venerdì 3 aprile 2020

Recensione: Sabbia nera - Cristina Cassar Scalia

Buongiorno lettori!
Le mie ultime letture sono state poche e, ammettiamolo, pure un po' bruttine. Ma finalmente ho trovato il libro salva situazione, è il primo di una serie, un giallo tutto italiano (anzi siculo per la precisione), è Sabbia nera di Cristina Cassar Scalia.


SABBIA NERA
di Cristina Cassar Scalia
Einaudi | Stile Libero Big | 392 pagine
ebook €7,99 | cartaceo €19,00
29 maggio 2018 | scheda Einaudi

Mentre Catania è avvolta da una pioggia di ceneri dell'Etna, nell'ala abbandonata di una villa signorile alle pendici del vulcano viene ritrovato un corpo di donna ormai mummificato dal tempo. Del caso è incaricato il vicequestore Giovanna Guarrasi, detta Vanina, trentanovenne palermitana trasferita alla Mobile di Catania. La casa è pressoché abbandonata dal 1959, solo Alfio Burrano, nipote del vecchio proprietario, ne occupa saltuariamente qualche stanza. Risalire all'identità del cadavere è complicato, e per riuscirci a Vanina servirà l'aiuto del commissario in pensione Biagio Patanè. I ricordi del vecchio poliziotto la costringeranno a indagare nel passato, conducendola al luogo dove l'intera vicenda ha avuto inizio: un rinomato bordello degli anni Cinquanta conosciuto come «il Valentino». Districandosi tra le ragnatele del tempo, il vicequestore svelerà una storia di avidità e risentimento che tutti credevano ormai sepolta per sempre, e che invece trascinerà con sé una striscia di sangue fino ai giorni nostri.

mercoledì 1 aprile 2020

Reading Journal #aprile

Buongiorno lettori,
diciamolo, finalmente marzo si è tolto dai piedi. È stato un mese difficile e pesante per tutti, per molti di più (e in maniera diversa). Speriamo di lasciarcelo alle spalle e di avere, nei giorni a venire, buone notizie. 
Naturalmente la situazione generale ha influito sulle nostre abitudini e anche sulle nostre letture. Almeno per quanto mi riguarda, leggo ma non tanto quanto vorrei o quanto il tempo a disposizione permetterebbe. La testa viaggia altrove e per tanti motivi, concentrarsi non sempre è facile e a volte i libri scelti non aiutano.

martedì 24 marzo 2020

Recensione: La ricamatrice di Winchester - Tracy Chevalier

Buongiorno lettori,
è qualche giorno che non scrivo in queste mie pagine, ma è stato ed è un periodo un po' complicato (non solo per le limitazioni a cui tutti siamo sottoposti) e la testa è stata altrove per diverso tempo. Ma ora sono proprio felice di tornare qui a parlare di libri. Oggi in particolare vi parlo di un libro dalla copertina bellissima ma che mi ha lasciato con l'amaro in bocca: La ricamatrice di Winchester di Tracy Chevalier.


LA RICAMATRICE DI WINCHESTER
di Tracy Chevalier
Neri Pozza | I narratori delle tavole | 287 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €18,00
16 gennaio 2020 | scheda Neri Pozza

Winchester, 1932. A trentotto anni Violet Speedwell sembra ormai inesorabilmente destinata a un’esistenza da zitella. La Grande Guerra ha preteso il suo tributo: il suo fidanzato, Laurence, è caduto a Passchendaele insieme a migliaia di altri soldati, e ora le «donne in eccedenza» come lei, donne rimaste nubili e con scarse probabilità di convolare a nozze, sono ritenute una minaccia, se non una vera e propria tragedia per una società basata sul matrimonio.
Dopo essersi lasciata alle spalle la casa di famiglia di Southampton, e le lamentele della sua soffocante madre, ferma all’idea che dovere di una figlia non sposata sia quello di servire e riverire i genitori, Violet è più che mai intenzionata a vivere contando sulle proprie forze.
A Winchester riesce in breve tempo a trovare lavoro come dattilografa per una compagnia di assicurazione, e ad aver accesso a un’istituzione rinomata in città: l’associazione delle ricamatrici della cattedrale.
Fondata dalla signorina Louisa Pesel e diretta con pugno di ferro dall’implacabile signora Biggins, l’associazione, ispirata a una gilda medievale, si richiama a un’antica tradizione: il ricamo di cuscini per i fedeli, vere e proprie opere d’arte destinate a durare nei secoli. Sebbene la Grande Guerra abbia mostrato a Violet come ogni cosa sia effimera, l’idea di creare con le proprie mani qualcosa che sopravviva allo scorrere del tempo rappresenta, per lei, una tentazione irresistibile.
Mentre impara la difficile arte del ricamo, Violet stringe amicizia con l’esuberante Gilda, i capelli tagliati alla maschietta, la parlantina svelta e un segreto ben celato dietro i modi affabili, e fa la conoscenza di Arthur, il campanaro dagli occhi azzurri e luminosi come schegge di vetro. Due incontri capaci di risvegliare in lei la consapevolezza che ogni destino può essere sovvertito se si ha il coraggio di sfidare i pregiudizi del tempo. Due incontri che insegnano anche che basta a volte un solo filo per cambiare l’intera trama di una vita.

