Passa ai contenuti principali

Recensione: Ogni giorno ha il suo male - Antonio Fusco

Buongiorno lettori,
oggi vi parlerò di un autore che amo molto. Certo, io sono tanto furba e ho letto i suoi libri nell'ordine sbagliato, ma fortunatamente la lettura non ne ha risentito affatto. Sto parlando, naturalmente, di Ogni giorno ha il suo male di Antonio Fusco.

Ogni giorno ha il suo male
di Antonio Fusco
Giunti Editore | Tascabili Giunti | 240 pagine
ebook €1,99 | cartaceo € 6,90
17 giugno 2015


Trama
La sonnacchiosa provincia toscana di Valdenza è improvvisamente scossa dall'omicidio di una donna che viene ritrovata in casa, in una posizione innaturale e con una fascetta stringicavo attorno al collo. Si pensa subito al movente passionale, ma all'occhio esperto di Casabona, il commissario incaricato del caso, qualcosa fin da subito non quadra: troppi elementi diversi sulla scena del crimine, troppi particolari contrastanti. Schivo, ma con una forte carica umana, reso cinico da troppi anni di mestiere alle spalle, Casabona capisce ben presto che l'omicidio è solo l'inizio di un vortice di morte: un gioco molto pericoloso in cui le regole sono quelle stringenti e folli di un serial killer. E Casabona non può che accettare la sfida. "Chiediti perché e troverai il movente e se troverai il movente sarai vicino all'assassino": seguendo questa frase come un mantra e con l'aiuto dell'affascinante collega Cristina Belisario, Casabona cercherà di venirne a capo e per farlo sarà obbligato anche a una profonda riflessione sull'impotenza dell'essere umano rispetto alle conseguenze delle proprie azioni.

Non c'è niente da fare, io i libri di Antonio Fusco li adoro! Ok, lo so, sono arrivata a leggerli tardi e seguendo un ordine tutto mio ma non mi importa perchè quando l'altro ieri ho aperto questo libro, il primo libro, e ho incontrato di nuovo Tommaso Casabona è stato bellissimo! Dopo averli consigliati in lungo e in largo, per tutti i luoghi e tutti i laghi (eh basta con le pomodorate!!), averli imposti a chiunque mi chiedesse "Mi consigli un libro" non potevo non leggere anche il romanzo da cui tutto ebbe inizio, quello in cui appare per la prima volta il commissario Casabona, un commissario di provincia, un uomo normale, che non nasconde scheletri nell'armadio, che non ha un passato oscuro. Un poliziotto che vuol far bene il suo lavoro, nonostante il mare di fango che l'animo umano spesso nasconde e in cui si trova impantanato, un marito che cerca di tenere in piedi un matrimonio un po' stanco, un padre che ama alla follia i figli, che li vorrebbe vedere felici e che cerca di salvarli dal male del mondo. Questo è Tommaso Casabona, un personaggio certo un po' burbero ma profondamente umano, di quelli che capisci fin da subito che ti staranno simpatici. 
Le atmosfere di provincia, un po' da noir un po' da giallo, si intrecciano ad una storia coinvolgente e che tiene sempre il lettore allerta. 240 pagine che leggi in un soffio, capitolo dopo capitolo, che ti tengono incollato, che vorresti non finiscano mai. Il caso da risolvere è quanto mai complesso, cadenzato da tante morti sospette collegate tra loro ma in modo strano, morboso. E tu sei lì, accanto al commissario, alla ricerca del dettaglio, della svolta per capire chi, dove, cosa, quando, perchè.  
Oramai di commissari, vicequestori e via dicendo ne troviamo a bizzeffe. Sarà l'aria perennemente tormentata, il fascino dell'investigazione, sta di fatto che pochi sono quelli che non stufano o vengano a noia, quelli che sei sempre felice di incontrare, quelli per cui tifi, nel lavoro e nella vita privata. Ecco, uno di questi è proprio Casabona.
Se a questo aggiungiamo la scrittura di Antonio Fusco, competente ma mai didascalica, accattivante ma mai scontata, ecco spiegato il motivo per cui continuerò sempre e comunque a consigliare questa serie. Ora spero solo che il quarto libro sia dietro l'angolo...

