Passa ai contenuti principali

Recensione : Sette giorni perfetti - Rosie Walsh

Buongiorno lettori!
Ma come? Una recensione di sabato? Si, una recensione di sabato, avevo voglia di farvi compagnia anche oggi, sebbene il libro di cui vi parlerò non abbia trovato posto nel mio cuore di lettrice. La recensione riguarda Sette giorni perfetti di Rosie Walsh.


Sette giorni perfetti
di Rosie Walsh
Longanesi | La Gaja Scienza | 400 pagine
ebook €11,99 | cartaceo €16,90
7 gennaio 2019 | scheda Longanesi 

Si incontrano per caso in un caldo pomeriggio di giugno alla fermata dell'autobus e fin dal primo momento Sarah e Eddie si piacciono da morire. A quasi quarant'anni e con un divorzio alle spalle, Sarah non si è mai sentita così viva. E le sembra che Eddie la aspettasse da sempre. Così, dopo una settimana perfetta passata insieme, quando Eddie parte per un viaggio fissato molto prima di conoscerla e promette di chiamarla dall'aeroporto, Sarah non ha motivo di dubitare. Ma quella telefonata non arriva. E non arriva nemmeno il giorno dopo, né gli altri a seguire. Incredula, gli occhi fissi sullo schermo del cellulare che non suona, Sarah si chiede se lui l'abbia semplicemente scaricata o se invece gli sia successo qualcosa di grave. Dopo giorni di silenzio, mentre tutti gli amici le consigliano di dimenticarlo, Sarah si convince sempre più che ci sia qualcosa dietro l'improvvisa sparizione. Tuttavia le settimane passano e Sarah non sa più darsi spiegazioni. Fino al giorno in cui inaspettatamente scopre di aver avuto sempre ragione. C'è un motivo se Eddie non l'ha più chiamata. Un segreto doloroso che li avvicina e insieme li allontana. L'unica cosa che non si sono detti in quei sette giorni trascorsi insieme...


Era rimasto tutto qui. Lontano dagli occhi, mai lontano dal cuore.

Da lettrice accanita ho capito di far parte oramai di quella cerchia di persone appassionate alla lettura con una bella sfumatura di follia, la stessa follia che, nonostante la quantità di libri che ancora aspettano di essere letti già presente in casa, mi fa, tutte le volte, spasimare per la nuova uscita e immancabilmente mi trascina al computer o in libreria per l'acquisto. All'urlo di "NOOOOO, QUESTO DEVO AVERLO!!" anche Sette giorni perfetti, pochi giorni dopo la sua uscita, è entrato in casa mia. Solo ora sono riuscita a leggerlo (ma dovevo averlo!! Come l'aria!!) e ... beh, si un po' della cretina ora me lo do.

@pixabay.com
Premessa fondamentale: di che parla 'sto libro? Parla di Sarah e di Eddie e di sette giorni che hanno passato insieme. I giorni più belli della loro vita che li hanno resi da perfetti sconosciuti all'altra metà della mela, a due tessere dello stesso puzzle. Si, insomma, si conosco e si amano, stop. Eddie , però, deve partire, ma già si danno appuntamento al suo ritorno. Tuttavia Eddie, già pochi minuti dopo aver lasciato Sarah sparisce: non risponde a chiamate e messaggi, non entra nei vari social. Puff! Sarah a quel punto neanche si domanda dove possa essere il problema: ad Eddie deve essere successo qualcosa. In effetti, qualcosa è successo, ma non ad Eddie e non dopo quei sette giorni perfetti, ma anni indietro.

Mi aspettavo ben altro da questo libro, mi aspettavo più mistero e suspence, di voler proseguire avidamente la lettura. Quello che ho trovato, invece, è stato uno Young Adult fuori quota. Se Eddie e Sarah avessero avuto una ventina d'anni e i tempi fossero stato un po' più stretti, questo sarebbe stato un perfetto libro per i più giovani, una storia di amore struggente e impossibile. Peccato che i due protagonisti abbiano una quarantina d'anni a testa e uno spiccato senso del dramma.
@pixabay.com
Partiamo dall'inizio. Tu incontri uno con una pecora in mezzo ad un parco e già lo segui ovunque, non ti fai problemi (sarà stata la pecora a darle tutta sta sicurezza? Boh). Ma ok. Bevete qualcosa insieme, vi confessate pure la dichiarazione dei redditi a vicenda, tutto perfetto. Passano 24 ore ed è amore... stiamo ancora qua a discutere dell'amore a prima vista? Ma il cinema e le trasmissioni di cronaca nera non vi hanno proprio insegnato niente?? 
Ma procediamo.. Passate sette giorni insieme, fate l'amore, mangiate, scherzate, ma in fondo non vi conoscete. Vi salutate, vi date appuntamento, lui sparisce e la prima cosa che pensi è che sia successa una tragedia? No dai Sarah, parliamo io e te, da donna a donna: possibile che non ti venga il più piccolo dubbio che il caro Eddie ti abbia portato a letto, si sia divertito, ma non volesse fare sul serio? Suuuu!!!
Ma è a questo punto che abbiamo il botto: Sarah diventa una stalker professionista, con tanto di ricarica del profilo Facebook ogni due secondi. Ma se hai tutta 'sta preoccupazione fa un giro di ospedali, un salto alla polizia. No, tu controlli Messanger. E lo vai a cercare al campetto da calcio. 