mercoledì 11 marzo 2020

[Bookswiffer] Recensione: Kitchen Confidential. Avventure gastronomiche a New York - Anthony Bourdain

Buongiorno lettori!
Che vi aspettate il mio pippozzo sulla situazione? Ebbene vi stupirò, io non vi dirò niente perchè non sono un esperto e lascio a chi lo è il compito di informare su cosa stia succedendo. Dal mio vi dico solo di stare a casa e di ragionare bene prima di fare qualsiasi cosa. 

Ora che alla fine vi ho detto anche la mia (ma avanti, pensavate di peggio) arriviamo al post di oggi. Questo mese mi sono preparata in anticipo e ho già letto il libro per Bookswiffer, la rubrica più intelligente che ci sia perchè sta a casa e non va a fare file assurde in giro! Come ogni mese Laura La Libridinosa e la Bacci di Due Lettrici quasi perfette hanno scelto per me una lettura tra le cinque proposte. La mia cinquina per questo mese era:

  • Il mio anno di riposo e oblio - Ottessa Moshfegh, Feltrinelli
  • Kitchen Confidential - Anthony Bourdain, Feltrinelli
  • La vita fino a te - Matteo Bussola, Einaudi
  • Meglio soffrire che mettere in un ripostiglio il cuore - Susanna Casciani, Mondadori
  • I segreti della domestica ribelle - Fiona Mitchell, Mondadori
E loro hanno scelto... rullo di tamburi... Kitchen Confidential. Avventure gastronomiche a New York di Anthony Bourdain!... Ma come fate ad indovinare tutte le volte?? Ah, il titolo...


KITCHEN CONFIDENTIAL
AVVENTURE GASTRONOMICHE A NEW YORK
di Anthony Bourdain
Feltrinelli | Universale Economica | 304 pagine
ebook €6,99 | cartaceo € 9,50
26 maggio 2005 | scheda Feltrinelli

Dopo una gioventù dissipata, all'insegna di droghe e contestazione, Bourdain diventa uno dei cuochi più famosi di New York. Questo libro è il racconto di un'avventura culinaria, uno sguardo dietro le quinte che rivela gli orrori della ristorazione, gli ideali traditi e quelli realizzati. L'autore offre al lettore agghiaccianti informazioni su quanto accade all'interno di una cucina (anche quella dei ristoranti più famosi), ma nonostante gli avvertimenti più minacciosi ricorda che il nostro corpo non è un tempio ma un parco-divertimenti e non dobbiamo condannarlo a una vita di rigore e castità alimentare.

giovedì 5 marzo 2020

Recensione: Il collegio - Tana French

Buongiorno lettori!
Oggi vi parlo di un libro che mi ha stupito ma in negativo, primo per la storia, ma di quello ne parleremo tra poco, secondo perchè mi ha fatto fare una cosa che non facevo da un po': mi sono intestardita. Non mi piaceva eppure volevo esserne certa e continuavo testardamente la lettura. Ah si, titolo e autore: Il collegio di Tana French


IL COLLEGIO
di Tana French 
Einaudi | Stile Libero Big | 651 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €21,00
28 maggio 2019 | scheda Einaudi

Il detective Stephen Moran lavora ai Casi Freddi con un unico obiettivo, entrare a far parte della Omicidi della polizia di Dublino. Quello che gli serve è soltanto un'occasione e quando Holly Mackey si presenta nel suo ufficio, sembra che quel momento sia arrivato. Holly ha nuove informazioni sul caso di un ragazzo trovato ucciso l'anno prima nel collegio più prestigioso d'Irlanda. L'indagine, subito riaperta, viene affidata a Moran e Conway, una collega tutt'altro che facile da gestire. Gli indizi portano alla scuola di Holly, alla vita segreta delle ragazze. Ben presto, Moran si troverà invischiato in una rete di gelosie, violenze e misteri.

domenica 1 marzo 2020

Reading Journal #marzo

Buona domenica lettori!
E buon 1 marzo... marzo?? MARZO????? E dove caspiterina è finito febbraio???? No seriamente, qualcuno mi ha rubato un mese e ora lo rivoglio indietro!! Vabbè, mentre risolvo la questione facciamo il recap del mese sparito.....

sabato 29 febbraio 2020

In Agenda a Marzo 2020

Buongiorno lettori!
Ieri mi sono improvvisamente accorta che eravamo già a fine mese! Lo so, viva la consapevolezza. Ma febbraio è proprio volato anche perchè l'ho passato quasi tutto a letto. Quindi è arrivato il momento di vedere che cosa uscirà in libreria nelle prossime settimane. Vi ricordo che nel Calendario delle Uscite trovate sempre aggiornamenti!


