giovedì 18 aprile 2019

Recensione: Maledetta felicità - Marianne Power

Buongiorno lettori!
Pasqua si avvicina e la domanda è d'obbligo: avete già preso l'uovo di cioccolato? Io ancora no, spero di riuscire a fare un salto sabato per un classico acquisto dell'ultimo minuto. Sperando ovviamente a) di trovare ancora qualcosa di buono (al latte con le nocciole... gaaaaaa) e b) che la sorpresa non sia l'ennesimo portachiavi.
Ma veniamo a noi e alla recensione odierna. Oggi vi parlo di un libro che non è un vero e proprio romanzo ma una storia vera, Maledetta felicità di Marianne Power. A fine recensione ne troverete un'altra, quella di The secret. Non mi sono ammattita, tranquilli. Ho chiesto Maledetta felicità alla Giunti che, oltre che inviarmi una copia omaggio del libro, mi ha proposto anche un curioso esperimento. Come leggerete dalla sinossi, la protagonista Marianne decide di seguire alla lettera i dettami di 12 libri self help che stazionano nella sua libreria, uno al mese per un anno e vede se funzionano davvero. Ecco, nei giorni precedenti ho pubblicato sul mio profilo Instagram una serie di storie durante le quali affrontavo i precetti di The secret. Alla fine della recensione vi parlerò un po' di questo libro e del mio approccio al magico mondo del Segreto.

Maledetta felicità
di Marianne Power
Giunti | A | 400 pagine
ebook €8,99 | cartaceo €14,90
17 aprile 2019 | scheda Giunti

36 anni, sorridente e solare, un ottimo lavoro come giornalista freelance, una famiglia e pochi, buoni, amici che le vogliono bene. Ecco, questa è Marianne Power. Peccato che lei non si veda così e che abbia un debole per i superalcolici, Netflix e i libri self-help. Una domenica al risveglio da un'allegra sbornia del sabato sera, Marianne si guarda intorno: la camera è in disordine, ci sono abiti e bicchieri ovunque, è andata a letto vestita e non si è nemmeno struccata. Single da anni, sempre in lotta con la bilancia e con i suoi capelli, vive in affitto in un seminterrato e ha il conto perennemente in rosso; che disastro... Com'è possibile che tutti quei libri self-help che ha lì sullo scaffale, letti e riletti e sottolineati, non abbiano avuto alcun effetto sulla sua vita? E che cosa succederebbe se mettesse davvero in pratica quello che dicono? E quindi ecco la soluzione: 12 libri self-help e un anno di tempo per cancellare qualsiasi problema e diventare Perfetta.

lunedì 15 aprile 2019

Recensione: Tante stelle, qualche nuvola - Mattia Ollerongis

Buongiorno lettori!
E buon inizio settimana corta! Le vacanze sono all'orizzonte, resistete! Per quanto mi riguarda la prossima settimana lavorerò, quindi poca gioia. 
Dopo qualche lettura più impegnativa ora ho in programma qualche libro più leggero, ho bisogno proprio di leggerezza, anche se in realtà a volte dietro ad essa si nasconde qualcosa di più. Ne è un esempio Tante stelle, qualche nuvola di Mattia Ollerongis (grazie alla Sperling & Kupfer per la copia).

Tante stelle, qualche nuvola
di Mattia Ollerongis
Sperling & Kupfer | Pandora | 287 pagine
ebook €8,99 | cartaceo €15,90
26 febbraio 2019 | scheda Sperling & Kupfer

