Passa ai contenuti principali

Recensione: Switched. Il segreto del regno perduto - Amanda Hocking

Ciao a tutti!
Oggi ben due recensioni in un'unica giornata. Eh si, visto che sono stata a casa ho approfittato del pomeriggio tranquillo per finire Switched. Il segreto del regno perduto di Amanda Hocking, di cui sicuramente avete già sentito parlare, se non altro per la tenacia dell'autrice nel pubblicarlo prima privatamente e per il successo mediatico che poi ha avuto in breve tempo.

Switched. Il segreto del regno
perduto
di Amanda Hocking
ed. Lain
pp. 320
€ 12,00

Trama
All’età di sei anni, Wendy Everly viene aggredita dalla madre con un affilato coltello da cucina: la vuole uccidere perché è convinta che sia un mostro scambiato nella culla al posto del suo vero figlio. La ragazza sopravvive e la madre viene rinchiusa in una clinica psichiatrica. Sarà solo undici anni più tardi che Wendy capirà che sua madre forse non aveva tutti i torti. Con l’aiuto di un cercatore di Trylle, Finn Holmes, Wendy si ritrova in un mondo di cui non conosceva l’esistenza e scopre finalmente la sua vera identità: è una principessa troll del Clan Trylle, una changeling scambiata con un neonato. Finn la riporta a casa, dov imparerà a usare i poteri che fin dall’infanzia ha saputo di avere. Cosa si prova a passare da una vita ordinaria a diventare una principessa troll?

Recensione
Devo dire che il libro è carino ma personalmente non trovo sia nulla di eccezionale. Sicuramente è una piacevole lettura, ben scritta, ma la storia mi ha poco conquistata. 
La storia parte con uno spunto molto interessante...Wendy ha diciassette anni e ha avuto un'infanzia a dir poco difficile, il padre è morto suicida e la madre, quando aveva 6 anni, ha cercato di ucciderla farneticando che lei non era la bambina che aveva partorito. Da allora Wendy ha sempre vissuto col fratello maggiore Matt e con la zia Maggie, trasferendosi spesso e cambiando scuole. Dopo aver incontrato Finn, Wendy scopre effettivamente di essere stata scambiata alla nascita e di essere una Trylle, cioè un troll. Questo inizio mi è piaciuto molto, primo perchè ci presenta una situazione difficile ma anche molto particolare per la protagonista e poi perchè tra i tanti vampiri, streghe e fate spunta fuori una "creatura" un po' fuori dagli schemi, il troll, quindi non una scelta scontata. 
La storia segue poi una certa linearità, senza eccessive scosse o colpi di scena. E qua sta uno dei difetti di questo libro, è un po' piatto e abbastanza prevedibile. In alcuni momenti mi è sembrata ci fosse una certa fretta ad arrivare in un determinato punto della storia, come se ci fosse un'accellerata improvvisa che però stona con il resto. Inoltre l'ho trovato poco approfondito. L'autrice sfiora appena i personaggi, non li delinea molto, o meglio, ci prova in alcuni momenti, soprattutto con Wendy, ma non ci riesce in pieno. 
La scrittura è comunque piacevole e fluida. 
Leggero sicuramente gli altri due libri per vedere come evolve la storia, sperando che il racconto si faccia un po'più intenso, meno frettoloso. 
Ultima cosa: molto bella la copertina!

Voto...




Alla prossima
Eliza

Commenti

  1. Io c'è l'ho in libreria, dovrò decidermi di leggerlo prima o poi... Ho letto parecchie recensioni che la pensano come te e proprio non mi ispira leggerlo >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No guarda, come lettura è carino, certo non ci si deve aspettare granchè. Io poi do sempre una chance ad un libro, non si sa mai! ^^

      Elimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

Recensione: La stanza delle mele - Matteo Righetto

Buongiorno lettori,  il libro di cui vi parlerò oggi è uno di quelli su cui devo sempre riflettere un po' perché mi è piaciuto, e molto, ma soprattutto mi ha lasciato... non so bene neanche io cosa ma è una sensazione particolare, un brivido, un magone, insomma qualcosa che me lo ha fatto sfogliare di nuovo terminata la lettura, mi ha fatto rileggere le parti sottolineate. Grazie alla Feltrinelli (anche per la copertina, bellissima e... opaca!) ho potuto leggere in anteprima il nuovo libro di Matteo Righetto , La stanza delle mele , in uscita proprio oggi in tutte le librerie. Spoiler: tenete conto che oggi dovete fermarvi in libreria. 

Recensione: Violeta - Isabel Allende

Buongiorno lettori! Il libro di cui vi parlo oggi esce un po' dalla mia confort zone. Il risultato post lettura è un ni, ma vediamo bene. Si tratta di Violeta di Isabel Allende , per la cui coppia ringrazio l'ufficio stampa Feltrinelli. 

Recensione: Le mogli hanno sempre ragione - Luca Bianchini

Buongiorno Lettori! È ufficialmente arrivato il caldo, ieri ho preso il coraggio a quattro mani e ho tirato fuori il tavolo da giardino con annesse sedie. Si inizia a leggere fuori, bello, comodo, ma che pizza il vicino che ti deve per forza interrompere sul più bello! Io mi munisco di cuffie e via.  Ieri, nel tepore del mio giardino, con le apotte che andavano di margherita in margherita e il cane che sulle margherite ci voleva fare altro (come uccido la poesia io nessuno mai) ho terminato la lettura del nuovo libro di Luca Bianchini , Le mogli hanno sempre ragione , e oggi ve ne parlo, ma prima... grazie all'ufficio stampa Mondadori per la copia del romanzo!