ARIA DI NOVITÀ
di Carmen Korn
Fazi | Le strade | 427 pagine
ebook € 9,99 | cartaceo €20,00
2 marzo 2020 | scheda Fazi


È il 1970 e Henny, che ha «l’età del secolo» ed è concentrata sui preparativi per il suo settantesimo compleanno, chiede divertita all’amica di sempre: «Hai mai tradito tuo marito?». Guardarsi allo specchio è più difficile, ma dentro si sente ancora una ragazzina; perché cos’è il tempo, in fin dei conti? A festeggiare con lei, insieme alle immancabili amiche, al marito e ai figli, ci sarà una nuova generazione appena entrata nell’età adulta: Katja, una fotografa che decide di mettere in secondo piano la sua vita per documentare con le immagini quel che accade nei focolai di guerra sparsi per il mondo; Florentine, modella di fama internazionale tornata a sorpresa ad Amburgo con una notizia che lascerà parenti e amici a bocca aperta; e poi Ruth, giornalista e militante, che fatica a liberarsi dalla travagliata relazione con un uomo violento pericolosamente vicino alle frange più estreme. Fra le tre giovani donne si ricrea lo stretto sodalizio che ha unito le loro madri e nonne e, con grande felicità di Henny, la generazione successiva alla sua porta avanti la tradizione: condivide felicità e sfortune, i momenti insignificanti e quelli importanti. A fare da sfondo, le grandi vicende politiche e sociali degli anni Settanta e Ottanta: la Germania divisa, la guerra in Vietnam, il terrorismo, l’immigrazione; e poi gli scandali della Casa Bianca visti dall’Europa, lo scioglimento del blocco orientale e infine l’evento risolutore per eccellenza: il crollo del Muro nel 1989. Ma prima che la storia intervenga ad abbattere questa barriera, chiudendo un’epoca e aprendone una nuova, le vite delle protagoniste subiranno diversi scossoni. Dopo Figlie di una nuova era ed È tempo di ricominciare, la trilogia di Carmen Korn trova in questo volume la sua commovente conclusione.

giovedì 27 febbraio 2020

[Bookswiffer] Recensione: La bellezza rubata - Laurie Lico Albanese

Buongiorno lettori!
Oggi torna la rubrica più pulita della blogosfera, Bookswiffer! In collaborazione con Laura La Libridinosa e la Bacci di Due lettrici quasi perfette ogni mese mettiamo mano alle librerie, diamo una bella spolverata (ma per sicurezza ci passiamo anche una mano di disinfettate, visti i tempi) e tiriamo fuori cinque libri, cinque proposte di lettura tra cui sceglierne una per il mese successivo. Per febbraio io avevo proposto questa cinquina: 
  • La bellezza rubata - Laurie Lico Albanese, Einaudi
  • Il ladro di giorni - Guido Lombardi, Feltrinelli
  • Il party - Elizabeth Day, Neri Pozza
  • La vita fino a te - Matteo Bussola, Einaudi
  • I segreti della domestica ribelle - Fiona Mitchel, Mondadori
E le ragazze hanno scelto per me La bellezza rubata di Laurie Lico Albanese


LA BELLEZZA RUBATA 
di Laurie Lico Albanese
Einaudi | Supercoralli | 349 pagine
ebook €7,99 | cartaceo €20,00
27 febbraio 2018 | scheda Einaudi

Nella scintillante atmosfera della Vienna di inizio Novecento, Adele Bloch-Bauer, discendente di una facoltosa famiglia ebrea, fa il suo debutto nell'alta società. Tra frenetici giri di valzer e accese discussioni sul valore dell'avant-garde, la ragazza si lascia trascinare in un vortice di sensualità che la fa cadere tra le braccia del pittore Gustav Klimt. Adele diventa la sua giovane musa, modella per ritratti dall'erotismo sfacciato che sfidano le rigide convenzioni di un gusto accademico ormai sull'orlo della decadenza. Tempi di euforia ma anche di incertezza per un'Europa nella quale le teorie antisemite cominciano a prendere piede, sfociando, in meno di quarant'anni, in uno dei periodi più bui della storia. Maria, nipote prediletta dell'ormai defunta Adele, assiste inerme all'invasione dell'Austria da parte dei nazisti; uno per uno, tutti i membri della sua famiglia vengono arrestati o uccisi, mentre i pochi superstiti sono costretti a fuggire all'estero. Il destino pone Maria davanti a un'ardua scelta: cominciare una nuova vita in America, mettendo a tacere per sempre il dolore dei ricordi, oppure combattere con i fantasmi del passato per mantenere viva la memoria dei suoi cari? "La bellezza rubata" segue il dipanarsi di un'eccezionale storia vera lunga più di un secolo, attraverso le vicende di due donne coraggiose. Un romanzo ricco dello stesso controverso magnetismo dei dipinti di Gustav Klimt.

