Passa ai contenuti principali

I VOSTRI libri da NON comprare!

Buon pomeriggio amici lettori e buona domenica!
Una settimana fa vi avevo proposto un post sui libri da NON comprare, un elenco semi serio (molto semi, poco serio) di tutti quegli elementi che tengo d'occhio quando in libreria devo scegliere quale libro portarmi a casa, cercando così di evitare di svuotare gli scaffali (e il conto in banca).

Vi avevo invitato a lasciare nei commenti i vostri punti, cosa evitate al momento dell'acquisto, in modo da poter fare un elenco aggiornato. Avete partecipato in tanti  a questo piccolo gioco e devo dire che se alcune cose me le immaginavo, altre mi hanno colto più di sorpresa se non altro perché non ci avevo pensato. 
Naturalmente la discriminante principale è la copertina, normale, è la prima cosa che ci attrae in un libro nonché la prima che vediamo e quindi valutiamo. Poi ci sono titoli e autori. Sono rimasta stupita che nessuno abbia fatto cenno alla casa editrice: in questi mesi leggo qua  e là tante critiche nei confronti di alcune e pensavo di ritrovarle anche qui, invece no. Curioso...

Ma bando agli indugi, lo so che state fremendo (*si, credici*), quindi prendete carta e penna o accendete la stampante, è arrivato il momento dei VOSTRI LIBRI DA NON COMPRARE!!

  • I libri del momento, quelli di cui tutti parlano e sparlano
  • Libri di autori non amati in passato
  • Autobiografie di gente di spettacolo
  • Libri consigliati con insistenza dai librai
  • Libri con copertina pseudo sexy e/o romantico-melassa, con coppie avvinghiate e pettorali troppo in vista
  • Libri con in copertina ragazze di schiena
  • Libri strombazzati in Tv
  • Libri con il "cibo" nel titolo
  • Libri da passaparola eccessivo
  • Libri con uomini senza maglietta in copertina
  • Libri con il nome Tiffany nel titolo
  • Libri di comici o persone della Tv
  • Libri osannati dalle amiche
  • Libri con le farfalle nella cover
  • Libri con scene romantiche in copertina o con primi piani
  • Libri di moda
  • Libri che nel titolo hanno parole come "Profumo", "sapore", ecc.
  • Biografie di personaggi morti, fatte solo per fare soldi
  • Libri con su scritto "l'Hunger game italiano"
  • Libri "americanate" che pretendono di insegnarti di tutto e di più
  • Libri con titoli chilometrici, in genere che riportino più di un "di/dei/della"
Alcuni punti me li aspettavo, altri meno, su alcuni (molti) sono assolutamente d'accordo (peste colga il prossimo Hunger games italiano, basta e avanza quello originale!), su altri invece ancora ci casco (ma giuro, sto cercando di smettere). 
Una cosa che ho notato con questo piccolo sondaggio è che noi lettori siamo esigenti, e grazie al cielo! Non ci accontentiamo, o almeno non tutti, dell'ennesimo libro simil 50 sfumature e via dicendo. Eppure questi, come tanti libri indicati nell'elenco sopra, vendono e pure tanto. Ok, il mio bacino d'utenza non è così enorme da poter creare una statistica decente, però veramente pensiamoci. Leggiamo ovunque critiche verso quei libri considerati "letteratura da supermercato" o proprio "non-letteratura" eppure basta aprire la classifica delle vendite di qualsiasi giornale, rivista, libreria o sito internet, e chi ti spunta? Si proprio lei, la ragazza avvinghiata al bel palestrato, il libro osannato dai blog e dalle riviste di mezzo mondo, l'americanata, lo pseudo-erotico, che bello sorridente ammicca da una delle posizioni più alte, il maledetto... Siamo noi i bugiardi e sotto sotto li compriamo o sono le classifiche ad avere poco senso? Penso ci sia semplicemente una terza opzione, i lettori non sono tutti uguali e per 10 che additano come spazzatura una determinata serie di pubblicazioni nostrane o meno, 100 corrono in libreria (o al supermercato, perché c'è anche da dire questo, sono libri facilmente reperibili, tra un po' anche dal dentista te li vendono!) il giorno dell'uscita bramando la loro dose di sesso, romanticismo e lacrime (spesso mischiate tra loro, ma questa è un'altra storia...). 
Naturalmente siete liberi di lasciarmi la vostra opinione qui nei commenti!


