Recensione: Ci vediamo tra poco - Tommaso Fusari

Buon sabato lettori!
Eh si, anche oggi sono qua  a proporvi una nuova recensione. So che di solito il fine settimana mi defilo e non pubblico niente ma qui c'è da parlare di un racconto bello bello, mica potevo aspettare lunedì!! Vi parlerò infatti di Ci vediamo tra poco di Tommaso Fusari.

Ci vediamo tra poco
di Tommaso Fusari
Mondadori | 64 pagine
ebook gratuito
12 dicembre 2017 | scheda Mondadori


TRAMA
Quante delle persone che incontriamo nel corso della nostra vita sono destinate a rimanere per sempre?

Dalla terribile notte di dieci anni prima in cui tutto precipitò all'improvviso sconvolgendo la sua esistenza, la vita di Alice è cambiata radicalmente. Una nuova città, nuovi odori, nuove abitudini, nuove amicizie, e poi, dopo tutto il disorientamento, tutto quello stare male, la fatica di mettere radici, di sentirsi finalmente, e ancora, a casa.
E come potrebbe essere diverso da così, se l'unica casa in cui Alice avrebbe voluto dormire sempre, Stefano, se l'è lasciata alle spalle quella notte lontana e sembra appartenere a una vita fa? Stefano e il panino al prosciutto che condividevano ogni giorno tornando da scuola, Stefano e quella fossetta sulla guancia destra che potevi notare quando sorrideva, Stefano e quell'ingenuità in cui Alice si incastrava così bene da sentirsi, finalmente, al sicuro.
Alice ora è sola in mezzo alla tempesta, è disarmata e, incapace di reagire, sembra solo attendere il mulinello che da un momento all'altro la trascinerà di nuovo sul fondo. Ma un'eco lontana, che proviene da un luogo nascosto del suo cuore, cerca di farsi largo, un'eco che sa di sogni e nuvole in comune, di pezzettini di pellet tirati contro una finestra e di fughe silenziose da casa. Un'eco che è anche una promessa, e che forse è giunto il momento di mantenere...
Con Ci vediamo tra poco, Tommaso Fusari ci regala finalmente le parole che non abbiamo mai letto di Alice, e con esse il suo mondo, aiutandoci a ricostruire la storia della bambina dai capelli rossi che abbiamo tanto amato in Tempi duri per i romantici.


"Il coraggio non è scegliere una delle due strade, ma è imboccarne una accettando di non sapere mai cosa sarebbe successo scegliendo l'altra."

Ma porca di quella puzzola!!! Tommaso ma tu ti ci diverti a farmi finire i fazzoletti! Li ho dovuti rubare dalla borsa di una sorella raffredda e ti assicuro che non è cosa da poco. Ma andiamo con ordine, prima la storia, poi la recensione e quindi potrò continuare inveire con l'autore che mi ha reso se non romantica quasi umana (sconvolgente vero?).

Vi ricordate Stefano di Tempi duri per i romantici? Si si, quello Stefano, quello che ha fatto le valige (per modo di dire) ed è partito per Torino alla ricerca di un cornicione tutto rosa. Ecco dietro quel cornicione Stefano cerca Alice, la sua Alice. Tommaso in questo ebook ci propone un pezzetto della storia dal punto di vista proprio di Alice. Scopriamo quindi cosa si cela dietro quella fuga improvvisa e a quegli anni di assoluto silenzio, fatti di un colpo dietro l'altro, seguiamo con lei quel filo che la porta una sera davanti a casa sua (si proprio quella col cornicione rosa) a sentirsi chiamare da un ragazzo... "Ciao Alice".

Penserete: va beh, la stessa storia da un altro punto di vista, già sai tutto, che gusto c'è? E vi sbagliate di grosso miei cari lettori, perché Tommaso ci racconta una storia in qualche modo diversa, una storia che abbiamo solo leggermente sfiorato nel romanzo. E lo fa facendoci sentire tutta la disperazione di Alice, tutto la solitudine che ha provato negli anni ma anche quella leggera speranza di rivedere Stefano, di sentirlo bussare alla sua porta o di trovare una sua lettera nella cassetta della posta.
E' stato strano leggere questo racconto, perché tu sai cosa succederà dopo quel "Ciao Alice", lo sai cosa accadrà (e tiri fuori l'ennesimo pacco di fazzoletti) eppure... quando appare Stefano una fiammella di speranza si accende lì in mezzo al petto. E odi ancora di più Tommaso perché se prima piangevi un pochino ora sei le cascate del Niagara in versione horror (perché ovviamente leggi questo racconto l'unico giorno in cui ti sei truccata e hai messo la matita nera...) e non riesci a smettere, stringi convulsamente il Kindle e speri con tutta te stessa che ora finalmente Alice possa essere felice, che il suo cuore sia al sicuro, che il passato è passato e il futuro pieno di meraviglie.

Ok Tommaso, ti perdono per le lacrime e per aver dimostrato al mondo che anche io ho un cuore. Ti perdono perché questo racconto, queste 64 pagine, sono magia pura, un colpo al cuore, un fulmine a ciel sereno, che ti colpiscono tutti contemporaneamente. Un racconto che poteva essere in tutto e per tutto un romanzo in piena regola, che so che rimarrà ebook ma che mi piacerebbe mettere in libreria insieme al fratellino maggiore; un racconto che è un vero regalo a tutti i lettori, romantici o meno, che confidano ancora nelle storie semplici e belle, agli autori che credono in quello che scrivono e amano i propri personaggi. Grazie Tomma'!

Alla prossima




Commenti

Posta un commento

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^