lunedì 24 febbraio 2020

Recensione: Inventario di un cuore in allarme - Lorenzo Marone

Buongiorno lettori!
Si apre oggi una settimana che dire complicata è dir poco. Le notizie che circolano fanno paura, non neghiamolo, ma penso sia anche sensato fermarsi un attimo e riflettere sulla situazione, guardandola in modo un po' più razionale. Fortuna che abbiamo sempre i libri che ci distraggono un po' e ci rallegrano la vita! Ecco oggi vi parlo di un libro adatto per il periodo che stiamo vivendo, Inventario di un cuore in allarme di Lorenzo Marone


INVENTARIO DI UN CUORE IN ALLARME
di Lorenzo Marone
Einaudi | Stile libero big | 296 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €18,00
11 febbraio 2020 | scheda Einaudi

Per un ipocondriaco che vuole smettere di tormentare chi gli sta accanto con le proprie ossessioni, trovare una valvola di sfogo è una questione vitale. Ma come si impara ad affrontare la paura da soli? Forse raccontandosi. È quello che fa Lorenzo Marone, senza timore di mostrarsi vulnerabile, con una voce che all'ansia preferisce lo stupore e il divertimento. Scorrendo l'inventario delle sue fobie ognuno può incontrare un pezzo di sé e partecipare all'affannosa, autoironica ricerca di una via di fuga in discipline e pratiche disparate: dalla medicina alla fisica all'astronomia, dalla psicologia alla religione, dai tarocchi all'astrologia. Alla fine, se esorcizzare del tutto l'angoscia resta un miraggio, possiamo comunque reagire alla fragilità ammettendola. E magari accogliere, con un po' di leggerezza, le imperfezioni che ci rendono unici. Le confessioni comiche, poetiche, paradossali di un «cuore in allarme». Che prende in giro sé stesso mettendo in scena quello che, da Molière a Woody Allen, è sempre stato il più irresistibile dei personaggi tragici.

mercoledì 19 febbraio 2020

Recensione: Gli altri - Aisha Cerami

Buongiorno lettori!
Vi avevo promesso una settimana piena di recensioni? Ed eccomi qui a parlarvi di un'altra delle mie ultime letture, Gli altri di Aisha Cerami. Questa sera l'autrice sarà a Ravenna a presentare il suo romanzo, io volevo andare ma il dottore ha detto riposo quindi non potrò essere presente, ma se siete in zona... ore 18 Biblioteca Classense!


GLI ALTRI
di Aisha Cerami
Rizzoli | Rizzoli narrativa | 288 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €18,00
10 settembre 2019 | scheda Rizzoli


Il Roseto è una piccola oasi di pace, una palazzina circondata da siepi fiorite. I suoi abitanti si conoscono tutti, e non perdono occasione per incontrarsi e scambiarsi ricette, favori, consigli. Alla morte della vecchia Dora, la comunità si stringe per farsi coraggio e allo stesso tempo vibra di curiosità: chi prenderà il suo posto nel piccolo appartamento con vista sul giardino? All'arrivo dei nuovi inquilini - una giovane coppia con un figlio di dodici anni - i condòmini sono pieni di eccitazione, pronti ad accoglierli come membri della loro grande famiglia. Silenziosi, discreti, gentili, "gli altri" sembrano i vicini perfetti... eppure c'è qualcosa che non va. Perché si rifiutano di partecipare a feste e riunioni? Perché lasciano sempre solo il piccolo Antonio? E perché non rispondono al campanello anche quando sono in casa? In poche settimane, l'aria al Roseto diventa elettrica: antiche tensioni che tornano a galla, litigi che scoppiano per un nonnulla, una macchia sospetta che invade la facciata allargandosi a dismisura. E il dubbio cresce: di chi è la colpa? Sono stati "gli stranieri" a portare scompiglio con la loro presenza? O le responsabilità vanno cercate altrove?

lunedì 17 febbraio 2020

Recensione: La confraternita degli storici curiosi - Jodi Taylor

Buongiorno lettori!
Sono viva!! Non avete mie notizie dal recap di inizio mese, dopo di che l'oblio dovuto ad una brutta influenza. Ma io non mollo!! In questi giorni in cui sono forzatamente a casa (che noiaaaaa) ho portato avanti diverse letture, quindi penso che questa settimana ci leggeremo più volte. Anzi iniziamo subito!
Scovato tra le prossime uscite grazie ad Azzurra di Silenzio, sto leggendo, La confraternita degli storici curiosi di Jodi Taylor non poteva che catapultarsi tra le mie letture, grazie anche all'ufficio stampa Corbaccio che mi ha omaggiata di una copia.


