Passa ai contenuti principali

Recensione: L'illusione della verità - Wendy Walker

Buongiorno lettori!!
Sono tornata! La mia cinque giorni milanese è stata molto intensa e anche se sono tornata a casa martedì mi è servito qualche giorno per sistemare tutto e fare il punto della situazione. Vi parlerò di Tempo di Libri domani in un post ad hoc, oggi invece vi parlerò del libri che mi ha tenuto compagnia durante il viaggio in treno, L'illusione della verità di Wendy Walker, gentilmente inviatomi dalla casa editrice Nord.

L'illusione della verità
di Wendy Walker
Nord | Narrativa Nord | 322 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €18,00
8 marzo 2018 | scheda Unilibro
TRAMA
Quella sera, in famiglia c'è una lite furiosa. Dopo le urla e il pianto, si avverte il rombo di un motore, poi torna il silenzio. Il giorno seguente, le sorelle Tanner sono scomparse. L'auto della diciassettenne Emma viene ritrovata nei pressi della spiaggia: all'interno, solo la sua borsa e le scarpe. Della quindicenne Cassandra, invece, nessuna traccia. Le autorità vagliano tutte le ipotesi, per poi congelare il caso, disorientate. Tre anni dopo, Cassandra torna a casa... da sola. Racconta che lei ed Emma sono state rapite e tenute prigioniere su una misteriosa isola del Maine, senza telefono, televisione o elettricità. La sua versione dei fatti, però, è piena di buchi; soprattutto, il suo racconto del giorno della scomparsa non coincide con le deposizioni raccolte dai detective. Sembrerebbe che la memoria della ragazza sia ancora compromessa dal trauma eppure, per la psicologa forense Abby Winter, i conti non tornano. È successo qualcosa quella notte di tre anni prima, qualcosa che la famiglia Tanner sta tentando disperatamente di nascondere. In cerca di risposte, la dottoressa rivolge quindi lo sguardo verso la madre, il patrigno e il fratellastro di Cassandra. A poco a poco, nel quadro apparentemente perfetto di quella famiglia come tante, Abby intuisce inquietanti crepe, indizi pericolosi che conducono lungo una strada costellata di menzogne, inganni e tradimenti. Una strada che Abby sarà costretta a percorrere, se vuole salvare Emma...

Non ero tornata per rincuorare mia madre. Ero tornata per sbatterle in faccia come ci aveva ridotto e per mostrarlo al mondo. 

Tre anni. Sono tre anni che Cass e Emma Tanner sono scomparse nel nulla e solo Cass rispunta fuori all'improvviso sulla soglia di casa, in quella casa dove vive ancora sua madre con il secondo marito, Mrs e Mr Martin. Cass sembra star bene, non ha subito maltrattamenti o violenza, ma dove è finita Emma? Dove sono state finora? Cass racconta la sua storia, ai genitori e agli agenti che indagano sul suo caso e alla psicologa forense Abby Winter, una storia perfetta in cui tutto fila, in cui ogni domanda sembra trovare risposta e ogni tassello il suo posto. Ma resta il problema: dov'è Emma? La storia di Cass è forse troppo perfetta?
credits: christiesrealestate.com

In questo periodo ho voglia di gialli e thriller. Vi capita mai? Aver proprio voglia di un genere. A me gira così, ho bisogno di emozioni, di mistero, di ricerca. Quindi questo libro è capitato proprio al momento giusto.
Quello che caratterizza tutto il racconto è l'aspetto psicologico dei vari personaggi, in primis della madre di Cassandra e Emma, un perfetto caso di narcisismo conclamato. Judy non solo pensa solo a se stessa, ma cerca di emergere sempre e comunque, si muove e tratta le figlie sempre e solo in funzione di se stessa. Non vuole essere messa in ombra, ma sfrutta ad esempio il successo di Emma con i suoi coetanei per illuminare se stessa. E' un personaggio complesso che inevitabilmente il lettore odia fin dalla prima riga, ma questo odio è funzionale al racconto. Judy nel suo narcisismo è al centro di tutto, anche dei sospetti del lettori... Narcisismo in tutto e per tutto.

Il cuore del romanzo è però Cass. La madre vuole le attenzioni di tutti, ma alla fine tutto ruota sulla figlia più remissiva, su quella ragazza che sembra essersi trovata in qualcosa di più grande di lei. Cass torna per Emma, vuole trovarla, la sua è un'ossessione, anche se scopriamo presto che il suo rapporto con la sorella maggiore era molto conflittuale.

"... ho dovuto scegliere e ho scelto lei" L'ho ripetuto guardando mia madre, perché non ci fossero dubbi. "Ho dovuto scegliere Emma". 

