Passa ai contenuti principali

Recensione: La bambina senza cuore - Emanuela Valentini

Buongiorno amici lettori!
Eccomi di nuovo a scrivere una recensione. Questa volta vi parlerò di un bellissimo libro totalmente made in Italy., e cioè La bambina senza cuore di Emanuela Valentini...

La bambina senza cuore

di Emanuela Valentini
ed. Speechless Books
pp. 282
Trama
Whisperwood, 1890. Lola, dodici anni, si risveglia nella buca di neve in cui è stata sepolta. Non ricorda nulla. Sul suo petto una ferita aperta, testimone di un gesto efferato. Whisperwood, 1990. La vita di Nathan, quattordici anni, cambia la sera in cui decide di infrangere il coprifuoco che vige a Whisperwood. L’incontro con Lola, la pallida fanciulla che abita in un cimitero in rovina con un angelo di marmo, un gargoyle e un poeta dall’animo inquieto, sconvolgerà la sua esistenza per sempre. Un viaggio a ritroso nelle pieghe del tempo. Un’antica maledizione. Un tortuoso percorso verso la verità.

Recensione
Quando ho letto dell'uscita di questo libro ho storto un po' il naso, visto che il genere non mi sembrava tanto nelle mie corde. La storia in se non mi dispiaceva, ma l'impronta horror gotic, uhmm...sarà la mia natura tendenzialmente fifona e impressionabile. Tuttavia mi ritrovavo spesso a leggere di questo libro e quindi sono voluta uscire un po' dalla mia bolla di sicurezza e dargli una possibilità. E ho fatto benissimo. 
Partiamo col dire che questo non è solo un libro, è un vero progetto, composto da teso, immagini e suoni. Con il libro infatti è stato creato anche un bellissimo sito internet (http://labambinasenzacuore.altervista.org) in cui trovare non solo il download (gratuito!!) dell'ebook, ma anche illustrazioni, le letture di brani del libro e video. Un vero e proprio viaggio all'interno della storia di Lola e Nathan. Ho apprezzato tantissimo questo lavoro che non solo ci accompagna all'interno del racconto ma ci da anche qualcosa in più. 
Veniamo ora al libro. Sono stata letteralmente conquistata dalla triste storia di Lola, una bimba, un'innocente che si ritrova vittima dell'avidità umana. Già solo dal prologo non si può far ameno di chiedersi quale mistero impregna l'aria di Wisperwood: la scena si apre su un piccolo cimitero isolato, nel momento del funerale di una povera bimba, uccisa non si sa da chi e non si sa perchè; poche persone accompagnano il piccolo feretro, tra queste Emily e sua figlia Rose Maud, una bambina speciale.
Non a caso ho parlato di scena. Leggendo il libro mi sono ritrovata spesso ad immaginarmi il tutto come una rappresentazione teatrale...il cimitero, la camera di Nathan, l'ufficio di William. E su questi fondali si muovono i personaggi, perfettamente delineati e perfettamente immersi in questo mondo fatto di oscurità e nebbia: Lola, la vittima, Nathan, vittima anch'egli delle colpe dei padri, Rose Maud, la vecchietta un po' pazza ma che non si può non amare. Il tutto è decritto in modo semplice e lieve, ma in maniera tale da trasmettere a pieno sensazioni forti e intense: mentre Nathan fugge nel bosco si sente l'odore della terra umida e scivolosa, nel cimitero di Lola si può vedere nell'oscurità lattiginosa della notte il brillare bianco delle lapidi. E ancora, si sente il rintocco dell'orologio del municipio, la solitudine di William, la povertà impolverata di Rose. 
Un libro assolutamente perfetto, da non farsi scappare!

"Il cuore. Una ferita così priva di senso. Un buco vuoto… e allora come poteva essere così bella, così tanto infinitamente bella? E che cos’era se non era viva e non era morta? Lola... Lola senza il cuore"
(tratto da La bambina senza cuore di Emanuela Valentini)
Voto...





Alla prossima
Eliza

Commenti

  1. Sembra davvero interessante!
    Lo scarico e lo leggerò sicuramente! :)
    Bella recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!! E' molto bello! Sono curiosa di vedere cosa ne pensi!^^

      Elimina
  2. Mi intriga non poco. Lo scarico anch'io...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene !!^^ Poi fammi sapere che ne pensi! Io tanto curiosa!!^^

      Elimina
  3. Anche io l'ho inserito tra le letture perché mi ha incuriosito parecchio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto che sta girando molto sul web! Piovono recensioni!!^^

      Elimina
  4. Ciao, questo libro ispira molto anche me, ho visto un sacco di recensioni positive! Peccato che non abbia la possibilità di leggere in e-book! :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo al momento è disponibile solo in ebook, potresti leggerlo in pdf sul computer, però so che non è comodo e fa stancare la vista... :(

      Elimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

Recensione: La stanza delle mele - Matteo Righetto

Buongiorno lettori,  il libro di cui vi parlerò oggi è uno di quelli su cui devo sempre riflettere un po' perché mi è piaciuto, e molto, ma soprattutto mi ha lasciato... non so bene neanche io cosa ma è una sensazione particolare, un brivido, un magone, insomma qualcosa che me lo ha fatto sfogliare di nuovo terminata la lettura, mi ha fatto rileggere le parti sottolineate. Grazie alla Feltrinelli (anche per la copertina, bellissima e... opaca!) ho potuto leggere in anteprima il nuovo libro di Matteo Righetto , La stanza delle mele , in uscita proprio oggi in tutte le librerie. Spoiler: tenete conto che oggi dovete fermarvi in libreria. 

Recensione: Violeta - Isabel Allende

Buongiorno lettori! Il libro di cui vi parlo oggi esce un po' dalla mia confort zone. Il risultato post lettura è un ni, ma vediamo bene. Si tratta di Violeta di Isabel Allende , per la cui coppia ringrazio l'ufficio stampa Feltrinelli. 

Recensione: Le mogli hanno sempre ragione - Luca Bianchini

Buongiorno Lettori! È ufficialmente arrivato il caldo, ieri ho preso il coraggio a quattro mani e ho tirato fuori il tavolo da giardino con annesse sedie. Si inizia a leggere fuori, bello, comodo, ma che pizza il vicino che ti deve per forza interrompere sul più bello! Io mi munisco di cuffie e via.  Ieri, nel tepore del mio giardino, con le apotte che andavano di margherita in margherita e il cane che sulle margherite ci voleva fare altro (come uccido la poesia io nessuno mai) ho terminato la lettura del nuovo libro di Luca Bianchini , Le mogli hanno sempre ragione , e oggi ve ne parlo, ma prima... grazie all'ufficio stampa Mondadori per la copia del romanzo!