Passa ai contenuti principali

#27 Ti consiglio un libro... che mi ha fatto venire i brividi

Buongiorno lettori!
Da quanto tempo non vi consigliamo qualcosa? Da tanto, troppo tempo! Quindi oggi io, Dany, Baba e Laura torniamo con la nostra rubrica Ti consiglio un libro. Oggi argomento particolare, vi consigliamo un libro che ci ha fatto venire i brividi.
 
 
 
Dracula
di Bram Stoker
(io ho una vecchissima edizione Newton, di quelle a 2000 lire, quindi ho scelto una copertina che mi piaceva tra le edizioni in vendita)
 
 
E' stata la mia prima scelta, perchè? Perché l'ho letto qualche annetto fa e mi ricordo che mi fece una gran paura, non tanto per la storia in se quanto per le atmosfere. Io poi sono una gran fifona quindi non ci vuole moltissimo. Nonostante questo mi piaceva leggerlo la sera tardi. Si lo so, è da pazzi divertirsi ad auto spaventarsi, ma ogni tanto ci vuole no? 
Dracula è, insieme a qualche altro titolo, l'antesignano di un filone che è andato tanto in questi ultimi anni anche se non sempre con un gran successo. Il vampiro originario, infatti, era ben altra cosa rispetto a quelli che ci vengono proposti oggi, sicuramente era più di impatto.
Ecco, Dracula mi ha fatto proprio venire i brividi!
 
E ora vediamo come Baba e Dany hanno interpretato questo argomento.
 
Alla prossima
 
 

Commenti

  1. salve! uhhh Dracula, mannaggia, si in effetti anche io ricordo che mi fece paura, altro che brividi, ma avevo rimosso!! Grazie per avermi fatto rabbrividire ancora :-) un bacione

    RispondiElimina
  2. Dracula! Con quanto amo io i vampiri non l'ho mai letto, che pecca! Dovrò recuperare, anche io sono fifona però

    RispondiElimina
  3. Ciao, l'ho in casa ma non ho mai trovato la spinta giusta per leggerlo! Questa riedizione ha una cover davvero inquietante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su questi libri per me più è inquietante la copertina e meglio è! Fa atmosfera solo averlo lì sul comodino! XD

      Elimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

Recensione: La stanza delle mele - Matteo Righetto

Buongiorno lettori,  il libro di cui vi parlerò oggi è uno di quelli su cui devo sempre riflettere un po' perché mi è piaciuto, e molto, ma soprattutto mi ha lasciato... non so bene neanche io cosa ma è una sensazione particolare, un brivido, un magone, insomma qualcosa che me lo ha fatto sfogliare di nuovo terminata la lettura, mi ha fatto rileggere le parti sottolineate. Grazie alla Feltrinelli (anche per la copertina, bellissima e... opaca!) ho potuto leggere in anteprima il nuovo libro di Matteo Righetto , La stanza delle mele , in uscita proprio oggi in tutte le librerie. Spoiler: tenete conto che oggi dovete fermarvi in libreria. 

Recensione: Le mogli hanno sempre ragione - Luca Bianchini

Buongiorno Lettori! È ufficialmente arrivato il caldo, ieri ho preso il coraggio a quattro mani e ho tirato fuori il tavolo da giardino con annesse sedie. Si inizia a leggere fuori, bello, comodo, ma che pizza il vicino che ti deve per forza interrompere sul più bello! Io mi munisco di cuffie e via.  Ieri, nel tepore del mio giardino, con le apotte che andavano di margherita in margherita e il cane che sulle margherite ci voleva fare altro (come uccido la poesia io nessuno mai) ho terminato la lettura del nuovo libro di Luca Bianchini , Le mogli hanno sempre ragione , e oggi ve ne parlo, ma prima... grazie all'ufficio stampa Mondadori per la copia del romanzo!

Recensione: Violeta - Isabel Allende

Buongiorno lettori! Il libro di cui vi parlo oggi esce un po' dalla mia confort zone. Il risultato post lettura è un ni, ma vediamo bene. Si tratta di Violeta di Isabel Allende , per la cui coppia ringrazio l'ufficio stampa Feltrinelli.