LA CONFRATERNITA DEGLI STORICI CURIOSI
(The Chronicles of St Mary's series #1)
di Jodi Taylor 
Corbaccio | Narratori Corbaccio | 377 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €18,60
6 febbraio 2020 | scheda Corbaccio



Dietro la facciata apparentemente innocua dell'Istituto di ricerche storiche Saint Mary, si nasconde ben altro genere di lavoro accademico. Guai, però, a parlare di «viaggio nel tempo»: gli storici che lo compiono preferiscono dire che «studiano i maggiori accadimenti nell'epoca in cui sono avvenuti». E, quanto a loro, non pensate che siano solo dei tipi un po' eccentrici: a ben vedere, se li si osserva mentre rimbalzano da un'epoca all'altra, li si potrebbe considerare involontarie calamite-attira-disastri. La prima cosa che imparerete sul lavoro che si svolge al Saint Mary è che al minimo passo falso la storia vi si rivolterà contro, a volte in modo assai sgradevole. Con una vena di ironia, la giovane e intraprendente storica Madeleine Maxwell racconta le caotiche avventure del Saint Mary e dei suoi protagonisti: il direttore Bairstow, il capo Leon Farrell, Markham e tanti altri ancora, che viaggiano nel tempo, salvano il Saint Mary (spesso - anzi sempre - per il rotto della cuffia) e affrontano una banda di pericolosi terroristi della Storia, il tutto senza trascurare mai l'ora del tè. Dalla Londra dell'undicesimo secolo alla prima guerra mondiale, dal Cretaceo alla distruzione della Biblioteca di Alessandria, una cosa è certa: ovunque vadano quelli del Saint Mary, scoppierà il finimondo.

domenica 2 febbraio 2020

Reading Journal #febbraio

Buongiorno lettori!
E buona domenica. Come avrete notato il Reading Journal di questo mese è slittato di un giorno, ma bisognava dare spazio al primo numero di RiDeLe - Rivista del lettore, un progetto forse un po' pazzo ma fatto con tutto il cuore insieme alle Sciallette. Se volete leggere la rivista (gratuita) potete scaricarla nella colonna qui accanto cliccando sulla copertina o potete andare sul blog RiDeLe - Rivista del lettore dove troverete il numero appena uscito, il modulo per la newsletter in modo da non perdere neanche un numero (tranquilli, non vi romperemo ogni minuto, vi arriverà una mail solo all'uscita di un nuovo numero) e, in futuro, anche tutti i numeri arretrati. Il secondo numero è già in piena lavorazione e ci sono delle vere e proprie chicche....

Ma ora passiamo al Reading Journal di questo mese, con libri letti, libri arrivati e prossime letture!


Anche gennaio non è stato un mese dai grandi numeri, ammetto di essermi un po' impantanata in alcune letture e di aver avuto anche poca concentrazione.


venerdì 31 gennaio 2020

In Agenda a Febbraio 2020

Buongiorno lettori!
Anche gennaio è giunto al termine. Ma solo a me è sembrato durare 90 giorni invece dei canonici 31? INFINITO! Ma il 31 è arrivato e con domani ricominceremo un nuovo mese, affronteremo nuove letture e sopratutto nuove avventure (sorpresona in arrivo... seguite i social!). Quindi è il caso di vedere come spenderemo i nostri soldi (nonostante i buon i propositi di fare economia) e di segnarci le nuove uscite con la rubrica In Agenda. Ma vi ricordo che nel Calendario delle Uscite troverete tutte le uscite che nei prossimi mesi più aspetto!



