Passa ai contenuti principali

Anteprima di... "L'amuleto di giada" di Alessandra Nitti

Buona sera amici lettori!
Mamma che umido che c'è! Ho i capelli che sono triplicati di volume... ufff... mai che riesca andare in giro senza sembrare un pulcino spennato!

A parte queste piccole difficoltà a relazionarmi con la mia testa, come vi anticipavo questa mattina anche stasera vi propongo una segnalazione, ma sarà speciale. Per tanti motivi. Primo perché il libro è appena uscito e a noi le novità piacciono sempre. Secondo perché il libro è stato scritto da una carissima amica, una persona meravigliosa che ho avuto modo di conoscere grazie al blog. Terzo... beh, io il libro l'ho letto già qualche tempo fa (QUI la recensione) e ho anche ospitato una tappa del tour che lo ha visto protagonista (QUI), ma giusto questa settimana il romanzo è stato pubblicato, ovviamente con qualche cambiamento e con una copertina nuova e veramente perfetta, dall'editore Arpeggio Libero. Uff, ma quanto chiacchiero stasera! E non vi ho ancora detto di che libro si tratta! L'amuleto di giada di Alessandra Nitti


Titolo: L'amuleto di giada
Serie: L'amuleto di giada #1
Autore: Alessandra Nitti
Editore: Arpeggio Libero
Collana: Fantasy
Cartaceo: € 16,00
Data di pubblicazione: 12 novembre 2014
TRAMA

Divisi da duecentoventicinque anni, Athena e Jean vivono due vite in parallelo, due vite lontane ma unite da un diario: pagine ingiallite, un’immagine sconvolgente, e il diario diventa il prima e il dopo, il presente e il passato. Una vita, un’altra. Mani che lo scrivono nel passato, occhi che lo leggono nel presente: nello stesso istante. Chi è la donna nell’immagine, perché le somiglia? Perché l’amuleto brucia sulla pelle? Athena non vuole sapere. Chiude gli occhi e scappa. Prova a vivere la sua vita, ma il vortice è vicino, la porterà con sé oltre ogni legge fisica e il 1786 diventa presente: la sua casa non c’è più, non ci sono i genitori, non c’è più la sua Venezia. C’è lui: Jean e una storia da scoprire, il male da sfuggire. E Athena rivive la vita scritta sul diario.

Dove acquistare: il libro è disponibile in libreria, sul sito dell'editore (QUI), su IBS e dal 30 novembre su Amazon.

Blog ufficiale (dove trovare tanti assaggi e sorprese): https://amuletodigiada.wordpress.com/

Pagina fb ufficiale: https://www.facebook.com/amuletodigiada?fref=ts

Twitter: https://twitter.com/Ginevra_Ale
E ora vi lascio un piccolo estratto...

Era tutto diverso: le case dei miei amici, gli hotel ei locali non c’erano più. Cosa diavolo stava succedendo? Dopo un’ora di vagabondaggio trovai un angolino buio in un vicolo nei pressi di Piazza San Marco e lì, con la testa poggiata sul muschio, mi addormentai.
“Madame, Madame!”
Qualcuno mi stava scuotendo leggermente. 
“Madame!” ripetè.
“Non mi sento per niente bene, oggi non vado a lezione.”
“A quale lezione, Madame?”
Mi alzai a sedere di scatto, sbattendo la testa contro il muro. Un giovane con una parrucca settecentesca, un lungo mantello nero, una lunga giacca bianca con ricami color avorio, pantaloni dello stesso colore, calze bianche e scarpe con fibbia d’oro e tacchetto mi osservava stranito.
“Haha!” sbottai. “Sei uno degli amici di Giuditta! Brutto bastardo io ti…”
Tentai di alzarmi ma ero tutta un dolore e avevo gli arti intorpiditi. Avevo un disperato bisogno di calore.
“Madame, cosa sta dicendo? Non conosco nessuna Giuditta.”
Una donna, vestita alla foggia della tizia che aveva occupato casa mia, gli sussurrò qualcosa in un orecchio.
“Si, è esattamente quello che faremo” rispose il giovane a voce alta.
“Fare cosa?” domandai. La risposta arrivò sottoforma di una pesante e calda coperta gettatami addosso dalla donna e di un gondoliere che mi prese in braccio e mi poggiò nella sua imbarcazione. Gli altri due si sedettero accanto a me. In realtà era la prima volta che andavo su una di quelle barchette finte per turisti.
“Ma cos’è oggi, Carnevale? Siete vestiti tutti come…”
“Potrei farle la stessa domanda.” rispose il giovane con un sorriso.

Alla prossima
Eliza

Commenti

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

Recensione: La stanza delle mele - Matteo Righetto

Buongiorno lettori,  il libro di cui vi parlerò oggi è uno di quelli su cui devo sempre riflettere un po' perché mi è piaciuto, e molto, ma soprattutto mi ha lasciato... non so bene neanche io cosa ma è una sensazione particolare, un brivido, un magone, insomma qualcosa che me lo ha fatto sfogliare di nuovo terminata la lettura, mi ha fatto rileggere le parti sottolineate. Grazie alla Feltrinelli (anche per la copertina, bellissima e... opaca!) ho potuto leggere in anteprima il nuovo libro di Matteo Righetto , La stanza delle mele , in uscita proprio oggi in tutte le librerie. Spoiler: tenete conto che oggi dovete fermarvi in libreria. 

Recensione: Le mogli hanno sempre ragione - Luca Bianchini

Buongiorno Lettori! È ufficialmente arrivato il caldo, ieri ho preso il coraggio a quattro mani e ho tirato fuori il tavolo da giardino con annesse sedie. Si inizia a leggere fuori, bello, comodo, ma che pizza il vicino che ti deve per forza interrompere sul più bello! Io mi munisco di cuffie e via.  Ieri, nel tepore del mio giardino, con le apotte che andavano di margherita in margherita e il cane che sulle margherite ci voleva fare altro (come uccido la poesia io nessuno mai) ho terminato la lettura del nuovo libro di Luca Bianchini , Le mogli hanno sempre ragione , e oggi ve ne parlo, ma prima... grazie all'ufficio stampa Mondadori per la copia del romanzo!

Recensione: Violeta - Isabel Allende

Buongiorno lettori! Il libro di cui vi parlo oggi esce un po' dalla mia confort zone. Il risultato post lettura è un ni, ma vediamo bene. Si tratta di Violeta di Isabel Allende , per la cui coppia ringrazio l'ufficio stampa Feltrinelli.