giovedì 10 gennaio 2019

Recensione: La vita inizia quando trovi il libro giusto - Ali Berg e Michelle Kalus

Buongiorno lettori, 
esce oggi in libreria La vita inizia quando trovi il libro giusto di Ali Berg e Michelle Kalus e io, grazie alla Garzanti che mi ha inviato una copia, ho potuto leggerlo in anteprima. Vediamo che ne penso...


La vita inizia quando trovi il libro giusto
di Ali Berg e Michelle Kalus
Garzanti | Narratori moderni | 310 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €17,90
10 gennaio 2019 | scheda Garzanti

Frankie ha sempre cercato risposte nei libri. Risposte al perché la sua carriera non sia decollata, perché sia così difficile andare d'accordo con sua madre o non abbia ancora vissuto la sua grande storia d'amore. Leggere le pagine di Jane Austen, Francis Scott Fitzgerald e Steinbeck l'ha sempre aiutata. Ma spesso Frankie si sente spesso sola. Ora, però, ha escogitato un piano infallibile per cambiare vita. I libri non possono tradirla. Per giorni ha lasciato una copia dei suoi romanzi preferiti su treni e autobus, scrivendo all'interno la sua e-mail. Per una grande lettrice come lei non c'è modo migliore di conoscere qualcuno se non grazie a un libro. Quando le risposte cominciano ad arrivare, Frankie colleziona appuntamenti su appuntamenti. E purtroppo delusione su delusione. Si presentano le persone più strambe che lei abbia mai conosciuto. Fino a quando non incontra Sunny che sembra uscito da uno dei suoi romanzi preferiti. Ma ha un difetto: ha gusti letterari opposti ai suoi. Una cosa su cui Frankie non può proprio soprassedere. Per vivere la favola che ha sempre sognato, dovrebbe accettare Sunny con pregi e difetti. Accettare che l'uomo che le sta accanto possa amare autori che lei non ha mai letto. Perché una nuova vita inizia quando trovi l'amore. Ma anche quando scopri una nuova storia da leggere, che apre verso orizzonti inaspettati e protagonisti indimenticabili da incontrare.

Il mio piano? Usare le mie conoscenze letterarie profondamente critiche - perchè, siamo onesti, in realtà giudichiamo i libri dalle loro copertine - per vagliare e scartare i pessimi ragazzi e i pessimi lettori. Usando le parole straordinarie e inguaribilmente romantiche di alcuni dei miei romanzi preferiti, sono decisa a trovare un uomo dall'aspetto semidecente che sappia farmi ridere e sia capace si resiste per un'intera cena senza usare espressioni come "ROFLMAO" o "è quello che ha detto la mia ex". Non sto chiedendo troppo, no?

Un altro libro sui libri. Si ragazzi, ci casco e ci ricasco, finisce sempre che quando escono questi romanzi io li guardi occhio languido. Che ci posso fare? Da una parte non mi fido, dall'altra mi viene in mente che alcuni dei più bei libri che abbia letto in vita mia parlino appunto di libri e quindi... Eccoci, qua, con un nuovo caso editoriale, dritto dritto dall'Australia e con una copertina che urla COMPRAMI

@One Stop Adventures
Frankie ha quasi 30 anni, una carriera da scrittrice decollata e rovinosamente finita in disgrazia, un lavoro in libreria (e cosa mai poteva fare?), una storia d'amore finita dall'oggi al domani, una madre hippy, un padre che avrà parlato 3 volte in tutta la sua vita, una migliore amica incinta e con una crisi matrimoniale latente. Ecco qua, racchiuse in poche righe, sogni e speranze di questa ragazza in piena crisi da "tutto il mondo va avanti e io sto ferma allo stesso punto". Poi Frankie ha un'idea per prendere i classici due piccioni con una fava: riprende a scrivere sì, ma in un blog in cui descrive i suoi tragicomici appuntamenti con uomini conosciuti grazie ad un bookcrossing da lei ideato lasciando libri sui tram. E di tipi assurdi gliene capitano davvero tanti. Del tutto casualmente, davanti ad una copia di New Moon (si, quel New Moon, e io ho fatto la faccia disgustata esattamente come Frankie), però, incontra anche Sunny, anzi diciamolo bene con nome e cognome (perché merita) Sunny Day, pubblicitario in svolta lavorativa che ama la letteratura per adolescenti, le tartarughe e aiutare fanciulle prive di biglietto sui mezzi pubblici.  La svolta sembra essere finalmente arrivata per la nostra Frankie... peccato che non sia stata del tutto sincera con Sunny.