Io ringrazio tutti coloro che hanno letto il post precedente e che lo hanno commentato con i loro consigli (piccola nota: nell'elenco qui sopra non ho messo i nomi di tutti coloro che hanno commentato, ma i commenti rimangono visibili nel primo post, e ringrazio anche le ragazze che hanno commentato nella pagina Facebook del blog LaLibridinosa di quell'amore di Laura che mi ha avvertito!)!!

Alla prossima
Eliza


Commenti

  1. Credo tu abbia fatto delle riflessioni molto acute! Io credo semplicemente che la "statistica" dei commenti delle blogger non sia molto veritiera perchè non tiene conto di tutta quella enorme fascia di persone che non si avvicina ai pc... mamme, nonne, zie... perfino coetanee che leggono solo per svagarsi un po'. I libri "sciocchi" non mi piacciono, ma vanno bene per chi legge e non si aspetta niente.
    I lettori più esigenti, invece, scrivono blog e recensioni, fanno critiche... e fanno liste di motivi per non comprare un libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, c'è anche tutta quella fetta di "pubblico" che non da la sua opinione su social e via dicendo.

      Elimina
  2. Un altro bel post vedo ♥ Ovviamente non mi ricorderò tutti questi punti ma c'è un fondo di verità in tutto questo! :P

    RispondiElimina
  3. Io non compro i libri pubblicati a spese dell'autore, i libri del Totti di turno, i libri di auto aiuto per donne, i libri stile Costanza Miriano, i libri tipo le sfumature di grigio, i paranormal romance e simili.

    RispondiElimina
  4. Questa lista sarebbe utile anche agli editori, magari ci propinerebbero meno orrilibri!
    P.S. Ho nominato il tuo blog per un piccolo premio, spero non ti dispiaccia! (http://libraiainsoffitta.blogspot.it/2015/03/liebster-award-2015_23.html).

    RispondiElimina
  5. ahhaha che bella lista ne è venuta fuori! :)

    RispondiElimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

Recensione: La stanza delle mele - Matteo Righetto

Buongiorno lettori,  il libro di cui vi parlerò oggi è uno di quelli su cui devo sempre riflettere un po' perché mi è piaciuto, e molto, ma soprattutto mi ha lasciato... non so bene neanche io cosa ma è una sensazione particolare, un brivido, un magone, insomma qualcosa che me lo ha fatto sfogliare di nuovo terminata la lettura, mi ha fatto rileggere le parti sottolineate. Grazie alla Feltrinelli (anche per la copertina, bellissima e... opaca!) ho potuto leggere in anteprima il nuovo libro di Matteo Righetto , La stanza delle mele , in uscita proprio oggi in tutte le librerie. Spoiler: tenete conto che oggi dovete fermarvi in libreria. 

Recensione: Violeta - Isabel Allende

Buongiorno lettori! Il libro di cui vi parlo oggi esce un po' dalla mia confort zone. Il risultato post lettura è un ni, ma vediamo bene. Si tratta di Violeta di Isabel Allende , per la cui coppia ringrazio l'ufficio stampa Feltrinelli. 

Recensione: Le mogli hanno sempre ragione - Luca Bianchini

Buongiorno Lettori! È ufficialmente arrivato il caldo, ieri ho preso il coraggio a quattro mani e ho tirato fuori il tavolo da giardino con annesse sedie. Si inizia a leggere fuori, bello, comodo, ma che pizza il vicino che ti deve per forza interrompere sul più bello! Io mi munisco di cuffie e via.  Ieri, nel tepore del mio giardino, con le apotte che andavano di margherita in margherita e il cane che sulle margherite ci voleva fare altro (come uccido la poesia io nessuno mai) ho terminato la lettura del nuovo libro di Luca Bianchini , Le mogli hanno sempre ragione , e oggi ve ne parlo, ma prima... grazie all'ufficio stampa Mondadori per la copia del romanzo!