La relazione tra la madre e due figlie è un perfetto caso da compendio di psicologia. La madre narcisista, la figlia maggiore in perenne conflitto con la figura materna ma anche molto simile alla stessa, la figlia minore remissiva, al limite della sociopatia. E' un trio femminile difficile da comprendere in tutte le sue sfaccettature, a cui difficilmente il lettore può affezionarsi ma che nel racconto non solo funziona, da anche questo fondo di inquietudine e quasi di malessere che rende il romanzo molto trascinante. Leggi e vuoi sapere, vuoi capire fino a che punto l'egoismo umano può arrivare, vuoi comprendere Cass, sapere dove la sua storia perfetta inizi ad imbarcare acqua, sapere se questa benedetta isola esiste veramente o se è frutto della sua mente.
Se da un parte abbiamo personaggi femminili forti e complessi, dall'altra quelli maschili fanno a gara per inettitudine e vigliaccheria. Un padre debole e arrendevole, un patrigno viscido, un fratellastro, Hunter, violento.

La storia è un continuo infinito di domande. Più si va avanti e più i punti interrogativi sulla testa del lettore aumentano. Come un buon thriller richiede tutto sembra chiaro e ovvio, ma niente è come sembra, fino alla fine, in una serie di colpi di scena che ti aspettano sul finale.

In conclusione, un ottimo thriller psicologico, di quelli che non ti fa capire niente e che proprio per questo piacciono tanto.

Alla prossima


Commenti

  1. Bene! Ho capito... segno pure questo! Madre mia io non ce la posso mica fare! ç___ç

    RispondiElimina
  2. Wow sembra un bel Thriller, quello che ho letto : Uno di noi sta mentendo, è stato carino ma fin troppo facile capire chi è stato a fare il tutto, ben fatto ma si capisce da subito chi è stato.

    RispondiElimina
  3. Oh brava che hai recensito, così posso copiare! Grazie Lallì!

    RispondiElimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

Recensione: Come donna innamorata - Marco Santagata

Buon pomeriggio amici lettori, eccomi di nuovo qui con l'ultima recensione per il mese di marzo. Qualche settimana fa avevo prenotato in biblioteca questo libro. Dopo un po', visto che nessuno si faceva vivo dalla biblioteca, ho deciso di fare comunque un salto. E indovinate cosa ho trovato sullo scaffale? Si, proprio lui, il mio libro prenotato. Va beh, lasciamo perdere, anche perché quella mezza giornata in biblioteca è stata qualcosa di assurdo. L'avevo inserito tra le letture di aprile, però alla fine l'ho letto subito ed essendo breve l'ho finito in neanche due giorni. L'argomento esce un po' dalla mia solita sfera d'azione, è infatti incentrato sulla figura di Dante, ma non è un saggio, anche se lo potrebbe un po' sembrare, è un romanzo. Ecco la mia recensione di Come donna innamorata di Marco Santagata . Titolo: Come donna innamorata Autore: Marco Santagata Editore: Guanda Collana: Narratori della Fenice Pagine: 175 Ebook: €

Recensione: La Fortuna - Valeria Parrella

Buongiorno lettori! Riemergo dal mio ritiro lavorativo (e mo si inizia a fare sul serio) per parlarvi di un libro molto particolare. Grazie alla collaborazione con Feltrinelli Editore ho potuto leggere La Fortuna di Valeria Parrella e ora ve ne parlo.

"Non è estate senza te" e "Per noi sarà sempre estate" di Jenny Han

Buona sera amici lettori! Ho una sola parola per voi... Caldo!! Da quanto vedo in giro su Facebook ci sono zone in cui sta piovendo da giorni, in cui è brutto, nuvoloso... qui da me invece è caldo caldissimo, con un sole cocente e un vento bollente che brucia! Ieri soprattutto è stato devastante. Stanotte almeno ha piovuto un pochino, ma oggi sembra essere punto e a capo... Quindi oggi, munita di ventilatore, divano comodo e un bel thè freddo ho deciso che scrivo un po' e poi continuo la lettura del tanto citato La verità sul caso Harry Quebert , che, con appena un anno di ritardo dal resto del mondo, ho finalmente iniziato. Sono solo ai primi capitoli e finora non mi dispiace ma ancora mi deve convincere. Vedremo! Intanto questa sera vi propongo non una ma ben due recensioni. L'altra settimana ho infatti letto Non è estate senza te e Per noi sarà sempre estate di Jenny Han , ultimi due capitoli della The summer trilogy . Visto che li ho letti uno dopo l'altro ho pe