venerdì 25 settembre 2020

Recensione: Gli insospettabili - Sarah Savioli

Buongiorno lettori!
Dopo una lettura bella corposa mi ci voleva qualcosa di un po' più leggero e soprattutto che mi strappasse più di qualche sorriso. Ed ecco spuntare fuori dalla mia libreria Gli insospettabili di Sarah Savioli.


GLI INSOSPETTABILI
di Sarah Savioli
Feltrinelli | I Narratori | 240 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €16,00
2 luglio 2020 | scheda Feltrinelli

Anna ha quarant'anni, un bimbo, un marito, un gatto, un ficus, e con tutti loro ama chiacchierare vivacemente. La sua vita scorre infatti come ogni altra, se non fosse che, a seguito del formarsi di un piccolo ematoma cerebrale, Anna può comunicare con piante e animali. La sua straordinaria capacità, oltre a offrirle un nuovo sguardo sul mondo, le regala un inaspettato impiego: diventa collaboratrice della squadra del burbero investigatore privato Cantoni, con cui battibecca in continuazione, insieme a quel "quintale d'uomo" di Tonino e all'alano arlecchino Otto, goloso di dolci e incline alla flatulenza. Mentre, sul luogo del delitto, Cantoni e Tonino interrogano parenti e vicini di casa, ecco che Anna di soppiatto parla con il cane della dirimpettaia, con le piante del giardino accanto, con un piccione aspirante suicida, con due vecchie sorelle tartarughe un po' rimbambite... Grazie ai suoi insospettabili informatori, Anna cerca una possibile risposta per la madre di Armando, un trentaquattrenne ex tossicodipendente "precipitato" dalla palazzina in cui viveva. L'ambiente della droga è il punto di partenza di un'indagine che - tra rivelazioni inattese, dialoghi con le più disparate creature sul senso del vivere, un figlio di quattro anni estremamente fantasioso nelle domande e una sorella in perenne crisi sentimentale - Anna, insieme a Cantoni e a Tonino, vede complicarsi in molteplici piste. Come "tante tessere di un puzzle, ma di puzzle tutti diversi fra loro".

lunedì 21 settembre 2020

Recensione: L'ottava vita (per Brilka) - Nino Haratischwili

Buongiorno lettori!
Oggi vi parlo di un bel librone, in tutti i sensi. La lettura mi ha impegnato un bel po' ma devo dire che ne valeva proprio la pena. Si tratta di L'ottava vita (per Brilka) di Nino Haratischwili; ringrazio la Marsilio per la copia del romanzo.


L'OTTAVA VITA (PER BRILKA)
di Nino Haratischwili
Marsilio Editore | Romanzi e racconti | 1148 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €24,00
11 giugno 2020 | scheda Marsilio

La famiglia Jashi deve la sua fortuna (e la sua sfortuna) a una preziosa ricetta per una cioccolata calda molto speciale, destinata a essere tramandata di generazione in generazione con una certa solennità. Gli ingredienti vanno maneggiati con cura, perché quella bevanda deliziosa può regalare l'estasi, ma porta con sé anche un retrogusto amaro... Al tempo degli ultimi zar, Stasia apprende i segreti della preparazione dal padre e li custodisce nel lungo viaggio che, da una cittadina non lontana da Tbilisi, in Georgia, la porta a San Pietroburgo sulle tracce del marito, il tenente bianco-rosso arruolatosi pochi giorni dopo le nozze. È convinta che quella ricetta, come un amuleto, possa curare le ferite, evitare le tragedie e garantire alla sua famiglia la felicità. Ma allo scoppio della Rivoluzione d'ottobre, quando il destino della stirpe degli Jashi cambierà per sempre, capirà che si sbagliava. Tra passioni e violenze, incontri, fughe e ritorni, sei generazioni e sette donne - da Stasia, nata nel 1900, a Brilka, che vedrà la luce nel 1993 - attraversano l'Europa, da est a ovest, fino all'inizio del nuovo millennio, inseguendo i propri sogni e arrendendosi solo alla Storia. Alla ricerca del proprio posto nel mondo, le discendenti del famoso fabbricante di cioccolato percorrono il "secolo rosso", dando vita a una saga familiare avventurosa e tragica, romantica e crudele, in cui per il lettore sarà dolcissimo perdersi, e ritrovarsi.

venerdì 18 settembre 2020

Recensione: Tre passi per un delitto - Cristina Cassar Scalia, Giancarlo De Cataldo, Maurizio de Giovanni

Buongiorno lettori!
Come potete bene vedere in questi giorni non sto recensendo niente, il motivo è molto semplice: sto leggendo un librino di appena 1000 e passa pagine. E si, mi ci vorrà un po' ma vi posso anticipare che è un gran (grazie al cavolo) bel libro! E se sarò tanto brava lunedì ne potrete leggere il mio parere. Ma intanto che ci faccio qua? Recupero la recensione di un libro che ho letto durante l'estate: Tre passi per un delitto di Cristina Cassar Scalia, Giancarlo De Cataldo e Maurizio de Giovanni.


