Passa ai contenuti principali

Chi ben comincia... #18

Buona sera amici lettori!!
Come (quasi) tutti i giovedì torna la rubrica Chi ben comincia... ideata da Alessia del blog Il profumo dei libri! Con questa rubrica vi propongo l'inizio di un libro preso a caso dalla mia libreria. Il libro di questa settimana è La signora dei funerali di Madeleine Wickham...

La signora dei funerali
di Madeleine Wickham
ed. Mondadori
pp. 285
€ 9,00
Fleur Daxeny arricciò il naso. Mordendosi il labbro, inclinò la testa di lato e per qualche secondo osservò il proprio riflesso in silenzio. Poi fece una risatina.
"Non riesco a decidermi!" esclamò. "Sono tutti favolosi."
La commessa di Tanto di cappello! scambiò un'occhiata esasperata con il giovane parrucchiere che sedeva nervosamente in un angolo, sopra uno sgabello dorato. Era arrivato nella suite di Fleur mezz'ora prima e stava ancora aspettando di cominciare. La commessa intanto iniziava a chiedersi se non stesse sprecando il proprio tempo.
"Mi piace moltissimo questo con la veletta" disse Fleur all'improvviso, afferrando una minuscola creazione in satin nero con veletta lievemente arricciata. "non è elegante?"
"Molto elegante" confermò la commessa. Con un balzo in avanti, riuscì ad afferrare al volo il cappellino che Fleur stava lasciando cadere sul pavimento.
"Si, molto" fece eco il parrucchiere dal suo angolo, poi diede un'occhiata di nascosto all'orologio. Doveva scendere di nuovo nel salone tra quaranta minuti. Trevor non sarebbe stato contento. Forse avrebbe fatto meglio a telefonare per spiegare la situazione. Forse...
"Va bene!" disse Fleur. "Ho deciso." Sollevò la veletta e sorrise. "Oggi metterò questo."
"Un'ottima scelta, signora" commentò la commessa, sollevata. "E' delizioso."

Madeleine Wickham è il vero nome di Sophie Kinsella, autrice dei vari I love shopping ed è una scrittrice che mi piace leggere, per il suo stile semplice ma ironico. Tuttavia devo dire che prediligo i libri che firma con  lo pseudonimo, mentre quelli che firma con il suo vero nome non sempre mi piacciono (non mi chiedete perchè, rimane un mistero per me come per voi!). Questo l'avevo comprato perchè in offerta, e non ero neanche molto convinta, e invece mi era piaciuto, era divertente ma anche con un tono dolce, soprattutto per il personaggio di Zara, la figlia di Fleur.

Alla prossima
Eliza

Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione: La stanza delle mele - Matteo Righetto

Buongiorno lettori,  il libro di cui vi parlerò oggi è uno di quelli su cui devo sempre riflettere un po' perché mi è piaciuto, e molto, ma soprattutto mi ha lasciato... non so bene neanche io cosa ma è una sensazione particolare, un brivido, un magone, insomma qualcosa che me lo ha fatto sfogliare di nuovo terminata la lettura, mi ha fatto rileggere le parti sottolineate. Grazie alla Feltrinelli (anche per la copertina, bellissima e... opaca!) ho potuto leggere in anteprima il nuovo libro di Matteo Righetto , La stanza delle mele , in uscita proprio oggi in tutte le librerie. Spoiler: tenete conto che oggi dovete fermarvi in libreria. 

Recensione: Violeta - Isabel Allende

Buongiorno lettori! Il libro di cui vi parlo oggi esce un po' dalla mia confort zone. Il risultato post lettura è un ni, ma vediamo bene. Si tratta di Violeta di Isabel Allende , per la cui coppia ringrazio l'ufficio stampa Feltrinelli. 

Recensione: Le mogli hanno sempre ragione - Luca Bianchini

Buongiorno Lettori! È ufficialmente arrivato il caldo, ieri ho preso il coraggio a quattro mani e ho tirato fuori il tavolo da giardino con annesse sedie. Si inizia a leggere fuori, bello, comodo, ma che pizza il vicino che ti deve per forza interrompere sul più bello! Io mi munisco di cuffie e via.  Ieri, nel tepore del mio giardino, con le apotte che andavano di margherita in margherita e il cane che sulle margherite ci voleva fare altro (come uccido la poesia io nessuno mai) ho terminato la lettura del nuovo libro di Luca Bianchini , Le mogli hanno sempre ragione , e oggi ve ne parlo, ma prima... grazie all'ufficio stampa Mondadori per la copia del romanzo!