Passa ai contenuti principali

Caro 2019...


Caro 2019...
io a voi anni non vi capirò mai! Me le volete proprio tirare fuori dalle mani le sberle. Si sberle, caro mio! Non eri partito male, mi hai fatto fare addirittura un'estate sopportabile. Certo, maggio è stato bello pesante, ma ne sono uscita fuori con la grazia e l'eleganza che mi contraddistinguono...

@giphy.com

... non ho fatto neanche mezza vittima! Quindi diciamo che fino a settembre sei stato un anno caruccio. Ma no, a te non bastava, dovevi strafare, vero? E zacchete! Altro anno di melma! Prima o poi creeranno un girone dell'inferno per anni come te e il 2017... che sia il numero dispari che vi ispira? No ditelo eh, che ci metto un attimo: basta anni dispari, da oggi in avanti si va di due in due. Mi hai fatto passare un autunno schifoso, pieno di paure e ansie. Poi, come se non bastasse, pure poco mi hai fatto leggere. Ma lo sai a quanto sta la mia Challenge di Goodreads mio caro 2019-dei-miei-stivali??? 60!!! SESSANTA!!! Ma ti rendi conto???? Io che zampettavo allegramente intorno al centinaio come "cervo che esce da foresta" (.cit) non ho letto ben 40 libri durante il tuo turno sul calendario!


No basta, dal 2020 io a voi anni non rivolgerò più la parola!! Che poi siete pure permalosi (2016 sta ancora con la testa nel forno... si decidesse a farla finita perchè ha veramente scassato l'anima!).
Caro 2019 (che poi caro a chi?? Manco tua madre ti vuole più!) la vedi la porta là in fondo? Ecco, non la prendere, prendi direttamente l'ascensore... come? Non c'è la cabina al piano? Eh peccato! Ma visto che ci sei.... VAI A MORI' AMMAZZATO INSIEME A 2017!!

Ora voltiamo pagina e pensiamo a te 2020. Parti male, lo sai? Sei bisesto e già i gatti neri quando passi tu si toccano. Quindi vediamo di capirci subito. A me non interessa che cosa vuoi tu, chi sei, o dove vai (possibilmente a fan.... Fantasilandia), stammi lontano! Sappi che ho un plumcake e non ho paura ad usarlo (per chi sa, chi non sa... peccato).


Come tradizione vuole, l'anno qui termina con la letterina all'anno appena trascorso. Anno orribile (Betta ti capisco) soprattutto sul finale. Anno difficile, perennemente in salita, in cui non ne è andata bene una. La situazione a casa è sempre in bilico, ho letto poco, rincorro gli impegni presi manco fossero una fetta di pizza, non sono riuscita a vedere le Sciallette, neanche in formazione ridotta. Insomma, una schifezza.
Ma la speranza in me resta ferma: la speranza che le cose migliorino, che il lavoro continui, almeno lui, sulla buona strada che ha preso, che il blog continui ad essere la mia oasi felice, che il 18 gennaio io sia a Bologna con Laura e la Bacci e con le Sciallette che riusciremo a radunare sotto le due torri, che un progetto super segreto che abbiamo messo in piedi avrà il successo che merita, che le persone negative restino dove stanno cioè fuori dalla porta, che quelle belle continuino a imperversare nelle mie cuffie e nelle chat.
Il 2020 sarà un anno senza Challenge, un anno in cui abbiamo deciso di comune accordo tra Ciambelle di prenderci una pausa, ma magari qualcosa ci inventeremo.. Sarà l'anno in cui aspetterò tante nuove uscite, quello in cui magari non cambierò grafica (siiii, credeteci!!). L'anno in cui magari chi si arroga il diritto di giudicare il lavoro dei blogger si guarderà prima a casa sua.
Da domani un nuovo anno ci aspetta, con una nuova Tbr, una nuova Challenge Goodreads (sempre 100 metto io!!), nuove pagine da scrivere.
Cari lettori, vi auguro un Buon Anno Nuovo, pieno di letture belle e meno belle, perchè anche quelle aiutano a crescere.
Ah, mi raccomando: NIENTE BOTTI!!! Solo biscotti!!

BUON ANNO NUOVO!


Commenti

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

Recensione: La stanza delle mele - Matteo Righetto

Buongiorno lettori,  il libro di cui vi parlerò oggi è uno di quelli su cui devo sempre riflettere un po' perché mi è piaciuto, e molto, ma soprattutto mi ha lasciato... non so bene neanche io cosa ma è una sensazione particolare, un brivido, un magone, insomma qualcosa che me lo ha fatto sfogliare di nuovo terminata la lettura, mi ha fatto rileggere le parti sottolineate. Grazie alla Feltrinelli (anche per la copertina, bellissima e... opaca!) ho potuto leggere in anteprima il nuovo libro di Matteo Righetto , La stanza delle mele , in uscita proprio oggi in tutte le librerie. Spoiler: tenete conto che oggi dovete fermarvi in libreria. 

Recensione: Violeta - Isabel Allende

Buongiorno lettori! Il libro di cui vi parlo oggi esce un po' dalla mia confort zone. Il risultato post lettura è un ni, ma vediamo bene. Si tratta di Violeta di Isabel Allende , per la cui coppia ringrazio l'ufficio stampa Feltrinelli. 

Recensione: Le mogli hanno sempre ragione - Luca Bianchini

Buongiorno Lettori! È ufficialmente arrivato il caldo, ieri ho preso il coraggio a quattro mani e ho tirato fuori il tavolo da giardino con annesse sedie. Si inizia a leggere fuori, bello, comodo, ma che pizza il vicino che ti deve per forza interrompere sul più bello! Io mi munisco di cuffie e via.  Ieri, nel tepore del mio giardino, con le apotte che andavano di margherita in margherita e il cane che sulle margherite ci voleva fare altro (come uccido la poesia io nessuno mai) ho terminato la lettura del nuovo libro di Luca Bianchini , Le mogli hanno sempre ragione , e oggi ve ne parlo, ma prima... grazie all'ufficio stampa Mondadori per la copia del romanzo!