Passa ai contenuti principali

Chi ben comincia... #30

Chi ben comincia...è la rubrica, creata da Alessia del blog Il profumo dei libri, con la quale vi presento l'incipit di un libro preso a caso dalla mia libreria. Ecco le regole della rubrica:

- Prendete un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria
- Copiate le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe)
- Scrivete titolo e autore per chi fosse interessato
- Aspettate i commenti



Oggi ho deciso di proporvi l'inizio dell'ultimo libro che ho acquistato, e cioè... rullo di tamburi... Regalami una favola di Hester Browne:


Come la stragrande maggioranza delle ragazzine cresciute a scarpette di cristallo e nozze regali, ero convinta che principesse si nasce, non si diventa.Insomma, il punto è tutto qui, no? O nasci geneticamente programmata per indossare diademi, conquistare principi, compiere buone azioni e avere capelli lucenti, oppure no.Persino Cenerentola – di certo non la più favorita a prima vista – aveva «i piedi più piccoli del regno», come un grande faro luminoso puntato su di lei, nell’eventualità remotissima che ci fossero sfuggite la sua dolce umiltà e la sua accecante bellezza.Personalmente, non mi sono mai vista come una principessa. Tanto per cominciare, ero più interessata ai fagioli magici. I miei piedi non erano esattamente piccolissimi, e dopo una dura giornata di giardinaggio non mi sarei fatta problemi a russare allegramente per tutta la notte nemmeno con una zucca sotto il materasso. A essere proprio sincera, l’unico aspetto vagamente principesco della mia famiglia era la cattiva abitudine di darsela a gambe quandole cose minacciavano di trasformarsi di nuovo in zucche.

Si, mi avete scoperto, ho la sindrome della principessa Sissi! Fin da piccola guardavo con occhioni a cuoricino i vestiti con la crinolina e le tiare (che poi, a ben vedere, tanto comodi non devono essere...). Certo, se poi vai a vedere come vanno veramente certe storie un po' ti demoralizzi, però...che bello sognare davanti al Royal Wedding!! E cosi, quando ho visto l'uscita di questo libro non ho resistito...  Spero sia una bella storia!

Alla prossima
Eliza

Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione: La stanza delle mele - Matteo Righetto

Buongiorno lettori,  il libro di cui vi parlerò oggi è uno di quelli su cui devo sempre riflettere un po' perché mi è piaciuto, e molto, ma soprattutto mi ha lasciato... non so bene neanche io cosa ma è una sensazione particolare, un brivido, un magone, insomma qualcosa che me lo ha fatto sfogliare di nuovo terminata la lettura, mi ha fatto rileggere le parti sottolineate. Grazie alla Feltrinelli (anche per la copertina, bellissima e... opaca!) ho potuto leggere in anteprima il nuovo libro di Matteo Righetto , La stanza delle mele , in uscita proprio oggi in tutte le librerie. Spoiler: tenete conto che oggi dovete fermarvi in libreria. 

Recensione: Violeta - Isabel Allende

Buongiorno lettori! Il libro di cui vi parlo oggi esce un po' dalla mia confort zone. Il risultato post lettura è un ni, ma vediamo bene. Si tratta di Violeta di Isabel Allende , per la cui coppia ringrazio l'ufficio stampa Feltrinelli. 

Recensione: Le mogli hanno sempre ragione - Luca Bianchini

Buongiorno Lettori! È ufficialmente arrivato il caldo, ieri ho preso il coraggio a quattro mani e ho tirato fuori il tavolo da giardino con annesse sedie. Si inizia a leggere fuori, bello, comodo, ma che pizza il vicino che ti deve per forza interrompere sul più bello! Io mi munisco di cuffie e via.  Ieri, nel tepore del mio giardino, con le apotte che andavano di margherita in margherita e il cane che sulle margherite ci voleva fare altro (come uccido la poesia io nessuno mai) ho terminato la lettura del nuovo libro di Luca Bianchini , Le mogli hanno sempre ragione , e oggi ve ne parlo, ma prima... grazie all'ufficio stampa Mondadori per la copia del romanzo!