Passa ai contenuti principali

Chi ben comincia... #2

Buongiorno  a tutti!
Oggi è giovedì e quindi torna l'appuntamento con la rubrica Chi ben comincia, ideata da Alessia del blog Il profumo dei libri.
Vi ricordo le regole da seguire...

  • prendi un libro dalla tua libreria
  • trascrivi le prime righe (possono essere 10, 15, 20 righe)
Per questa settimana ho scelto un classico e cioè Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen. Il motivo è molto semplice, domenica scorsa sarebbe stato il compleanno di Jane Austen, nata il 16 dicembre 1775 a Steventon, inoltre questo libro sta per compiere i 200 anni dalla sua pubblicazione, avvenuta appunto nel 1813, anche se l'autrice ne scrisse una prima stesura (col titolo Firth Impression) quando aveva appena 21 anni. Quindi ho pensato fosse doveroso proporre questo "inizio", tratto da uno dei libri che più amo e che tengo sempre a portata di mano.

E' verità universalmente riconosciuta che uno scapolo ricco abbia bisogno di una moglie.
Per quanto poco si conoscano i sentimenti e le vedute di un tal uomo al suo primo ingresso in un nuovo ambiente, questa verità è così ben radicata nelle mentalità delle famiglie del vicinato, che egli viene subito considerato una proprietà spettante di diritto a una o l'altra delle figlie.
Oroglio e pregiudizo
Jane Austen
ed. Gulliver

Immagino che in molti abbiate letto e riletto questo libro, quindi niente di nuovo, ma ho voluto riproporre questo incipit "universalmente" noto nella speranza che spinga chi non l'ha letto a leggerlo e, perchè no, chi l'ha già letto a rileggerlo.

Piccola nota sulla mia edizione: io ho questa edizione della Gulliver che ho acquistato credo quando avevo 12-13 anni, trovandola in un cestone dei libri in stra- sconto al supermercato (povera Jane!), ma devo dire che è una delle migliori che ho letto, soprattutto perchè, udite udite, non italianizza i nomi! E si, ho visto edizioni in cui la protagonista veniva chiamata Elisabetta Bennet...orrore!! 

Alla prossima
Eliza

Commenti

  1. Ciao Eliza,
    hai fatto benissimo a proporre questo incipit!!!
    Un romanzo senza tempo, bellissimo, di sicuro in cima alla lista dei miei libri preferiti ;-)... ogni tanto lo riprendo in mano ed è sempre come leggerlo la prima volta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo!! Jane Austen è stata la prima scrittrice che ho letto di mia spontanea volontà (quindi non per la scuola), solo per il gusto di leggere e me ne sono innamorata!

      Elimina
  2. Eliza che bell'idea che hai avuto....

    Ma ti prego, dimmi che non è vero che hanno tradotto il nome della protagonista in italiano... Dimmi che non è vero.... E' una cosa allucinante, che cosa orrenda :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, l'aveva una mia amica, ma non ricordo l'edizione...poi c'era Jane che diventava Giovanna e Mary Maria, Charlotte Carlotta,...una cosa allucinante! Penso cmq che fosse la ristampa di una vecchia edizione, almeno lo spero! Però da allora, quando compro un classico ci guardo sempre ai nomi, se son italianizzati, poso il libro e ne cerco un altro! :)

      Elimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

Recensione: La stanza delle mele - Matteo Righetto

Buongiorno lettori,  il libro di cui vi parlerò oggi è uno di quelli su cui devo sempre riflettere un po' perché mi è piaciuto, e molto, ma soprattutto mi ha lasciato... non so bene neanche io cosa ma è una sensazione particolare, un brivido, un magone, insomma qualcosa che me lo ha fatto sfogliare di nuovo terminata la lettura, mi ha fatto rileggere le parti sottolineate. Grazie alla Feltrinelli (anche per la copertina, bellissima e... opaca!) ho potuto leggere in anteprima il nuovo libro di Matteo Righetto , La stanza delle mele , in uscita proprio oggi in tutte le librerie. Spoiler: tenete conto che oggi dovete fermarvi in libreria. 

Recensione: Le mogli hanno sempre ragione - Luca Bianchini

Buongiorno Lettori! È ufficialmente arrivato il caldo, ieri ho preso il coraggio a quattro mani e ho tirato fuori il tavolo da giardino con annesse sedie. Si inizia a leggere fuori, bello, comodo, ma che pizza il vicino che ti deve per forza interrompere sul più bello! Io mi munisco di cuffie e via.  Ieri, nel tepore del mio giardino, con le apotte che andavano di margherita in margherita e il cane che sulle margherite ci voleva fare altro (come uccido la poesia io nessuno mai) ho terminato la lettura del nuovo libro di Luca Bianchini , Le mogli hanno sempre ragione , e oggi ve ne parlo, ma prima... grazie all'ufficio stampa Mondadori per la copia del romanzo!

Recensione: Violeta - Isabel Allende

Buongiorno lettori! Il libro di cui vi parlo oggi esce un po' dalla mia confort zone. Il risultato post lettura è un ni, ma vediamo bene. Si tratta di Violeta di Isabel Allende , per la cui coppia ringrazio l'ufficio stampa Feltrinelli.