Voto

Alla prossima


Commenti

  1. Ah ah...adesso li hai finti anche tu, Letizia mia bella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Voglio il quarto!!!! Ora sai vero che ti darò il tormento finché non esce? ^^

      Elimina
  2. E' il prossimo libro che leggerò!
    ciao Letizia
    Lea

    RispondiElimina
  3. io sono appena a quota 1.
    devo rimediare!!!

    RispondiElimina
  4. è lì che mi aspetta, io ho ascoltato consigli, ti dirò! Volevo iniziare dal primo, parto giusto con questo vero?

    RispondiElimina
  5. Oh Zeus! Ora mi metterete alla gogna perchè questo libro non lo conoscevo proprio e (rullo di tamburi) non conosco per niente il Comissario Casabona... Okay vado a cospargermi il capo di cenere... Fatto :( Mi dici quanti ne sono e in che ordine, grazie ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No basta cenere! Spetta che diamo una passatine di aspirapolvere prima... ok, fatto! Allora in ordine sono: Ogni giorno ha il suo male, La pietà dell'acqua e ultimo Il metodo della fenice. I primi due li trovi anche in economica Giunti :)

      Elimina
  6. Ok ok...ho capito...devo assolutamente leggere un libro di Fusco 😊 ...quindi si deve cominciare da questo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si da questo, non fate come me che ho seguito un ordine tutto mio! XD

      Elimina
  7. Metto anch'io in lista. Non so perché, boh, ma questi libri in "serie" - lo stesso Schiavone - poco m'ispirano, di solito, e perdo per strada cose belle. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema delle troppe serie che girano. Io Schiavone lo avevo snobbato all'inizio e poi invece amore fu!^^

      Elimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

Recensione: La stanza delle mele - Matteo Righetto

Buongiorno lettori,  il libro di cui vi parlerò oggi è uno di quelli su cui devo sempre riflettere un po' perché mi è piaciuto, e molto, ma soprattutto mi ha lasciato... non so bene neanche io cosa ma è una sensazione particolare, un brivido, un magone, insomma qualcosa che me lo ha fatto sfogliare di nuovo terminata la lettura, mi ha fatto rileggere le parti sottolineate. Grazie alla Feltrinelli (anche per la copertina, bellissima e... opaca!) ho potuto leggere in anteprima il nuovo libro di Matteo Righetto , La stanza delle mele , in uscita proprio oggi in tutte le librerie. Spoiler: tenete conto che oggi dovete fermarvi in libreria. 

Recensione: Violeta - Isabel Allende

Buongiorno lettori! Il libro di cui vi parlo oggi esce un po' dalla mia confort zone. Il risultato post lettura è un ni, ma vediamo bene. Si tratta di Violeta di Isabel Allende , per la cui coppia ringrazio l'ufficio stampa Feltrinelli. 

Recensione: Le mogli hanno sempre ragione - Luca Bianchini

Buongiorno Lettori! È ufficialmente arrivato il caldo, ieri ho preso il coraggio a quattro mani e ho tirato fuori il tavolo da giardino con annesse sedie. Si inizia a leggere fuori, bello, comodo, ma che pizza il vicino che ti deve per forza interrompere sul più bello! Io mi munisco di cuffie e via.  Ieri, nel tepore del mio giardino, con le apotte che andavano di margherita in margherita e il cane che sulle margherite ci voleva fare altro (come uccido la poesia io nessuno mai) ho terminato la lettura del nuovo libro di Luca Bianchini , Le mogli hanno sempre ragione , e oggi ve ne parlo, ma prima... grazie all'ufficio stampa Mondadori per la copia del romanzo!