LA LETTRICE DELLA STANZA 128
di Cathy Bonidan
DeA Planeta Libri | 256 pagine
ebook €8,99 | cartaceo €16,00
4 febbraio 2020 | scheda DeA Planeta Libri


Tutte le sere, cascasse il mondo, Anne-Lise Briard scivola tra le lenzuola e si lascia cullare dalle pagine di un buon libro. È un momento tutto per lei, un rituale al quale non potrebbe mai rinunciare. Perciò, quando nel comodino di un delizioso hotel della costa bretone trova un vecchio plico battuto a macchina, ne approfitta per rimpiazzare il romanzo che, distratta com'è, ha dimenticato di portare con sé da Parigi. Divorare in poche ore l'anonimo dattiloscritto - una struggente storia d'amore - e lasciarsi sedurre dal piccolo mistero che rappresenta per Anne-Lise sono tutt'uno. Ed ecco che, di colpo, un weekend fin troppo tranquillo si trasforma in un'avventura. Sì, perché a pagina 156 di quel racconto così trascinante è annotato un indirizzo - probabilmente quello dell'autore - al quale Anne-Lise decide di rispedire il malloppo, "con tante grazie per la bella lettura che mi ha regalato, sebbene senza volerlo". Ricostruire le peripezie e i passaggi di mano che hanno portato il libro fino a lei non sarà facile, ma Anne-Lise si getta nell'impresa anima e corpo. Per scoprire il segreto di una storia capace di toccare il cuore e le vite di quanti la leggono. E trovare il coraggio di scrivere per sé un finale inaspettato.

mercoledì 29 gennaio 2020

[Bookswiffer] Recensione: Diario di una Lady di Provincia - E.M. Delafield

Buongiorno lettori!
Oggi torna il Bookswiffer, la rubrica stira e ammira, ideata dalla sottoscritta, dalla Bacci di Due lettrici quasi perfette e da Laura La Libridinosa. Ogni mese ognuna di noi tira fuori dalla sua libreria 5 libri che hanno bisogno di una bella spolverata e le altre scelgono per lei una lettura da fare nel mese successivo. Lunedì la Bacci ha fatto la sua recensione (ve la siete persa? Ahi ahi ahi! Eccola QUI), oggi tocca a me! La mia cinquina era la seguente:
  • La vita fino a te, Matteo Bussola
  • Quando arrivi chiama, Anna Mittone
  • I segreti della domestica ribelle, Fiona Mitchell
  • La sirena e Mrs Hancock, Imogen Hermes Gowar
  • Diario di una Lady di provincia - E. M. Delafield
e loro hanno scelto per me: Diario di una Lady di provincia di E. M. Delafield.


DIARIO DI UNA LADY DI PROVINCIA
di E.M. Delafield
Beat | Beat | 187 pagine
ebook €6,99 | cartaceo € 9,00
9 giugno 2016 | scheda Beat

È una madre completamente pazza dei suoi figli, ma a volte la sfiora il sospetto che i suoi "dolci bambini" siano totalmente sprovvisti di senso artistico, visto che ascoltano canzoni come Pazzo pazzo Izzy Azzy riprodotte per la bellezza di quattordici volte consecutive al grammofono. È una moglie fedele e devota, ma a volte la sgomenta il comportamento di suo marito. È un'attenta lettrice, ma di tanto in tanto le capita di fare commenti intelligenti su un romanzo come Orlando finché non lo legge, e si rende conto di non capirci un fico secco. È una casalinga senza macchia e paura, ma le accade spesso di offrire ai suoi ospiti pollo e patate crude. È una donna mondana, capace di stare in società, ma, invitata a una soirée letteraria, le capita di scambiare un'ispettrice sanitaria del governo, vestita con una specie di tappezzeria blu, per il perverso autore di "Sinfonia in tre sessi". È una madre che si sforza di non essere ansiosa coi figli, ma non può fare a meno di confrontare i capelli di sua figlia con quelli di altri pargoli, per scoprire che non esiste al mondo nessun altro che li abbia così dritti e spioventi come la sua bambina. È, insomma, la nostra cara, inarrestabile Lady di provincia, capace di assecondare il marito brontolone e accudire le sue piccole pesti organizzando feste, disastrosi pic-nic sotto la pioggia, esilaranti incontri parrocchiali.

lunedì 27 gennaio 2020

Recensione: Caterina D'Aragona - Alison Weir

Buongiorno lettori!
Il libro di cui vi parlerò oggi è stata una lettura un po' strana, che ho preso e abbandonato un paio di volte, ma non perchè non mi piacesse, semplicemente perchè è stata inframmezzata dalla lettura di altri due libri giunti nella mia libreria e che non potevano proprio aspettare. Quella di Caterina D'Aragona di Alison Weir è stata quindi una lettura bella lunga, anche per la mole del libro stesso, ma non per questo meno entusiasmante.


