Passa ai contenuti principali

Recensione: Il Ladro Gentiluomo - Alessia Gazzola

Buongiorno lettori!
Oggi ho il grande piacere di parlavi del nuovo libro di Alessia Gazzola, Il Ladro Gentiluomo, della serie con protagonista Alice Allevi. Ringrazio la casa editrice Longanesi per la copia che mi ha inviato e che ho letto tutto di un fiato!

Il Ladro Gentiluomo
di Alessia Gazzola
Longanesi | La Gaja Scienza | 304 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €18,60
15 ottobre 2018 | scheda Longanesi


Alice Allevi, finalmente specialista in Medicina legale, ha dovuto affrontare scelte difficili sia sul piano professionale che su quello sentimentale. Dopo un lungo e burrascoso corteggiamento, sembrava che tra lei e Claudio Conforti, l'affascinante e imprevedibile medico legale con il quale ha condiviso ogni disavventura dai tempi della specializzazione, fosse nato qualcosa. Per un attimo, Alice ha creduto finalmente di aver raggiunto un periodo di serenità, almeno al di fuori dell'Istituto di Medicina legale. Ma in un momento di smarrimento sentimentale chiede un trasferimento. E lo ottiene: a Domodossola. Per sua fortuna, o suo malgrado, Alice non avrà molto tempo per indugiare sul proprio destino, perché subito un nuovo caso la travolge. Durante quella che credeva essere un'autopsia di routine, Alice ritrova un diamante nello stomaco del cadavere. Una pietra di notevole caratura e valore, ma anche una prova materiale importante per il caso. Per questo, Alice si premura di convocare un ufficiale giudiziario a cui consegnarlo in custodia. L'ufficiale che si presenta da lei è un uomo distinto ed elegante, dai modi cortesi ed impeccabili, e Alice non esita ad affidargli il diamante. Ed è a quel punto che il fantomatico ufficiale sparisce nel nulla e i guai per Alice iniziano a farsi enormi...


Butta il cuore oltre l'ostacolo.

Arrivare all'ottavo libro di una serie non deve essere facile per un autore. Mantere un certo livello, dare al lettore ciò che vuole e un po' si aspetta ma al contempo stupirlo, avere anche voglia di stupire se stessi dando qualcosa di nuovo a personaggi che si conoscono come le proprie tasche.
Proprio all'ottavo libro siamo arrivati con Alessia Gazzola e la serie dedicata ad Alice Allevi. Questa volta però credo che Alessia abbia dato una marcia in più al racconto perché ci propone una storia più matura e un po' meno frivola; ma anche una storia più intima, in cui il giallo c'è ma soprattutto ci sono Alice e Claudio.
@wikipedia

Andiamo tutti a Domodossoland! Eh, brava Alice! In un momento di crisi con Claudio la dottoressa Allevi chiede il trasferimento e la Wally la accontenta al più presto con un posto a Domodossola dove i medici legali scarseggiano. Freddo, gelo, pioggia e poi neve. Ecco l'allegro ambiente in cui si trova Alice, lontana anni luce dalla più temperata Roma, dalle vie dello shopping, dall'Istituto ma anche da Claudio. Dopo anni di tentennamenti, tira e molla, voglie represse e baci rubati, fanno oramai coppia fissa. Naturalmente la parola con la A è per CC ancora un tabù ma diamo tempo al tempo. Durante un rapina qualcosa va storto e un uomo muore cadendo durante la fuga. Un caso semplice semplice per Alice, un'autopsia delle più ovvie le si presenta davanti, giusto prima di un weekend romantico con Claudio. Nello stomaco della vittima però la dottoressa trova un preziosissimo diamante rosa, dato da tutti per disperso anni prima a Roma. Consegnato il prezioso sassolino all'ufficiale giudiziario che si presenta sembra essere tutto risolto, solo che questo poliziotto in realtà non esiste e sparisce nel nulla e con lui anche il diamante. Sono guai grossi per Alice, che, proprio come a Roma affiancava il buon Calligaris, qui al nord si trova ad indagare con il PM di turno. Intanto con Claudio sembra andare tutto a gonfie vele, ma una sera, terribile, succede l'impensabile e Alice si troverà a voler chiudere per sempre questo capitolo. Per sempre... ma mai dire mai!

