Passa ai contenuti principali

Recensione: La stanza segreta dello Zar - Steve Berry

Buongiorno lettori!
Che ne dite, iniziamo maggio con una recensione? Vi parlerò di La stanza segreta dello Zar di Steve Berry, ringrazio la Tre60 che mi ha gentilmente inviato copia del romanzo per questa recensione!

La stanza segreta dello Zar
di Steve Berry
Tre60 | Narrativa Tre60 | 466 pagine
ebook €7,99 | cartaceo €16,60
14 aprile 2016

TRAMA
San Pietroburgo, 1941. È l'ottava meraviglia del mondo e si trova all'interno del Palazzo di Caterina, la residenza estiva degli Zar. Tutti la conoscono come la Camera d'Ambra, perché è interamente rivestita di pannelli d'ambra: sei tonnellate in tutto. Eppure bastano 36 ore a un gruppo selezionato di soldati tedeschi per smontarla, collocarla in 28 casse e spedirla in Germania, dove, alla fine della guerra, scompare. A tutt'oggi, nessuno sa dove sia finita. Atlanta, oggi. Sconvolta dall'improvvisa morte del padre, sopravvissuto agli orrori dell'Olocausto, il giudice Rachel Cutler ha un terribile sospetto: che l'uomo sia stato ucciso perché aveva scoperto qualcosa sul destino della Camera d'Ambra. Possibile che fosse proprio quello il segreto che lo aveva ossessionato per tutta la vita? Decisa a scoprire la verità, Rachel parte per la Germania, dove è sicura di trovare qualche amico del padre in grado di aiutarla. Troverà invece ad attenderla un nido di spie, di killer professionisti e di uomini disposti a tutto pur di mettere mano su quel tesoro d'inestimabile valore...

Come al mio solito appena ho letto dell'uscita di questo libro ho iniziato a saltellare come una pazza. Primo perchè ho letto diversi libri di Berry e, tranne qualche eccezione (una la avevo pure recensita qui), mi piace come scrive, secondo perchè mi intrigava tantissimo la storia della Camera d'ambra. Mi andava poi di buttarmi tra le pagine di un thriller ma con elementi storici, ma che non fosse proprio uno storico... si insomma voi lettori mi avete capito no?

Il libro di Berry mi è piaciuto e mi ha affascinato. La storia è la ricerca intricata e rocambolesca di uno dei più grandi misteri della storia, la Camera d'ambra, una splendida camera composta da pannelli rivestiti da un mosaico d'ambra, uno splendore creato in Germania, finito alla corte degli Zar e trafugato dai nazisti durante la seconda guerra mondiale e poi... E poi sparito nel tentativo di nasconderlo agli alleati. Naturalmente ci sono i cattivi, ci sono i buoni e c'è un grande mistero, tutti gli elementi per un buon thriller che porta il lettore nel cuore della Germania. Succede di tutto, viaggi, fughe, sparatorie, scavi, incursioni in dimore lussuose e ancestrali. Insomma non ci si annoia e il mistero storico ti fa interessare ancora di più a questa avventura e al suo contesto.
Mi sono piaciuti molto i due protagonisti, Rachel e Paul, ex marito e moglie, divorziati più per effetto della noia che per una mancanza di sentimento. Sono perfetti in questa storia, perchè non fanno parte del mondo della Camera d'ambra e della sua ricerca ma ci vengono catapultati un po' per caso un per per destino.
Non è però tutto fantastico, da qui il voto con un punticino in meno che trovate qui sotto. Prima di tutto bisogna sapere che questo libro è stato scritto da Berry ben nel 2003, quindi quando leggete "Giorni nostri" dovrete rapportarlo a ben 13 anni fa. Io all'inizio non mi ero accorta di questo particolare e quindi quando leggevo di cabine telefoniche ma soprattutto del Concorde o di altri particolari che oggi non ci sono più o che sono passati di moda non capivo, vedevo che c'era una discrepanza. Ed eccone il motivo!
L'aspetto che però mi ha dato più noia è la presenza di qualche errore o svista di stampa, niente di clamoroso, ma qua e là ci sono e mi hanno dato un po' fastidio, soprattutto nel momento in cui uno dei personaggi da Monika diventa Marika per poi tornare Monika.
In conclusione, se siete alla ricerca di azione e mistero dade un'occasione a questo romanzo, una storia perfetta per svuotare la mente e buttarsi a capo fitto in un mondo di ladri d'arte, cercatori di tesori e magnifici capolavori.

Voto


Alla prossima



Commenti

  1. anche a me piace il titolo e poi mettici che i romanzi storico- thriller mi piacciono tantissimo, ho fatto bene a metterlo in lista ^_^ :D. Vista anche la tua recensione sono anche più convinta.

    RispondiElimina
  2. Questo thriller storico sembra davvero fantastico!!
    Lo annota subito! :)

    RispondiElimina
  3. non è tanto il mio genere ma tengo presente. Ultimamente spazio molto di più

    RispondiElimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

Recensione: La stanza delle mele - Matteo Righetto

Buongiorno lettori,  il libro di cui vi parlerò oggi è uno di quelli su cui devo sempre riflettere un po' perché mi è piaciuto, e molto, ma soprattutto mi ha lasciato... non so bene neanche io cosa ma è una sensazione particolare, un brivido, un magone, insomma qualcosa che me lo ha fatto sfogliare di nuovo terminata la lettura, mi ha fatto rileggere le parti sottolineate. Grazie alla Feltrinelli (anche per la copertina, bellissima e... opaca!) ho potuto leggere in anteprima il nuovo libro di Matteo Righetto , La stanza delle mele , in uscita proprio oggi in tutte le librerie. Spoiler: tenete conto che oggi dovete fermarvi in libreria. 

Recensione: Le mogli hanno sempre ragione - Luca Bianchini

Buongiorno Lettori! È ufficialmente arrivato il caldo, ieri ho preso il coraggio a quattro mani e ho tirato fuori il tavolo da giardino con annesse sedie. Si inizia a leggere fuori, bello, comodo, ma che pizza il vicino che ti deve per forza interrompere sul più bello! Io mi munisco di cuffie e via.  Ieri, nel tepore del mio giardino, con le apotte che andavano di margherita in margherita e il cane che sulle margherite ci voleva fare altro (come uccido la poesia io nessuno mai) ho terminato la lettura del nuovo libro di Luca Bianchini , Le mogli hanno sempre ragione , e oggi ve ne parlo, ma prima... grazie all'ufficio stampa Mondadori per la copia del romanzo!

Recensione: Violeta - Isabel Allende

Buongiorno lettori! Il libro di cui vi parlo oggi esce un po' dalla mia confort zone. Il risultato post lettura è un ni, ma vediamo bene. Si tratta di Violeta di Isabel Allende , per la cui coppia ringrazio l'ufficio stampa Feltrinelli.