Miriam, capelli ricci, rossi e selvaggi, è un'anima fragile e ribelle quanto basta. In venticinque anni ha fatto principalmente due cose: studiato giornalismo e amato Antonio. Ma, a un passo dall'avverarsi del suo sogno più grande, il mondo le crolla addosso. Una vita intera cancellata in ventiquattr'ore. E all'improvviso si trova catapultata in una città tutta nuova. Una città dove ricominciare da capo, Trieste. Qui incontra Davide, un aspirante scrittore, anche lui solo con i suoi disastri. A Miriam basta un attimo per innamorarsi di quel ragazzo dalla voce dolce, delicata, che, nonostante tutto, riesce a tranquillizzarla. Forse è lui la cura. Forse è lui ciò di cui ha più bisogno ora. Forse è lui quello in grado di sistemare il suo caos. Tra una birra vista mare e un bacio rubato, ha inizio la loro bellissima storia d'amore. Tutto sembra andare a meraviglia, finché, un giorno, a Davide si presenta l'occasione della vita e decide di partire per gli Stati Uniti per inseguire una stella cometa. Sembra la fine, eppure il vero amore trova sempre il modo di ritornare, come una carezza al momento giusto.

giovedì 11 aprile 2019

Recensione: Una volta è abbastanza - Giulia Ciarapica

Buongiorno lettori!
Oggi giornata nuvolosa, per fortuna ci sono i libri a tenerci compagna. E proprio di un libro vi voglio parlare oggi: Una volta è abbastanza di Giulia Ciarapica, per la cui copia ringrazio la Rizzoli.

Una volta è abbastanza
di Giulia Ciarapica
Rizzoli | La scala | 365 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €19,00
2 aprile 2019 | scheda Rizzoli 

L'Italia è appena uscita dalla guerra. A Casette d'Ete, un borgo sperduto dell'entroterra marchigiano, la vita è scandita da albe silenziose e da tramonti che nessuno vede perché a quell'ora sono tutti nei laboratori ad attaccare suole, togliere chiodi, passare il mastice. A cucire scarpe. Annetta e Giuliana sono sorelle: tanto è eccentrica e spavalda la maggiore - capelli alla maschietta e rossetti vistosi, una che fiuta sempre l'occasione giusta - quanto è acerba e inesperta la minore, timorosa di uscire allo scoperto e allo stesso tempo inquieta come un cucciolo che scalpita nella tana, in attesa di scoprire il mondo. Nonostante siano così diverse, l'amore che le unisce è viscerale. A metterlo a dura prova però è Valentino: non supera il metro e sessantacinque, ha profondi occhi scuri e non si lascia mai intimidire. Attirato dall'esplosività di Annetta, finisce per innamorarsi e sposare Giuliana. Insieme si lanciano nell'industria calzaturiera, dirigendo una fabbrica destinata ad avere sempre più successo. Dopo anni, nonostante la guerra silenziosa tra Annetta e Giuliana continui, le due sorelle non sono mai riuscite a mettere a tacere la forza del loro legame, che urla e aggredisce lo stomaco. Giulia Ciarapica ci apre le porte di una comunità della provincia profonda: tra quelle colline si combatte per il riscatto e tutti lottano per un futuro diverso. Non sanno dove li porterà, ma hanno bisogno di credere e di andare.

lunedì 8 aprile 2019

Recensione: Le sette morti di Evelyn Hardcastle - Stuart Turton

Buongiorno lettori!
Oggi vi parlo di un libro impegnativo ma veramente particolare, un libro di cui si è parlato molto: Le sette morti di Evelyn Hardcastle di Stuart Turton, per la cui copia ringrazio l'ufficio stampa Neri Pozza.


Le sette morti di Evelyn Hardcastle
di Stuart Turton
Neri Pozza | I narratori delle tavole | 526 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €18,00
28 marzo 2019 | scheda Neri Pozza

