Passa ai contenuti principali

Recensione: Il bassotto e la regina - Melania G. Mazzucco

Buongiorno ragazzi!
Qualche tempo fa vi annunciai l'uscita di questo libro di Melania G. Mazzucco Il bassotto e la regina. Visto che in questo periodo sono in vena di favole ho pensato di leggerlo ed ecco la mia recensione...
Il bassotto e la regina
di Melania G. Mazzucco
ed. Einaudi
pp. 101
10,00 euro

Trama
Platone è un bassotto dal pelo lungo e la coda a pennello. Un cane da salotto, di quelli nati per fare compagnia agli uomini. A Yuri, per esempio, studente di filosofia "con gli occhiali sempre appannati". Ma durante le vacanze Yuri segue Ada su una nave da crociera, lasciando il bassotto alle cure del portiere. E proprio nella solitudine della notte di Natale avviene per Platone l'incontro che gli cambierà la vita. Nella cantina del palazzo, il Tatuato nasconde scatoloni pieni di animali di contrabbando: scimmie, iguane, serpenti a sonagli, una vecchia tartaruga leopardo di nome Leo, e lei, la Regina, un'elegante levriera afghana, giovanissima, "poco più che un gomitolo di neve". Per Platone è il colpo di fulmine. Ma il cuore della Regina è altezzoso, e neanche le canzoni che il bassotto intona giorno e notte per tenerle compagnia riescono a sedurla. A raccontarci questa storia tenera e profonda, dal suo osservatorio speciale tra le foglie di un albero, un pappagallo che conosce tutte le lingue del mondo, e tutte le pieghe dell'anima. Una favola per chi crede che niente è impossibile.


Recensione
Leggendo il riassuntino della trama avevo immaginato che sarebbe stata una storia non allegrissima, ma sinceramente non immaginavo neanche questo...E' veramente una storia triste, soprattutto per una col cuoricino di marzapane come me. Sarà che a me gli occhietti di cani gatti, pappagalli, criceti, ricci, ecc mi conquistano in un attimo e mi porterei  a casa tutta l'arca di Noè (per fortuna mia madre mi riporta sempre coi piedi per terra...)....Ma questa storia mi ha letteralmente spezzato il cuore, giuro che ho iniziato a piangere da pagina 3 fino alla fine! Già solo sta cosa che Yuri, il protagonista "umano" della storia, prende e parte per una crociera e lascia il povero bassotto tutto solo a casa...no no non voglio pensarci!! E questo non è il peggio! Ma non ve lo svelerò....vi lascio però un consiglio: se come me avete il cuore tenero e la lacrima facile davanti agli animali allora lasciate perdere!
La storia, tristezza a parte, è una bella storia, ben articolata e ben scritta, quasi una favola, con il avventure e disavventure del nostro piccolo eroe e un bel lieto fine, che almeno ci ripaga della tristezza. La narrazione avviene da un punto di vista particolare, quello di un pappagallo che vola in giro e osserva e narra tutto, giudicando ma anche consigliando. Una trovata per me vincente. 
Il vero protagonista è Platone un bassotto, dolce e semplice e col cuore grande che forse solo gli animali possono avere. 
Il libro in se mi è piaciuto, però mi ha veramente lasciato l'amaro in bocca e una gran tristezza addosso, nonostante il bel finale....Capiamoci, so che certe cose esistono, anzi esiste anche di peggio, ma leggerlo...Per questo ho deciso di assegnare a questo libro 4 gufetti (la mia versione delle 4 stelle), perchè nonostante la tristezza profonda che mi ha lasciato è una bella storia di amore e di amicizia, che ci insegna a non disperare mai e ci lascia anche molto su cui riflettere...

Voto...




Alla prossima
Eliza

Commenti

  1. Oddio io piango con un si e con un no sopratutto per gli animali non per questo ho smesso di vedere film con loro perchè puntualmente piango e non riesco a fermarmi.. quante figuracce ho fatto O.o però se mi dici che ha un lieto fine magari lo inserisco in lista e quando avrò coraggio e racimolato un po' di fazzoletti lo leggo ^_^

    RispondiElimina
  2. Ciao Eliza, anche io avevo parlato di questo libro quando è uscito perché mi aveva colpita e adesso, preparando una montagna di fazzolettini, ho proprio intenzione di leggerlo se non altro per gustarmi il lieto fine dei nostri amici animali ;-)

    RispondiElimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

Recensione: Tutti nella mia famiglia hanno ucciso qualcuno - Benjamin Stevenson

Buongiorno lettori! Come finire questa settimana? Ma con un bel giallo! Oggi vi parlo di una novità Feltrinelli, Tutti nella mia famiglia hanno ucciso qualcuno di Benjamin Stevenson (grazie all'ufficio stampa per la copia del romanzo!)... titolo stuzzicante vero?

Recensione: Come donna innamorata - Marco Santagata

Buon pomeriggio amici lettori, eccomi di nuovo qui con l'ultima recensione per il mese di marzo. Qualche settimana fa avevo prenotato in biblioteca questo libro. Dopo un po', visto che nessuno si faceva vivo dalla biblioteca, ho deciso di fare comunque un salto. E indovinate cosa ho trovato sullo scaffale? Si, proprio lui, il mio libro prenotato. Va beh, lasciamo perdere, anche perché quella mezza giornata in biblioteca è stata qualcosa di assurdo. L'avevo inserito tra le letture di aprile, però alla fine l'ho letto subito ed essendo breve l'ho finito in neanche due giorni. L'argomento esce un po' dalla mia solita sfera d'azione, è infatti incentrato sulla figura di Dante, ma non è un saggio, anche se lo potrebbe un po' sembrare, è un romanzo. Ecco la mia recensione di Come donna innamorata di Marco Santagata . Titolo: Come donna innamorata Autore: Marco Santagata Editore: Guanda Collana: Narratori della Fenice Pagine: 175 Ebook: €

Recensione: Il tempo di tornare a casa - Matteo Bussola

Buongiorno lettori! Il blog è decorato per Natale, la Challenge con Lallì e la Bacci sta per partire, ho iniziato ad aprire il calendario dell'avvento con il cioccolato... direi che dicembre è entrato nel vivo che più vivo non si può.  Udite udite, ho già pronta per voi per parlarne insieme la mia prima lettura del mese... un record! Settimana scorsa mi era arrivato a sorpresa da Einaudi il nuovo libro di Matteo Bussola , Il tempo di tornare a casa . Vediamo insieme cosa ne penso.