione - Luca Bianchini

Buongiorno Lettori! È ufficialmente arrivato il caldo, ieri ho preso il coraggio a quattro mani e ho tirato fuori il tavolo da giardino con annesse sedie. Si inizia a leggere fuori, bello, comodo, ma che pizza il vicino che ti deve per forza interrompere sul più bello! Io mi munisco di cuffie e via.  Ieri, nel tepore del mio giardino, con le apotte che andavano di margherita in margherita e il cane che sulle margherite ci voleva fare altro (come uccido la poesia io nessuno mai) ho terminato la lettura del nuovo libro di Luca Bianchini , Le mogli hanno sempre ragione , e oggi ve ne parlo, ma prima... grazie all'ufficio stampa Mondadori per la copia del romanzo!

Recensione: Violeta - Isabel Allende

Buongiorno lettori! Il libro di cui vi parlo oggi esce un po' dalla mia confort zone. Il risultato post lettura è un ni, ma vediamo bene. Si tratta di Violeta di Isabel Allende , per la cui coppia ringrazio l'ufficio stampa Feltrinelli.