Passa ai contenuti principali

Chi ben comincia... #52

Buongiorno amici lettori!
Come vi avevo anticipato ieri, oggi ritorna la rubrica Chi ben comincia... con una piccola rivisitazione, al posto di un libro preso a caso prenderò il libro che sto leggendo e ve ne proporrò l'inizio! Spero che Alessia non me ne voglia per questa piccola variante...

*****

Chi ben comincia... è la rubrica, creata da Alessia del blog Il profumo dei libri, con la quale vi presento l'incipit di un libro preso a caso dalla mia libreria. Ecco le regole della rubrica:


- Prendete un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria (io prenderò il libro che ho in lettura, ma voi sentitevi liberi di prendere quello che volete!)
- Copiate le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe)
- Scrivete titolo e autore per chi fosse interessato
- Aspettate i commenti

*****

Il libro che sto leggendo ora è Love Game di Rossella Leone. L'ho appena iniziato, quindi non vi posso dire ancora nulla, ma intanto ecco l'incipit...


Quel giorno Katia si sentiva più agitata del solito.
– Siamo arrivate! – gridò gioiosa la compagna di viaggio, sbattendo con forza la portiera.
– Non è magnifico qui? – esclamò poi correndo esultante sullo spiazzo erboso. Katia la raggiunse senza troppo entusiasmo. Il lieve senso di disagio provato fino a poco prima si trasformò in marcata angoscia quando si guardò bene intorno:, erano nel cuore della Svizzera, tra montagne puntute e boschi intricati. Intorno a loro, a parte un manto innevato e qualche scoiattolo, il nulla. Non c’era traccia di civiltà per molti, molti chilometri. Troppi.
– Ylaria, dove siamo di preciso? – domandò allarmata. La sua voce risuonò sinistra come il grido di un uccello spaventato.
– Stai tranquilla. Nessun orso ti attaccherà. Dovrebbero già essere tutti in letargo – l’informò seria l’amica, imboccando con scioltezza un viottolo seminascosto da un gruppo di alberi. Da quello che poteva vedere – ed era ben poco – la stradina saliva verso l’alto serpeggiando lungo una collina.
E poi la sua mente si cristallizzò su un dettaglio: Orsi? C’erano degli orsi in quel luogo sperduto?
Senza pensarci si precipitò a rotta di collo verso la compagna guardandosi le spalle con febbrile, ritmica circospezione. Di fronte alla sua espressione atterrita l’amica scoppiò in una fragorosa, forte risata e poi scartò in avanti, distanziandola di qualche metro.
– Sei la solita credulona! – la motteggiò da quella distanza di sicurezza, mimandole smorfie di scherno.
Katia trasalì. – Mi hai preso in giro! – constatò incredula, per metà offesa e per metà sollevata.
– Lascia che ti acchiappi e me la pagherai! – la minacciò ridendo, inseguendola con foga per l’irto sentiero.
Iniziarono a correre spensierate. Katia s’impegnò al massimo per stare dietro a quel corpo scattante ma la neve era come una corda tesa che rallentava i suoi passi e l’aria fredda le sferzava la faccia ricacciandola indietro. Fu una guerra impari contro tutti gli elementi della natura e quando, esausta, raggiunse l’amica, aveva il fiato troppo corto e le gambe troppo fiacche per acciuffarla. Ma, oramai, non aveva più importanza.
– Ci siamo! Ci siamo! – l’informò raggiante Ylaria, raggiungendola.
– Non è bellissimo?

Alla prossima
Eliza


Commenti

  1. Sono sempre a caccia di chick-lit e questo non sembra male :)
    Ne parlò anche Mel di Thebookshelf...
    Aspetto di sentire anche il tuo giudizio ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le prime pagine sono carine, la storia mi piace sembra un po' diversa dal solito, vediamo come prosegue! ^^

      Elimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

Recensione: La stanza delle mele - Matteo Righetto

Buongiorno lettori,  il libro di cui vi parlerò oggi è uno di quelli su cui devo sempre riflettere un po' perché mi è piaciuto, e molto, ma soprattutto mi ha lasciato... non so bene neanche io cosa ma è una sensazione particolare, un brivido, un magone, insomma qualcosa che me lo ha fatto sfogliare di nuovo terminata la lettura, mi ha fatto rileggere le parti sottolineate. Grazie alla Feltrinelli (anche per la copertina, bellissima e... opaca!) ho potuto leggere in anteprima il nuovo libro di Matteo Righetto , La stanza delle mele , in uscita proprio oggi in tutte le librerie. Spoiler: tenete conto che oggi dovete fermarvi in libreria. 

Recensione: Violeta - Isabel Allende

Buongiorno lettori! Il libro di cui vi parlo oggi esce un po' dalla mia confort zone. Il risultato post lettura è un ni, ma vediamo bene. Si tratta di Violeta di Isabel Allende , per la cui coppia ringrazio l'ufficio stampa Feltrinelli. 

Recensione: Le mogli hanno sempre ragione - Luca Bianchini

Buongiorno Lettori! È ufficialmente arrivato il caldo, ieri ho preso il coraggio a quattro mani e ho tirato fuori il tavolo da giardino con annesse sedie. Si inizia a leggere fuori, bello, comodo, ma che pizza il vicino che ti deve per forza interrompere sul più bello! Io mi munisco di cuffie e via.  Ieri, nel tepore del mio giardino, con le apotte che andavano di margherita in margherita e il cane che sulle margherite ci voleva fare altro (come uccido la poesia io nessuno mai) ho terminato la lettura del nuovo libro di Luca Bianchini , Le mogli hanno sempre ragione , e oggi ve ne parlo, ma prima... grazie all'ufficio stampa Mondadori per la copia del romanzo!