Passa ai contenuti principali

Recensione: Meravigliosa - Julia Quinn

"Meravigliosa"
di Julia Quinn
ed. Mondadori
pp. 375
Romanzo d'esordio di Julia Quinn, pubblicato in Italia nel 2009, Meravigliosa è arrivato a me per caso, l'ho trovato in uno scatole post trasloco, come sia arrivato lì ancora non si è capito. Presa dalla curiosità del nostro incontro l'ho letto...

Sono due le cose che tutti sanno di Alexander Ridgely: è il duca di Ashbourne e non ha alcuna intenzione di sposarsi. La prima è certamente vera. Quanto alla seconda, dal momento stesso in cui un’affascinante americana dai capelli rossi ha fatto irruzione nella sua vita, ha cessato di esserlo. Emma Dunster è brillante, divertente, di sani principi e coraggiosa: non esita infatti a gettarsi davanti a una carrozza in corsa per salvare il nipote di Alex. Emma è una ragazza piena di qualità, nessun dubbio. Qual è quindi il problema? Il lignaggio: Emma è una semplice cameriera, l’antitesi della sposa per un algido duca. Eppure, sotto quegli abiti dimessi da sguattera, si nasconde una donna profondamente diversa, pronta per un futuro che va ben oltre i confini di un’esistenza da trascorrersi nell’ombra.

Devo dire che il mio giudizio è un chiaro e sonoro NI. Saltiamo i refusi storici (alla parola mutandine ho tremato d'orrore! Non l'ho letto in lingua quindi non so dire se è una convinzione della scrittrice o una brutta traduzione) che mi posso anche aspettare, e partiamo dalla storia. All'inizio ero veramente entusiasta, mi piaceva l'idea, la trovavo, se non originale, avvincente e intrigante con un tocco di pepe che non guastava. Poi però la parte centrale mi ha un po' freddato l'entusiasmo: credo che il libro abbia perso il suo ritmo e la freschezza iniziale, ammucchiando fatti uno dopo l'altro, anche se poi c'è una certa ripresa sul finale.
Ho adorato per intero la protagonista Emma, ingenua si, ma con uno spirito frizzante e tagliante. Meno il suo amato Alex, che personalmente ho visto come un bell'imbusto arrogante e con problemi di controllo; capisco che i tempi erano diversi, ma una sberla dalla mia delicata manina non gliela toglieva nessuno.
Nel complesso non mi è dispiaciuto leggerlo, ma non mi ha neanche entusiasmato...
Sono che fa parte di una trilogia...se mi imbatto anche negli altri magari li leggo.

Voto...





Al prossimo libro
Eliza

Commenti

  1. Non lo conoscevo per niente. E il tuo NI argomentato lascia un po' "così" anche me.
    p.s. Hai notato che sono finita tanto indietro nel tempo delle tue recensioni? In effetti ho aperto quelle dei libri che mi ispiravano di più ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

Recensione: Tutti nella mia famiglia hanno ucciso qualcuno - Benjamin Stevenson

Buongiorno lettori! Come finire questa settimana? Ma con un bel giallo! Oggi vi parlo di una novità Feltrinelli, Tutti nella mia famiglia hanno ucciso qualcuno di Benjamin Stevenson (grazie all'ufficio stampa per la copia del romanzo!)... titolo stuzzicante vero?

Recensione: Come donna innamorata - Marco Santagata

Buon pomeriggio amici lettori, eccomi di nuovo qui con l'ultima recensione per il mese di marzo. Qualche settimana fa avevo prenotato in biblioteca questo libro. Dopo un po', visto che nessuno si faceva vivo dalla biblioteca, ho deciso di fare comunque un salto. E indovinate cosa ho trovato sullo scaffale? Si, proprio lui, il mio libro prenotato. Va beh, lasciamo perdere, anche perché quella mezza giornata in biblioteca è stata qualcosa di assurdo. L'avevo inserito tra le letture di aprile, però alla fine l'ho letto subito ed essendo breve l'ho finito in neanche due giorni. L'argomento esce un po' dalla mia solita sfera d'azione, è infatti incentrato sulla figura di Dante, ma non è un saggio, anche se lo potrebbe un po' sembrare, è un romanzo. Ecco la mia recensione di Come donna innamorata di Marco Santagata . Titolo: Come donna innamorata Autore: Marco Santagata Editore: Guanda Collana: Narratori della Fenice Pagine: 175 Ebook: €

Recensione: La Fortuna - Valeria Parrella

Buongiorno lettori! Riemergo dal mio ritiro lavorativo (e mo si inizia a fare sul serio) per parlarvi di un libro molto particolare. Grazie alla collaborazione con Feltrinelli Editore ho potuto leggere La Fortuna di Valeria Parrella e ora ve ne parlo.