Passa ai contenuti principali

Chi ben comincia...#19

Buon pomeriggio amici lettori!
Oggi ho in programma per voi ben due post, la rubrica Chi ben comincia e una recensione. Quindi direi che è meglio iniziare subito.


Per la rubrica Chi ben comincia..., che vi ricordo è stata ideata da Alessia del blog Il profumo dei libri, oggi vi propongo le prime righe di Shopping con Jane Austen di Laurie Viera Rigler...

Shopping con Jane Austen
di Laurie Viera Rigler
ed. Sperling & Kupfer
pp. 323
€ 17,90
Perchè è così buio qui? E quest'odore, poi, sembra lavanda essiccata mista ad amoniaca.
Una porta si spalanca, delle tende vengono tirate rumorosamente. Socchiudo gli occhi nella luce accecante. Una donna robusta con i capelli neri raccolti in una crocchia apre una finestra mentre un uomo più anziano le impartisce ordini. La donna china la testa con aria indifferente, come per nascondersi dalla voce dell'uomo.
Chi sono? Che razza di vestiti indossano?
La donna porta un lungo abito grigio e un ampio grembiule bianco che le arriva fino ai piedi. Il completo e il panciotto dell'uomo sembrano costumi dismessi da una vecchia casa di produzione cinematografica. Anche i suoi occhiali sono antichi.
Ma questo è il meno. E' chiaro che non mi trovo nella mia stanza. 

Oramai avrete intuito la mia leggera passione, fissa...ok ok, ossessione per Jane Austen, e anche questo libro, come il suo seguito, rientra in essa. Ma si dai, ammettiamolo, chi non ha mai fantasticato di ritrovarsi nell'Inghilterra di zia Jane? E' da questo spunto che prende le mosse questo libro, in cui la protagonista si ritrova letteralmente nel corpo di una giovane fanciulla (Jane Mansfield...ricorda qualcuno??) che vive proprio negli anni in cui visse Jane Austen. Questo libro mi è piaciuto moltissimo, anche se immagino che a molti "puristi" abbia fatto arricciare il nasino, invece il sui seguito (In viaggio con Jane Austen, che racconta l'esatto opposto, Jane Mensfield che si ritrova a vivere ai giorni nostri) un po' meno.

Alla prossima
Eliza

Commenti

  1. Concordo! Anche a me questo libro è piaciuto molto e speravo in meglio per il secondo; invece, anch'io sono rimasta delusa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo! Infatti questo l'ho anche ri-letto, il secondo no!^^

      Elimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

Recensione: La stanza delle mele - Matteo Righetto

Buongiorno lettori,  il libro di cui vi parlerò oggi è uno di quelli su cui devo sempre riflettere un po' perché mi è piaciuto, e molto, ma soprattutto mi ha lasciato... non so bene neanche io cosa ma è una sensazione particolare, un brivido, un magone, insomma qualcosa che me lo ha fatto sfogliare di nuovo terminata la lettura, mi ha fatto rileggere le parti sottolineate. Grazie alla Feltrinelli (anche per la copertina, bellissima e... opaca!) ho potuto leggere in anteprima il nuovo libro di Matteo Righetto , La stanza delle mele , in uscita proprio oggi in tutte le librerie. Spoiler: tenete conto che oggi dovete fermarvi in libreria. 

Recensione: Violeta - Isabel Allende

Buongiorno lettori! Il libro di cui vi parlo oggi esce un po' dalla mia confort zone. Il risultato post lettura è un ni, ma vediamo bene. Si tratta di Violeta di Isabel Allende , per la cui coppia ringrazio l'ufficio stampa Feltrinelli. 

Recensione: Le mogli hanno sempre ragione - Luca Bianchini

Buongiorno Lettori! È ufficialmente arrivato il caldo, ieri ho preso il coraggio a quattro mani e ho tirato fuori il tavolo da giardino con annesse sedie. Si inizia a leggere fuori, bello, comodo, ma che pizza il vicino che ti deve per forza interrompere sul più bello! Io mi munisco di cuffie e via.  Ieri, nel tepore del mio giardino, con le apotte che andavano di margherita in margherita e il cane che sulle margherite ci voleva fare altro (come uccido la poesia io nessuno mai) ho terminato la lettura del nuovo libro di Luca Bianchini , Le mogli hanno sempre ragione , e oggi ve ne parlo, ma prima... grazie all'ufficio stampa Mondadori per la copia del romanzo!