Passa ai contenuti principali

Chi ben comincia...# 38

Chi ben comincia... è la rubrica, creata da Alessia del blog Il profumo dei libri, con la quale vi presento l'incipit di un libro preso a caso dalla mia libreria. Ecco le regole della rubrica:

- Prendete un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria
- Copiate le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe)
- Scrivete titolo e autore per chi fosse interessato
- Aspettate i commenti



L'incipit di questa settimana è tratto da uno dei miei ultimi acquisti, Taken di Erin Bowman, uscito pochi giorni fa, e che non tarderò a leggere...


OGGI è l’ultimo giorno in cui vedrò mio fratello.
Dovrei passare con lui queste ore che ci restano, invece me ne sto nel campo, a guardare un corvo che spolpa la carcassa di un cinghiale. Quell’uccello è disgustoso: lucide penne nere, becco unto. Se volessi, potrei avvicinarmi di soppiatto e tirargli il collo, spezzargli le fragili ossa tra le mani, e neanche si accorgerebbe di me. Ma non serve. Togliere la vita a quel piccolo corpo non salverebbe mio fratello. Blaine è condannato fin dalla nascita.
Come me. Come tutti i ragazzi di Claysoot.
Mi alzo di scatto. Il corvo, spaventato, spicca il volo nel chiarore del primo mattino. Gli scaglio contro una freccia e manco il bersaglio, più o meno di proposito. A dire il vero, non sono migliore di quel corvo, io che cerco cibo dove posso e raccatto ogni pezzetto di carne per nutrire la nostra gente. Se i miei capelli neri fossero penne, potrei persino superare la sua tenebrosa lucentezza.
Non è rimasto molto del cinghiale. La carcassa è stata svuotata dagli animali che hanno banchettato con il ventre. Una zampa posteriore sembra intatta, ma ci sono troppe mosche. Non voglio che in paese stiano male. È un rischio inutile. Soprattutto oggi. L’ultima cosa di cui abbiamo bisogno, alla vigilia di un Sequestro, è ulteriore ansia.
Mi rimetto lo zaino in spalla e mi incammino verso la foresta. I miei scarponi conoscono la strada, e mentre le suole calcano i sentieri familiari, penso a Blaine. Chissà cosa sta facendo, se sta ancora dormendo, aggrappato ai rimasugli di un sogno spensierato. Suppongo di no. Lo aspetta una cosa troppo grossa. Era a letto quando me ne sono andato verso i boschi, prima dell’alba, e mormorava nel sonno.

Sono curiosissima di leggerlo...l'inizio promette bene!

Alla prossima
Eliza

Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione: Come donna innamorata - Marco Santagata

Buon pomeriggio amici lettori, eccomi di nuovo qui con l'ultima recensione per il mese di marzo. Qualche settimana fa avevo prenotato in biblioteca questo libro. Dopo un po', visto che nessuno si faceva vivo dalla biblioteca, ho deciso di fare comunque un salto. E indovinate cosa ho trovato sullo scaffale? Si, proprio lui, il mio libro prenotato. Va beh, lasciamo perdere, anche perché quella mezza giornata in biblioteca è stata qualcosa di assurdo. L'avevo inserito tra le letture di aprile, però alla fine l'ho letto subito ed essendo breve l'ho finito in neanche due giorni. L'argomento esce un po' dalla mia solita sfera d'azione, è infatti incentrato sulla figura di Dante, ma non è un saggio, anche se lo potrebbe un po' sembrare, è un romanzo. Ecco la mia recensione di Come donna innamorata di Marco Santagata . Titolo: Come donna innamorata Autore: Marco Santagata Editore: Guanda Collana: Narratori della Fenice Pagine: 175 Ebook: €

Recensione: La Fortuna - Valeria Parrella

Buongiorno lettori! Riemergo dal mio ritiro lavorativo (e mo si inizia a fare sul serio) per parlarvi di un libro molto particolare. Grazie alla collaborazione con Feltrinelli Editore ho potuto leggere La Fortuna di Valeria Parrella e ora ve ne parlo.

"Non è estate senza te" e "Per noi sarà sempre estate" di Jenny Han

Buona sera amici lettori! Ho una sola parola per voi... Caldo!! Da quanto vedo in giro su Facebook ci sono zone in cui sta piovendo da giorni, in cui è brutto, nuvoloso... qui da me invece è caldo caldissimo, con un sole cocente e un vento bollente che brucia! Ieri soprattutto è stato devastante. Stanotte almeno ha piovuto un pochino, ma oggi sembra essere punto e a capo... Quindi oggi, munita di ventilatore, divano comodo e un bel thè freddo ho deciso che scrivo un po' e poi continuo la lettura del tanto citato La verità sul caso Harry Quebert , che, con appena un anno di ritardo dal resto del mondo, ho finalmente iniziato. Sono solo ai primi capitoli e finora non mi dispiace ma ancora mi deve convincere. Vedremo! Intanto questa sera vi propongo non una ma ben due recensioni. L'altra settimana ho infatti letto Non è estate senza te e Per noi sarà sempre estate di Jenny Han , ultimi due capitoli della The summer trilogy . Visto che li ho letti uno dopo l'altro ho pe