@corriere
Alice sta crescendo e oramai è pronta a spiccare il volo. Forse neanche lei se ne accorge ma sono passati i tempi in cui era solo un'allieva. Imbranata e pasticciona lo è ancora ma ha imparato a risolvere da sola i guai in cui si immerge. Alice è diventata più matura e lo vediamo da tanti suoi atteggiamenti, dal modo in cui si prende cura di Maria e in cui affronta tanti colpi durante il suo cammino. Alessia Gazzola è riuscita a farci sentire questo, a farci finalmente sorridere pensando a come la avevamo conosciuta nel primo libro e a come la vediamo ora.
Questo ottavo romanzo è proprio per questo diverso dai precedenti. Il giallo rimane un pochino più sullo fondo, almeno nella parte centrale, e la vita di Alice risalta su tutto il resto. E sono contenta di ciò perchè mi è sembrato giusto presentarci una protagonista che si è notevolmente evoluta e un protagonista, il nostro CC, che se nei libri precedenti (tranne Arabesque) era sempre stato un po' più defilato, ora non solo ci mostra più di sé, ma prende addirittura la parola, raccontandoci anche le difficoltà emotive del suo lavoro.
È questo un libro più serio dei precedenti, ma non per questo meno divertente. Disavventure, battute e colpi di matto ci sono, ma sono più dosati.

Come sempre con i libri della Gazzola bisogna fare un discorso a parte per il finale, che questa volta ci dà il suo classico colpo al cuore, ma lo rende ancora più doloroso per noi lettori con i ringraziamenti finali. Io non vi dirò nulla, ma appena li ho letti ho iniziato a vagare per casa urlando "perchè, perchè, perchèèèè".
Ho letto questo romanzo di getto, in un giorno o poco più, staccandomi dalle sue pagine giusto per il tempo di una cena veloce e una doccia. Fuori la pioggia, dentro con me Alice e Claudio e la loro storia che mai come ora mi è sempre sembrata una corsa sulle montagne russe. Ecco, in questo nuovo appuntamento con loro mi sono trovata ad affrontare la parte più alta di questa giostra, quella che ti porta su su e poi ti lascia andare giù di botto, e tu urli e vuoi che tutto finisca e che tutto continui. Ora lo posso dire? È il libro più bello della serie!

Alla prossima






Commenti

  1. Arabesque mi è piaciuto, forse l'unico fra i sette letti fino ad ora. Spero che questo sia il migliore, perché di giallo niente fino al settimo c'era.

    RispondiElimina
  2. io l'ho gia inserito nella lista dei prossimi libri da leggere! Mi mancavano Alice e il dottor Conforti!

    RispondiElimina
  3. Quel finale, ti dico, me lo sento già...
    Per il resto, sono di poco oltre la metà. Me lo sto godendo, con la sensazione che potrebbe essere l'ultimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me non sarà l'ultimo, non mi sa di un finale da chiusa. Sicuro dovremo aspettare parecchio...

      Elimina
  4. Iniziato ieri,me lo sto lentamente godendo,perché non si sa mai... CC è una conferma,migliorata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece sono stata ingorda e l’ho letto tutto subito! E ora mi mancano ... 😭😭😭

      Elimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

"Non è estate senza te" e "Per noi sarà sempre estate" di Jenny Han

Buona sera amici lettori! Ho una sola parola per voi... Caldo!! Da quanto vedo in giro su Facebook ci sono zone in cui sta piovendo da giorni, in cui è brutto, nuvoloso... qui da me invece è caldo caldissimo, con un sole cocente e un vento bollente che brucia! Ieri soprattutto è stato devastante. Stanotte almeno ha piovuto un pochino, ma oggi sembra essere punto e a capo... Quindi oggi, munita di ventilatore, divano comodo e un bel thè freddo ho deciso che scrivo un po' e poi continuo la lettura del tanto citato La verità sul caso Harry Quebert , che, con appena un anno di ritardo dal resto del mondo, ho finalmente iniziato. Sono solo ai primi capitoli e finora non mi dispiace ma ancora mi deve convincere. Vedremo! Intanto questa sera vi propongo non una ma ben due recensioni. L'altra settimana ho infatti letto Non è estate senza te e Per noi sarà sempre estate di Jenny Han , ultimi due capitoli della The summer trilogy . Visto che li ho letti uno dopo l'altro ho pe

Recensione: La Fortuna - Valeria Parrella

Buongiorno lettori! Riemergo dal mio ritiro lavorativo (e mo si inizia a fare sul serio) per parlarvi di un libro molto particolare. Grazie alla collaborazione con Feltrinelli Editore ho potuto leggere La Fortuna di Valeria Parrella e ora ve ne parlo.

Recensione: Violeta - Isabel Allende

Buongiorno lettori! Il libro di cui vi parlo oggi esce un po' dalla mia confort zone. Il risultato post lettura è un ni, ma vediamo bene. Si tratta di Violeta di Isabel Allende , per la cui coppia ringrazio l'ufficio stampa Feltrinelli.