TRE PASSI PER UN DELITTO
di Cristina Cassar Scalia, Giancarlo De Cataldo, Maurizio de Giovanni
Einaudi | Stile Libero Big | 189 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €17,00
14 luglio 2020 | scheda Einaudi

Una giovane bellissima, che lavora nel mondo dell'arte, viene uccisa nel proprio appartamento a Roma. Tre personaggi coinvolti per ragioni diverse nell'omicidio forniscono la loro interpretazione dei fatti. Chi nasconde la verità. Chi la manipola. Chi sembra non curarsene. Il commissario Davide Brandi è un poliziotto molto abile, e molto ambizioso. È lui che conduce le indagini. A dargli la parola è Giancarlo De Cataldo. Marco Valerio Guerra è l'amante della vittima. Un uomo d'affari ricchissimo, potente, odiato. A dargli la parola è Maurizio De Giovanni. Anna Carla Santucci è la moglie di Guerra. Scoprire il tradimento del marito non l'ha stupita affatto. A darle la parola è Cristina Cassar Scalia. Le loro versioni non concordano. Ma tutte rappresentano un piccolo passo per arrivare alla soluzione del caso.

martedì 8 settembre 2020

In Agenda a Settembre 2020

Buongiorno lettori!

Lo so, settembre è iniziato già da una settimana ma solo ora sono riuscita a fare un attimo il punto della situazione e vedere che cosa approderà in libreria durante questo mese. Quindi vediamo insieme i titoli che più mi incuriosiscono, ma vi ricordo che è sempre disponibile il Calendario delle Uscite.



IL RICETTARIO DI GUERRA DI MISS GRAHAM
di Celia Rees
Giunti | A | 552 pagine
ebook € | cartaceo €16,90
9 settembre 2020 | scheda Giunti


Edith Graham ha il profilo perfetto per diventare un spia: è giovane, non è sposata e la sua famiglia conosce da anni il conte Kurt von Stabenow, uno dei più famosi criminali della Seconda guerra mondiale. Reclutata dai servizi segreti, pochi mesi dopo Edith si ritrova in Germania sotto copertura: è un'insegnante di inglese ma in realtà invia messaggi cifrati nascondendoli nel ricettario di Stella Snelling, il nom de plume che già utilizzava per i suoi libri di cucina. Ma più si avvicina al conte, più la sua stessa vita è in pericolo e capire di chi fidarsi diventa sempre più difficile...

martedì 1 settembre 2020

Recensione: La Quattordicesima Lettera - Claire Evans

Buongiorno lettori!!

Ben ritrovati!! Ma ditemi un po', come state? Tutto bene?? Io ho finalmente finito di lavorare, non è stata una stagione lunga, per ovvi motivi, ma è stata piuttosto faticosa, con tante cose da fare, tutte insieme, tanti piccoli nuovi dettagli dovuti al Covid che hanno reso tutto un po' più complicato. Ma ci siamo riusciti e devo dire anche piuttosto bene. Le letture, neanche a dirlo, sono proprio andate a farsi benedire, anche se sono riuscita a portare a termine ben due libri (non ci esaltiamo troppo però...) e oggi vi parlo proprio di uno di questi libri, La quattordicesima lettera di Claire Evans, per la cui copia ringrazio la Neri Pozza (scusandomi per altro per il vergognoso ritardo con cui pubblico la recensione...😅).


LA QUATTORDICESIMA LETTERA 
di Claire Evans
Neri Pozza | I narratori delle tavole | 448 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €18,00
18 giugno 2020 | scheda Neri Pozza


È una mite sera di giugno del 1881, la sera della festa di fidanzamento di Phoebe Stanbury. Mano nella mano di Benjamin Raycraft, il fidanzato appartenente a una delle famiglie più in vista della Londra vittoriana, Phoebe accoglie gli invitati con un sorriso raggiante di gioia. È il suo momento, l'istante che suggella la sua appartenenza alla buona società londinese. Un istante destinato a durare poco. Dalla folla accalcata attorno alla coppia si stacca una sinistra figura, un uomo nudo, sporco di fango e col torace coperto da una griglia di tatuaggi, come un fiore gigante. L'uomo solleva il braccio verso Benjamin, facendo balenare la lama stretta nella mano: «Ho promesso che ti avrei salvato» dice, prima di avventarsi sull'ignara Phoebe e tagliarle la gola con un rapido gesto. La mattina seguente, a pochi chilometri di distanza, William Lamb, ventitré anni e l'ambizione di diventare socio dell'avvocato Bridge una volta completato il praticantato, fa visita a un cliente molto particolare, Ambrose Habborlain, sino a quel momento seguito esclusivamente da Bridge. Si ritrova al cospetto di un uomo dai capelli canuti e dallo sguardo smarrito che, in preda alla paura, gli consegna un misterioso messaggio: «Dite a Bridge che il Cercatore sa».Tornato allo studio, William spera di avere da Bridge delucidazioni sull'oscuro comportamento di Habborlain. Ma, contro ogni aspettativa, l'anziano avvocato viene colto anche lui dal terrore. Con affanno apre l'ultimo cassetto della scrivania, estrae un piccolo cofanetto in legno sul cui coperchio sono intagliati sette cerchi all'interno di un ottavo, a formare un grande fiore, e lo affida a William con la raccomandazione di tenerlo al sicuro e non farne parola con nessuno. Tra rocambolesche fughe, una misteriosa setta disposta a tutto pur di realizzare i propri scopi e un terribile segreto che affonda le sue radici in un lontano passato, William vivrà giorni turbolenti in una Londra vittoriana che, come un gigantesco labirinto di misteri, custodisce antiche leggende e oscure macchinazioni, saperi secolari e nuovi pericolosi intrighi.