Passa ai contenuti principali

Teaser Tuesdays #30

Teaser Tuesdays è una rubrica, ideata dal blog Should Be reading, con la quale vi presenterò, ogni settimana, un breve brano tratto dal libro che sto leggendo in quel momento. Per partecipare basta seguire queste semplici regole:
  1. Prendi il libro che stai leggendo
  2. Apri una pagina a caso
  3. Trascrivi un breve pezzo, facendo attenzione a non fare spoilers
  4. Riporta titolo e autore del libro

Il libro che sto leggendo questa settimana, e da cui vi riporterò un breve estratto, è L'Inverno e la Primavera di Annalisa Caravante, che mi ha gentilmente inviato copia del libro per poterlo recensire...


Il giorno dopo, poco distante dalla stessa piazza, sotto l’edificio dell’università c’erano molti studenti seduti sui gradini, qualcuno aspettava i propri compagni di corso, qualcun altro ripassava una lezione, ma molti sbadigliavano ancora per il troppo sonno. Io non potevo vederli, come non potevo vedere il resto di Napoli, l’unico squarcio che ancora mi restava da osservare era quello che s’intravedeva dalla finestra della camera da letto, quando però potevo alzarmi. Stare a letto era veramente frustrante per me, quel continuo riposare mi deprimeva. Con la nausea che avevo poi era impossibile persino leggere.
- Dove stai andando? - mi chiese quella mattina Federica entrando in camera e vedendomi alzarmi.
- Volevo solo affacciarmi. - risposi scocciata.
- Assunta ha detto che ti sei già alzata troppe volte, perciò non ti muovere dal letto!
- Ma sto bene.
- Tu sì, ma il bambino non lo sappiamo.
- Eh!
- Comunque non devi preoccuparti, noi della famiglia dobbiamo sempre fare attenzione quando siamo incinte, ma poi facciamo dei bellissimi bambini.
Guardando mia sorella con la coda dell’occhio, non confermai quelle parole, restai zitta a guardare la finestra chiusa, mentre Federica, osservandomi incuriosita, mi chiese cosa mi passasse per la testa. Cosa le potevo dire, che non mi sentivo all’altezza di curare un bambino o di essere la moglie di Cristian?
La realtà, ahimè, era che se avessi abortito, non me ne sarebbe importato, allora, me ne stavo in silenzio perché pensavo di essere una persona cattiva. Mio fratello avrebbe trovato sicuramente un motivo a quella mia reazione, ma perché a lui lo avrei detto, mentre a mia sorella e a Cristian non osavo neanche accennarlo:
- Mi scoccio di stare a letto! - mi limitai a rispondere.
- Dai, tesoro mio, devi fare un sacrificio, però poi verrai ricompensata con un bel figlio.
Ebbi i brividi a quella parola, non mi ci vedevo proprio con un piccolo bimbo che dipendeva da me.

Alla prossima
Eliza

Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione: La stanza delle mele - Matteo Righetto

Buongiorno lettori,  il libro di cui vi parlerò oggi è uno di quelli su cui devo sempre riflettere un po' perché mi è piaciuto, e molto, ma soprattutto mi ha lasciato... non so bene neanche io cosa ma è una sensazione particolare, un brivido, un magone, insomma qualcosa che me lo ha fatto sfogliare di nuovo terminata la lettura, mi ha fatto rileggere le parti sottolineate. Grazie alla Feltrinelli (anche per la copertina, bellissima e... opaca!) ho potuto leggere in anteprima il nuovo libro di Matteo Righetto , La stanza delle mele , in uscita proprio oggi in tutte le librerie. Spoiler: tenete conto che oggi dovete fermarvi in libreria. 

Recensione: Violeta - Isabel Allende

Buongiorno lettori! Il libro di cui vi parlo oggi esce un po' dalla mia confort zone. Il risultato post lettura è un ni, ma vediamo bene. Si tratta di Violeta di Isabel Allende , per la cui coppia ringrazio l'ufficio stampa Feltrinelli. 

Recensione: Le mogli hanno sempre ragione - Luca Bianchini

Buongiorno Lettori! È ufficialmente arrivato il caldo, ieri ho preso il coraggio a quattro mani e ho tirato fuori il tavolo da giardino con annesse sedie. Si inizia a leggere fuori, bello, comodo, ma che pizza il vicino che ti deve per forza interrompere sul più bello! Io mi munisco di cuffie e via.  Ieri, nel tepore del mio giardino, con le apotte che andavano di margherita in margherita e il cane che sulle margherite ci voleva fare altro (come uccido la poesia io nessuno mai) ho terminato la lettura del nuovo libro di Luca Bianchini , Le mogli hanno sempre ragione , e oggi ve ne parlo, ma prima... grazie all'ufficio stampa Mondadori per la copia del romanzo!