Questo libro nasce da una vera idea di bookcrossing delle due autrici, amiche di vecchia data, che per far muovere la lettura hanno iniziato a lasciare romanzi sui tram della loro città. Da qui l'idea (un po' di marketing ci sta visto che una delle due lavora proprio nel settore) di un libro. Ne è nato un romanzo piacevole e scorrevole, che ti fa passare in compagnia qualche bel pomeriggio e che ho apprezzato soprattutto per alcune scelte, come l'idea di citare non solo libri che ci si aspetta (che ne so, Jane Austen ad esempio), ma anche libri recenti e recentissimi, libri che possono o non possono piacere (sono incappata anche qui in Eleanor Oliphant) ma che fanno parte del panorama letterario moderno. In questo le autrici hanno azzardato, a volte eccedendo con le citazioni, spesso non subito apprezzabili.
Altra buona idea i personaggi di contorno, dalla mamma figlia dei fiori che non sa stare ferma un attimo all'amica Cath, amante di ogni tipo di ginnastica e ballo anticoncezionale, o lo stesso Sunny che inizialmente si fa fatica credere possa esistere, ma che poi ci diventa tanto umano da mettere da parte il sorriso a trentadue denti e diventare anche un filino crudele.

@alfabeta2.it
Un romanzo del genere ha, però, il grande pregio e l'enorme problema di esagerare. Personaggi talmente sopra le righe da essere difficile da immaginare nella realtà ma anche eventi e situazioni talmente oltre da far venire anche un po' il dubbio su questo libro: grande genialata o grande furbata? Prendiamo la prima cosa che mi viene in mente: Frankie abbandona su varie linee dei tram alcuni libri e, alla fine, scrive due righe spiegando la sua idea per conoscersi e di scriverle una mail in caso vogliano avere un appuntamento con lei. Idea bellissima, se volete anche romantica... ma provate a farla sulla metro di Milano o Roma e vediamo quanti maniaci vi scrivono o, viceversa, magari non riceverete neanche due righe per ringraziare del libro, o ancora quante possibilità ci siano che quel libro venga letto da un uomo, in cerca di un appuntamento, single, di età giusta, non sposato/fidanzato? Ho trovato alcune cose talmente esagerate in questo senso da non sembrarmi attuabili e questo mi ha fatto un pò dubitare del pacchetto completo, portandomi ad abbassare un pochino il voto. Certo, se siete alla ricerca del libro giusto per sognare un po' e, perchè no, scoprire che si possono mettere i maglioncini viola ad una tartaruga o riempire una macchina di banane (giuro, succede nel romanzo) potrebbe essere proprio questo libro dalla bella copertina quello che fa per voi.

Alla prossima


2 commenti:

  1. Certo che farlo in Italia o in qualsiasi altra parte del mondo mi sembra un po' azzardato, visto che potresti trovare il solito provolone o un pazzo assatanato, ma che ti chatti un uomo o che venga preso il tuo libro da un uomo (specialmente new moon) ha dell'impossibile. Comunque a volte è bello sognare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, hai ragione! È una situazione difficile da credere, ma è anche vero che a volte i libri servono anche a questo, a sognare un po' l'impossibile.

      Elimina

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^