Blackheath House è una maestosa residenza di campagna cinta da migliaia di acri di foresta, una tenuta enorme che, nelle sue sale dagli stucchi sbrecciati dal tempo, è pronta ad accogliere gli invitati al ballo in maschera indetto da Lord Peter e Lady Helena Hardcastle. Gli ospiti sono membri dell'alta società, ufficiali, banchieri, medici ai quali è ben nota la tenuta degli Hardcastle. Diciannove anni prima erano tutti presenti al ricevimento in cui un tragico evento - la morte del giovane Thomas Hardcastle - ha segnato la storia della famiglia e della loro residenza, condannando entrambe a un inesorabile declino. Ora sono accorsi attratti dalla singolare circostanza di ritrovarsi di nuovo insieme, dalle sorprese promesse da Lord Peter per la serata, dai costumi bizzarri da indossare, dai fuochi d'artificio. Alle undici della sera, tuttavia, la morte torna a gettare i suoi dadi a Blackheath House. Nell'attimo in cui esplodono nell'aria i preannunciati fuochi d'artificio, Evelyn, la giovane e bella figlia di Lord Peter e Lady Helena, scivola lentamente nell'acqua del laghetto che orna il giardino antistante la casa. Morta, per un colpo di pistola al ventre. Un tragico decesso che non pone fine alle crudeli sorprese della festa. L'invito al ballo si rivela un gioco spietato, una trappola inaspettata per i convenuti a Blackheath House e per uno di loro in particolare: Aiden Bishop. Evelyn Hardcastle non morirà, infatti, una volta sola. Finché Aiden non risolverà il mistero della sua morte, la scena della caduta nell'acqua si ripeterà, incessantemente, giorno dopo giorno. E ogni volta si concluderà con il fatidico colpo di pistola. La sola via per porre fine a questo tragico gioco è identificare l'assassino. Ma, al sorgere di ogni nuovo giorno, Aiden si sveglia nel corpo di un ospite differente. E qualcuno è determinato a impedirgli di fuggire da Blackheath House...

mercoledì 3 aprile 2019

Recensione: Gli scomparsi di Chiardiluna - Christelle Dabos

Buongiorno lettori!
Oggi vi parlo del libro che mi ha tenuto compagnia durante il cambio del mese (e di orario, che mica è poca cosa). Finito Fidanzati dell'inverno ero troppo curiosa di vedere cosa sarebbe successo e non volevo lasciare Ofelia al suo destino, così... tadddàààààà.... si devo rivalutare il sonoro della mia suspense.... ho deciso di continuare subito la serie della Dabos e di leggere Gli scomparsi di Chiardiluna.


Gli scomparsi di Chiardiluna
(L'attraversaspecchi Libro #2)
di Christelle Dabos
Edizioni E/O | 576 pagine
ebook €12,99 | cartaceo €16,00
9 gennaio 2019 | scheda Edizioni E/O


Secondo volume della saga dell'Attraversaspecchi (dopo il primo, "Fidanzati dell'inverno"). Sulla gelida arca del Polo, dove Ofelia è stata sbattuta dalle Decane perché sposi suo malgrado il nobile Thorn, il caldo è soffocante. Ma è soltanto una delle illusioni provocate dalla casta dominante dell'arca, i Miraggi, in grado di produrre giungle sospese in aria, mari sconfinati all'interno di palazzi e vestiti di farfalle svolazzanti. A Città-cielo, capitale del Polo, Ofelia viene presentata al sire Faruk, il gigantesco spirito di famiglia bianco come la neve e completamente privo di memoria, che spera nelle doti di lettrice di Ofelia per svelare i misteri contenuti nel Libro, un documento enigmatico che nei secoli ha causato la pazzia o la morte degli incauti che si sono cimentati a decifrarlo. Per Ofelia è l'inizio di una serie di avventure e disavventure in cui, con il solo aiuto di una guardia del corpo invisibile, dovrà difendersi dagli attacchi a tradimento dei decaduti e dalle trappole mortali dei Miraggi. [NB: Qui c'è uno spoiler che ho preferito censurare ma, se vuoi leggerlo, ti basta evidenziare con il cursore le prossime righe] È la prima a stupirsi quando si rende conto che sta rischiando la pelle e investendo tutte le sue energie nell'indagine solo per amore di Thorn, l'uomo che credeva di odiare più di chiunque al mondo. Sennonché Thorn è scomparso...

lunedì 1 aprile 2019

Reading Journal #aprile


Buongiorno lettori!
Primo giorno della settima e primo giorno del mese. Aprile si prospetta per me un mese intenso, anche perché ricomincerò a lavorare (anche se sarà maggio il vero inizio). Ma parliamo di libri e di Reading Journal
Oramai Instagram è il social del momento e devo dire che è proprio divertente cimentarsi nella fotografia.