CATERINA D'ARAGONA
(Le sei regine Tudor, #1)
di Alison Weir
Beat | SuperBeat | 654 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €19,00
17 gennaio 2019 |  scheda Beat


Inghilterra, 1501. In piedi sul ponte della nave, con le ciocche di capelli rosso e oro che le sferzano il viso, Caterina d'Aragona, figlia di Ferdinando il Cattolico e d'Isabella di Castiglia, scruta con trepidazione la costa inglese, domandandosi cosa le riserverà il futuro. Promessa sposa dell'erede al trono, il Principe Arturo, Caterina sa che sarà suo dovere dimenticare la Spagna e adeguarsi agli usi e costumi del nuovo regno, di cui un giorno sarà regina. Giunta a Londra, tuttavia, la giovane fatica a mascherare lo sgomento quando si trova davanti il futuro marito: Arturo è gracile e smunto e, alla luce fioca delle candele, Caterina nota che le gote non sono affatto rosee, come apparivano nel ritratto che le ha donato, bensì bianche, accese solo da un rossore febbrile. Ben diverso da Arturo è il fratello minore, il Principe Enrico, di stazza robusta e innegabile fascino, capace di suscitare in Caterina un inspiegabile turbamento, quel turbamento che sempre si prova dinnanzi a coloro che ci sono destinati. Otto anni dopo sarà infatti Enrico, salito al trono come Enrico VIII, a sposare Caterina, e con lei regnerà per sedici anni, prima che l'arrivo a corte della seducente e intrigante Anna Bolena, intenzionata a fare breccia nel cuore del re, muti le sorti del regno, segnando per sempre il futuro di Caterina. Imprigionata da Enrico nel castello di Kimbolton, ripudiata e spogliata di ogni privilegio, Caterina non rinuncerà mai a farsi chiamare Regina, mentre intorno a lei andrà raccogliendosi un notevole ancorché violentemente represso consenso popolare... Attraverso pagine capaci di evocare un mondo perduto pieno di splendore e brutalità, e una corte in cui l'amore - o il gioco dell'amore - dominava su tutto, Alison Weir dà vita a un romanzo storico sulla tumultuosa vita della Regina Caterina d'Aragona, sposa devota fino alla fine e unica «vera» moglie di Enrico VIII.

giovedì 23 gennaio 2020

Recensione: La piccola farmacia letteraria - Elena Molini

Buongiorno lettori!
Dopo essermi ripresa dalle gioie bolognesi e dalla fine del nuovo libro di Manzini (Rocco!!), mi sono buttata a capofitto nella lettura di uno tra i libri più chiacchierati del periodo. Un libro che parla di librerie e libri e che, grazie alla storia che ha dietro, è diventato un piccolo caso editoriale. Sto parlando ovviamente de La piccola farmacia letteraria di Elena Molini, per la cui copia ringrazio l'ufficio stampa Mondadori.


LA PICCOLA FARMACIA LETTERARIA
di Elena Molini
Mondadori | Novel | 276 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €19,00
14 gennaio 2020 | scheda Mondadori


A volte il treno dei sogni passa prima che tu riesca a raggiungere la stazione. Allora hai due possibilità: guardarlo andare via per sempre, oppure percorrere quel binario a piedi e continuare a rincorrere i tuoi desideri. E così decide di fare Blu Rocchini - sì, proprio Blu, come il colore -, che vive a Firenze insieme ad altre tre ragazze, tutte più o meno trentenni, tutte più o meno alle prese con una vita sentimentale complicata. Blu ha un sogno: lavorare nel mondo dei libri. Ci ha provato con una breve esperienza in una casa editrice specializzata e, ancora, in una grossa catena di librerie. Poi la decisione: aprire una libreria tutta sua. Ma la vita è difficile per una piccola libreria indipendente... finché Blu ha un'intuizione: trasformare i libri in "farmaci", con tanto di indicazioni terapeutiche e posologia, per curare l'anima delle persone. Nasce così la Piccola Farmacia Letteraria, che si rivela subito un grandissimo successo. Peccato che ora Blu abbia altro per la testa: come fare a ritrovare il meraviglioso ragazzo che sembra uscito dalle pagine del "Grande Gatsby" e con cui ha trascorso una serata indimenticabile, ma al quale non ha chiesto il numero di telefono? Blu scoprirà che i sogni, a volte, sono molto più vicini di quanto si possa immaginare. Basta saperli riconoscere.
 

venerdì 17 gennaio 2020

Recensione: Ah l'amore l'amore - Antonio Manzini

Buongiorno lettori!
Finalmente venerdì! Perchè finalmente? Beh, domani sarà il Bologna Day!! Sarò a Bologna ma non sarò da sola... Seguitemi su Instagram per vedere con chi sarò e soprattutto quali libri compreremo (ciao risparmio, alla prossima volta eh). 
Ma sono felice che sia venerdì anche per un altro motivo. Ieri mi è arrivata da Sellerio (che ringrazio!) la mia copia del nuovo libro di Antonio Manzini e, dopo una sessione di lettura serrata, oggi posso finalmente sclerare con voi per il ritorno di Rocco Schiavone in Ah l'amore l'amore


