martedì 24 marzo 2020

Recensione: La ricamatrice di Winchester - Tracy Chevalier

Buongiorno lettori,
è qualche giorno che non scrivo in queste mie pagine, ma è stato ed è un periodo un po' complicato (non solo per le limitazioni a cui tutti siamo sottoposti) e la testa è stata altrove per diverso tempo. Ma ora sono proprio felice di tornare qui a parlare di libri. Oggi in particolare vi parlo di un libro dalla copertina bellissima ma che mi ha lasciato con l'amaro in bocca: La ricamatrice di Winchester di Tracy Chevalier.


LA RICAMATRICE DI WINCHESTER
di Tracy Chevalier
Neri Pozza | I narratori delle tavole | 287 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €18,00
16 gennaio 2020 | scheda Neri Pozza

Winchester, 1932. A trentotto anni Violet Speedwell sembra ormai inesorabilmente destinata a un’esistenza da zitella. La Grande Guerra ha preteso il suo tributo: il suo fidanzato, Laurence, è caduto a Passchendaele insieme a migliaia di altri soldati, e ora le «donne in eccedenza» come lei, donne rimaste nubili e con scarse probabilità di convolare a nozze, sono ritenute una minaccia, se non una vera e propria tragedia per una società basata sul matrimonio.
Dopo essersi lasciata alle spalle la casa di famiglia di Southampton, e le lamentele della sua soffocante madre, ferma all’idea che dovere di una figlia non sposata sia quello di servire e riverire i genitori, Violet è più che mai intenzionata a vivere contando sulle proprie forze.
A Winchester riesce in breve tempo a trovare lavoro come dattilografa per una compagnia di assicurazione, e ad aver accesso a un’istituzione rinomata in città: l’associazione delle ricamatrici della cattedrale.
Fondata dalla signorina Louisa Pesel e diretta con pugno di ferro dall’implacabile signora Biggins, l’associazione, ispirata a una gilda medievale, si richiama a un’antica tradizione: il ricamo di cuscini per i fedeli, vere e proprie opere d’arte destinate a durare nei secoli. Sebbene la Grande Guerra abbia mostrato a Violet come ogni cosa sia effimera, l’idea di creare con le proprie mani qualcosa che sopravviva allo scorrere del tempo rappresenta, per lei, una tentazione irresistibile.
Mentre impara la difficile arte del ricamo, Violet stringe amicizia con l’esuberante Gilda, i capelli tagliati alla maschietta, la parlantina svelta e un segreto ben celato dietro i modi affabili, e fa la conoscenza di Arthur, il campanaro dagli occhi azzurri e luminosi come schegge di vetro. Due incontri capaci di risvegliare in lei la consapevolezza che ogni destino può essere sovvertito se si ha il coraggio di sfidare i pregiudizi del tempo. Due incontri che insegnano anche che basta a volte un solo filo per cambiare l’intera trama di una vita.

mercoledì 11 marzo 2020

[Bookswiffer] Recensione: Kitchen Confidential. Avventure gastronomiche a New York - Anthony Bourdain

Buongiorno lettori!
Che vi aspettate il mio pippozzo sulla situazione? Ebbene vi stupirò, io non vi dirò niente perchè non sono un esperto e lascio a chi lo è il compito di informare su cosa stia succedendo. Dal mio vi dico solo di stare a casa e di ragionare bene prima di fare qualsiasi cosa. 

Ora che alla fine vi ho detto anche la mia (ma avanti, pensavate di peggio) arriviamo al post di oggi. Questo mese mi sono preparata in anticipo e ho già letto il libro per Bookswiffer, la rubrica più intelligente che ci sia perchè sta a casa e non va a fare file assurde in giro! Come ogni mese Laura La Libridinosa e la Bacci di Due Lettrici quasi perfette hanno scelto per me una lettura tra le cinque proposte. La mia cinquina per questo mese era:

  • Il mio anno di riposo e oblio - Ottessa Moshfegh, Feltrinelli
  • Kitchen Confidential - Anthony Bourdain, Feltrinelli
  • La vita fino a te - Matteo Bussola, Einaudi
  • Meglio soffrire che mettere in un ripostiglio il cuore - Susanna Casciani, Mondadori
  • I segreti della domestica ribelle - Fiona Mitchell, Mondadori
E loro hanno scelto... rullo di tamburi... Kitchen Confidential. Avventure gastronomiche a New York di Anthony Bourdain!... Ma come fate ad indovinare tutte le volte?? Ah, il titolo...


KITCHEN CONFIDENTIAL
AVVENTURE GASTRONOMICHE A NEW YORK
di Anthony Bourdain
Feltrinelli | Universale Economica | 304 pagine
ebook €6,99 | cartaceo € 9,50
26 maggio 2005 | scheda Feltrinelli

Dopo una gioventù dissipata, all'insegna di droghe e contestazione, Bourdain diventa uno dei cuochi più famosi di New York. Questo libro è il racconto di un'avventura culinaria, uno sguardo dietro le quinte che rivela gli orrori della ristorazione, gli ideali traditi e quelli realizzati. L'autore offre al lettore agghiaccianti informazioni su quanto accade all'interno di una cucina (anche quella dei ristoranti più famosi), ma nonostante gli avvertimenti più minacciosi ricorda che il nostro corpo non è un tempio ma un parco-divertimenti e non dobbiamo condannarlo a una vita di rigore e castità alimentare.

giovedì 5 marzo 2020

Recensione: Il collegio - Tana French

Buongiorno lettori!
Oggi vi parlo di un libro che mi ha stupito ma in negativo, primo per la storia, ma di quello ne parleremo tra poco, secondo perchè mi ha fatto fare una cosa che non facevo da un po': mi sono intestardita. Non mi piaceva eppure volevo esserne certa e continuavo testardamente la lettura. Ah si, titolo e autore: Il collegio di Tana French


IL COLLEGIO
di Tana French 
Einaudi | Stile Libero Big | 651 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €21,00
28 maggio 2019 | scheda Einaudi

Il detective Stephen Moran lavora ai Casi Freddi con un unico obiettivo, entrare a far parte della Omicidi della polizia di Dublino. Quello che gli serve è soltanto un'occasione e quando Holly Mackey si presenta nel suo ufficio, sembra che quel momento sia arrivato. Holly ha nuove informazioni sul caso di un ragazzo trovato ucciso l'anno prima nel collegio più prestigioso d'Irlanda. L'indagine, subito riaperta, viene affidata a Moran e Conway, una collega tutt'altro che facile da gestire. Gli indizi portano alla scuola di Holly, alla vita segreta delle ragazze. Ben presto, Moran si troverà invischiato in una rete di gelosie, violenze e misteri.

domenica 1 marzo 2020

Reading Journal #marzo

Buona domenica lettori!
E buon 1 marzo... marzo?? MARZO????? E dove caspiterina è finito febbraio???? No seriamente, qualcuno mi ha rubato un mese e ora lo rivoglio indietro!! Vabbè, mentre risolvo la questione facciamo il recap del mese sparito.....