Ora, fuori dallo scherzo, non ho trovato delle basi solide per questa storia, che mi sembra essere stata costruita sul terreno poco solido dell'esagerazione, del dramma e della inutile complicazione. Il tutto per giungere ad un finale che in confronto le telenovelas del pomeriggio su rete4 erano testi calmi e misurati. Ci sono pagine e pagine inutili, poi il dramma (che quasi ti aspetti parta la pubblicità) e poi... tutti felici e contenti con gli  uccellini che cinguettano e gli scoiattoli (si pure quello che Eddie ha nel giardino di casa...) che tengono su lo striscione "The End".
Non mi è piaciuto. Per carità si legge bene, anche se alcune frasi mi sembrano essere state messe solo per fare effetto e non perché necessarie, tuttavia ho trovato troppi aspetti deboli nella trama, troppi punti poco realistici, troppa esagerazione in questo e quell'aspetto.
Sicuramente il titolo originale ( The man who didn't call) mi sembra più adatto per questa storia, che del mistero accennato in sinossi ha poco ma del banale ha molto di più.  

Alla prossima



Commenti

  1. Un romanzo brutto brutto! Neanche a me è piaciuto... una grossa delusione! Mi aspettavo un thriller adrenalinico e invece è di una banalità disarmante!

    RispondiElimina
  2. Beh dai se fosse un romance sarebbe passabile non certo un mistery

    RispondiElimina
  3. Due recensioni ho letto, e tutte e due dicono la stessa cosa.. coincidenze?
    Io nel dubbio passo! :)

    RispondiElimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

Recensione: Come donna innamorata - Marco Santagata

Buon pomeriggio amici lettori, eccomi di nuovo qui con l'ultima recensione per il mese di marzo. Qualche settimana fa avevo prenotato in biblioteca questo libro. Dopo un po', visto che nessuno si faceva vivo dalla biblioteca, ho deciso di fare comunque un salto. E indovinate cosa ho trovato sullo scaffale? Si, proprio lui, il mio libro prenotato. Va beh, lasciamo perdere, anche perché quella mezza giornata in biblioteca è stata qualcosa di assurdo. L'avevo inserito tra le letture di aprile, però alla fine l'ho letto subito ed essendo breve l'ho finito in neanche due giorni. L'argomento esce un po' dalla mia solita sfera d'azione, è infatti incentrato sulla figura di Dante, ma non è un saggio, anche se lo potrebbe un po' sembrare, è un romanzo. Ecco la mia recensione di Come donna innamorata di Marco Santagata . Titolo: Come donna innamorata Autore: Marco Santagata Editore: Guanda Collana: Narratori della Fenice Pagine: 175 Ebook: €

Recensione: La Fortuna - Valeria Parrella

Buongiorno lettori! Riemergo dal mio ritiro lavorativo (e mo si inizia a fare sul serio) per parlarvi di un libro molto particolare. Grazie alla collaborazione con Feltrinelli Editore ho potuto leggere La Fortuna di Valeria Parrella e ora ve ne parlo.

"Non è estate senza te" e "Per noi sarà sempre estate" di Jenny Han

Buona sera amici lettori! Ho una sola parola per voi... Caldo!! Da quanto vedo in giro su Facebook ci sono zone in cui sta piovendo da giorni, in cui è brutto, nuvoloso... qui da me invece è caldo caldissimo, con un sole cocente e un vento bollente che brucia! Ieri soprattutto è stato devastante. Stanotte almeno ha piovuto un pochino, ma oggi sembra essere punto e a capo... Quindi oggi, munita di ventilatore, divano comodo e un bel thè freddo ho deciso che scrivo un po' e poi continuo la lettura del tanto citato La verità sul caso Harry Quebert , che, con appena un anno di ritardo dal resto del mondo, ho finalmente iniziato. Sono solo ai primi capitoli e finora non mi dispiace ma ancora mi deve convincere. Vedremo! Intanto questa sera vi propongo non una ma ben due recensioni. L'altra settimana ho infatti letto Non è estate senza te e Per noi sarà sempre estate di Jenny Han , ultimi due capitoli della The summer trilogy . Visto che li ho letti uno dopo l'altro ho pe