AH L'AMORE L'AMORE
di Antonio Manzini
Sellerio Editore | La memoria | 335 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €15,00
9 gennaio 2020 | scheda Sellerio 

Rocco Schiavone, vicequestore ad Aosta, è ricoverato in ospedale. Un proiettile lo ha colpito in un conflitto a fuoco, ha perso un rene ma non per questo è meno ansioso di muoversi, meno inquieto. Negli stessi giorni, durante un intervento chirurgico analogo a quello da lui subito, un altro paziente ha perso la vita: Roberto Sirchia, un ricco imprenditore che si è fatto da sé. Un errore imperdonabile, uno scandalo clamoroso. La vedova e il figlio di Sirchia, lei una scialba arricchita, lui, molto ambizioso, ma del tutto privo della energia del padre, puntano il dito contro la malasanità. Ma, una sacca da trasfusione con il gruppo sanguigno sbagliato, agli occhi di Rocco che si annoia e non può reprimere il suo istinto di sbirro, è una disattenzione troppo grossolana. Sente inoltre una profonda gratitudine verso chi sarebbe il responsabile numero uno dell'errore, cioè il primario dottor Negri; gli sembra una brava persona, un uomo malinconico e disincantato come lui. Nello stile brusco e dissacrante che è parte della sua identità, il vicequestore comincia a guidare l'indagine dai corridoi dell'ospedale che clandestinamente riempie di fumo di vario tipo. Se si tratta di delitto, deve esserci un movente, e va ricercato fuori dall'ospedale, nelle pieghe della vita della vittima. Dentro i riti ospedalieri, gli odori, il cibo immangiabile, i vicini molesti, Schiavone si sente come un leone in gabbia. Ma è un leone ferito: risulta faticoso raccogliere gli indizi, difficile dirigere a distanza i suoi uomini, non può che affidarsi all'intuito, alle impressioni sulle persone, ai dati sul funzionamento della macchina sanitaria. E l'autore concede molto spazio alla psicologia e alle atmosfere. Rocco Schiavone ha quasi cinquant'anni, certe durezze si attenuano, forse un amore si affaccia. Sullo sfondo prendono più rilievo le vicende private della squadra. E immancabilmente un'ombra, di quell'oscurità che mai lo lascia, osserva da un angolo della strada lì fuori.

martedì 7 gennaio 2020

Recensione: Tutto sarà perfetto - Lorenzo Marone

Buongiorno lettori!
E anche Natale e Capodanno sono passati. A ben vedere il 2020 non mi sembra tanto diverso dall'anno precedente ma diamogli ancora il beneficio del dubbio. 
Archiviate le festività torniamo a parlare di libri. Oggi in particolare vi parlerò di un libro che mi aspettava da questa estate e la cui lettura, per un motivo o per l'altro, ho posticipato anche troppo. Si tratta di Tutto sarà perfetto di Lorenzo Marone


TUTTO SARÀ PERFETTO
di Lorenzo Marone
Feltrinelli | I narratori | 298 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €16,50
30 maggio 2019 | scheda Feltrinelli



La vita di Andrea Scotto è tutto fuorché perfetta, specie quando c'è di mezzo la famiglia. Fotografo quarantenne, single e ostinatamente immaturo, Andrea ha sempre preferito tenersi alla larga dai parenti: dal padre Libero, comandante di navi a riposo, procidano, trasferitosi a Napoli con i figli dopo la morte della moglie, e dalla sorella Marina, sposata, con due bambine e un evidente problema di ansia da controllo. Quando però Marina è costretta a partire e a lasciare il padre gravemente malato, tocca ad Andrea prendere il timone. È l'inizio di un fine settimana rocambolesco, in cui il divieto di mangiare dolci e fritti imposto da Marina è solo uno dei molti che vengono infranti. Tallonato da Cane pazzo Tannen, un bassotto terribile che ringhia anche quando dorme, costretto a stare dietro a un padre che si rifiuta di farsi trattare da infermo e che continua a sorprenderlo con richieste imprevedibili, Andrea sbarca a Procida e ritorna dopo anni tra le persone e i luoghi dell'infanzia, sulla spiaggia nera che ha fatto da sfondo alle sue prime gioie e delusioni d'amore e tra le case colorate della Corricella scrostate dalla salsedine. E proprio in mezzo a quei contrasti, in quell'imperfetta perfezione che riporta a galla ferite non rimarginate ma anche ricordi di infinita dolcezza, cullato dalla brezza che profuma di limoni, capperi e ginestre e dal brontolio familiare della vecchia Dyane della madre, Andrea trova finalmente il suo equilibrio.